Bucci più: sempre più intricati e gli interrogativi infittiscono

Ne abbiamo parlato il giorno 12 per un avviso del responsabile tecnico, apparso il 12 ma che l’albo indica pubblicato il giorno prima, che faceva riferimento ad allegati la cui pubblicazione era indicata il giorno 04 Giugno, con scadenza della pubblