Buccinasco e chi amministra: ci prende in giro, o sono provocatori?

Città Ideale  ha avuto modo in questi ultimi due mesi di denunciare irregolarità piuttosto serie nella gestione dell’Albo Pretorio, come i lettori possono ricordare, ad esempio (23 Giugno) in una determina di spesa di quasi tremila euro che è stata pubblicata con una settimana di ritardo dall’evento che la spesa prevede (VEDI). Non solo, denunciando irregolarità nella pubblicazione, in un altro caso,  abbiamo costretto a ripetere una comunicazione sull’Albo Pretorio (Bucci +).

Guarda caso, cercano di difendersi dai loro pasticci, come quest’ultimo,  come sempre, sul filo del rasoio, con un comunicato che viene pubblicato il giorno 23, con data 22 Giugno, sul sito comunale (VEDI). Capita molto spesso che quando devono mettere una pezza perché sono presi con le mani nella marmellata, si giustifichino facendo bambinate.  Si inventano scuse palesemente illogiche, come appunto il comunicato emanato con questo titolo:

IL COMITATO INCARICATO DI CONTROLLARE LA REGOLARITÀ DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI HA CONCLUSO IL PERCORSO RELATIVO ALL’ULTIMO QUADRIMESTRE DEL 2014: TUTTO CONFORME

Il comunicato afferma che degli atti emessi (non parla dell’Albo Pretorio) negli ultimi quattro mesi del 2014 (saranno diverse centinaia, forse un migliaio), ne sono stati controllati 24 scelti casualmente e di questi  “solo” sei (il 25%! e il comunicato scrive “solo”) fanno emergere esigenze di miglioramento.  (controllo che riguarderà si e no il 2%mille dei documenti).  Non può mancare la frasetta auto esaltatoria conclusiva, in questo caso dell’esimia Presidente del Consiglio.

Una forma di smentita senza smentire, alle denunce documentate di Città Ideale. Una presa in giro dei Cittadini (che non sono obbligati a conoscere o leggere Città Ideale). Presa in giro che viene confermata da un altro atto pubblicato nei giorni successivi (VEDI). Si tratta di una prima deliberazione di spesa sui “buoni lavoro” (o vouchers) per lavori saltuari, un impegno di spesa di 10mila euro (mille ore lavorate) che vengono distribuite con questi criteri:

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO ATTRAVERSO IL SISTEMA DI PAGAMENTO DEI BUONI LAVORO – APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER ATTIVITA’ DI ASSISTENZA E SOLIDARIETA’ NELL’AMBITO DEI SERVIZI SOCIALI E PER ATTIVITA’ ISTITUZIONALI A CARATTERE SOCIALE E SOLIDALE.

La pubblicazione sull’Albo Pretorio reca la data del 24 e viene esposta fino al 07 Luglio, ma le domande per poter ottenere il lavoro possono presentarsi fino al 24 Luglio… (VEDI l’Avviso Pubblico). Chiunque, di Buccinasco,  si trovi nelle condizioni di bisogno potrà presentare domanda. Invitiamo i lettori a dare diffusione a questo avviso, per chi si trovasse in condizioni di necessità.

Tuttavia per un lavoro “occasionale e saltuario” questi burocrati sovietizzanti ravvisano la necessità di istituire una commissione giudicante, di determinare una graduatoria a punteggi, di fare un colloquio motivazionale col quale si riservano di attribuire fino a 20 punti su un totale di massimo 60 (il 33% del punteggio finale dipende da loro).

Un altro fattore delicatissimo: il dettaglio delle mansioni possibili non è indicato nel documento e non viene pubblicato. Quindi l’interessato bisognoso deve recarsi dall’assessore a chiedere delucidazioni e copia di un documento che fa parte dell’Avviso Pubblico ma sostanzialmente pubblico non è.  Ricordiamo loro che il carattere del lavoro (occasionale e saltuario) è premessa indispensabile per pagare con voucher.  Se arriva un controllo, possono avere guai molto seri!

Così come, ancora!,  nell’Avviso Pubblico non viene indicata la modalità con cui la chiamata del singolo lavoro occasionale venga resa pubblica. Mentre non sussiste alcun elemento oggettivo che misuri l’inizio e la fine del lavoro svolto. In pratica i vouchers sembrano pensare di poterli erogare ad libitum, senza controlli oggettivi e riscontrabili (verso un ispettore).

Candidati privilegiati, date le condizioni di questo bando possiamo già ipotizzare quali saranno: i sinti. Sicuramente quasi tutti senza lavoro, senza reddito, con famigliari a carico ecc.  Naturalmente, avendo già in mente i destinatari, di questa esigenza sociale occasionale per attività istituzionali a carattere solidale, nessun comunicato da parte del sito comunale…. (guarda caso).

Tag: ,

  1. #1 scritto da Franco Gatti il 28 giugno 2015 22:17

    Buonasera, vi prego di verificare un punto.

    Tra i requisiti ricordo di avere letto che nessun familiare del candidato debba possedere alcuna proprietà oltre alla eventuale prima casa di proprietà.

    Quindi saranno esclusi, ad esempio, eventuali candidati figli di immigrati, che dovessero avere ereditato porzioni di proprietà nei propri luoghi natii.

    In particolare mi riferisco ai figli o ai nipoti (conviventi) degli immigrati arrivati a Buccinasco negli anni 60 e 70, provenienti da altre regioni o da altre province lombarde.

    Ammesso che abbia ben interpretato il bando, mi chiedo come sia possibile considerare “ricco” ed escludere dalla selezione figli e nipoti di chi possiede 1/8 o 1/16 di una casa colonica in Calabria o in Basilicata..

    Che ne pensate? Potete aiutarmi a comprendere la “logica” della clausola?

    Cordiali saluti
    Franco

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 29 giugno 2015 07:20

    Tutta la faccenda, vista sul piano puramente logico è al limite dell’assurdo.

    Ricordiamo che il presupposto è un lavoro OCCASIONALE (rientra nella attività nel tempo non prevista e non coperta dall’organico) e ACCESSORIO (non fa parte di attività già svolta o già assegnata ad appaltatori).

    Può succedere, ma come si fa a pre-determinare e limitare all’ambito SOCIALE E SOLIDALE una attività OCCASIONALE e ACCESSORIA?

    Si ricordino che un impiego del voucher per retribuire lavoro che non abbia queste caratteristiche non sistemiche è illegale sotto parecchi profili:

    evade tasse e contributi,
    penalizza i lavoratori impiegati sul piano normativo, economico e contrattuale

    Inoltre per un ente pubblico
    Deve trattarsi di lavoro concreto e concretamente misurabile e riscontrabile
    (diversamente è spreco di risorse per distribuire elargizioni in forma impropria dal carattere pre elettorale, tipo voto di scambio)

    Per questi lavori, coloro che si rendono disponibili a eseguirli (avendo gli strumenti e l’organizzazione che il lavoro e gli orari verificano), vanno presi al volo: è la condizione stessa del lavoro che seleziona la disponibilità concreta a lavorare.

    Un pastrocchio, un impiego di risorse più che dubbio

    Buon giornata Franco Gatti

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 30 giugno 2015 17:52

    Ecco che, dopo la nostra segnalazione,

    dopo sei giorni che è stato pubblicato l’Avviso Pubblico,

    anche il Comune di Buccinasco, rende noto sul facebook istituzionale, che è aperta l’iscrizione per poter accedere a lavori occasionali e accessori

    imprevisti e diversi da quelli normalmente svolti,
    non già assegnati a enti o aziende,

    forse a qualcosa questo articolo è servito, pur restando le condizioni di precarietà della comunicazione e l’assenza di indicazioni importanti che nell’Avviso Pubblico non sono menzionate (o non allegate)

    Grazie comunque per i Cittadini che ne potranno usufruire

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 2 luglio 2015 22:29

    Il sito del comune è stato rinnovato, in questo rinnovo crediamo si sia anche pensato a fornire chiarimenti e risposte quando poniamo in evidenza carenze varie o vere e proprie irregolarità.
    Un fatto positivo se questo modo viene portato avanti: una sorta di confronto a distanza ma non più facendo i sordi.
    Nel caso del voucher è uscito un articolo che pone in evidenza una delle carenze che Città Ideale ha denunciato: eccole qui come descritte:
    La prima è finalizzata allo svolgimento di lavoro occasionale di tipo accessorio per attività di assistenza e di solidarietà nell’ambito dei servizi sociali e per attività istituzionali a carattere sociale e solidale presso il Comune di Buccinasco.
    La seconda offre impiego nel settore della sorveglianza di locali comunali e per attività di assistenza nell’ambito dei servizi scolastici per percorsi di recupero rivolti agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
    La terza è indirizzata a chi vuole lavorare nell’ambito di manifestazioni culturali, sportive, fieristiche, religiose o caritatevoli, per attività di prima accoglienza e orientamento in servizi aperti al pubblico e per attività e prestazioni ausiliarie di supporto agli uffici comunali.
    Occasioni di impiego anche per chi intende occuparsi di pulizia e manutenzione ordinaria di diversa natura (edile, elettrica e idraulica) degli edifici e immobili comunali, strade, parchi, aree verdi e monumenti, oltre a eventuali lavori di emergenza come sgombro neve e piccole riparazioni del manto stradale e tombini. In ultimo, ci si può candidare anche per impieghi relativi a lavori ordinari di giardinaggio e cura del verde di modesta entità.

    Descrizioni che aiutano a capire ma non nel concreto.
    Sarà necessario che ogni lavoro venga pubblicato perché i Cittadini possano, se lo ritengono, partecipare e presentarsi.
    Chiudere il periodo per iscriversi, senza avere i casi concreti che si presentano è una privazione ingiusta a chi poi, vista la situazione specifica, è in grado di esprimere concreto interesse.
    Le descrizioni assunte poi sono da valutare per profili di regolarità e potenziali conflitti con incarichi e obbligazioni di cui già vi sono obbligati tenuti ad osservarli. Situazione che appare seria, e da ben ponderare
    Staremo a vedere gli sviluppi.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth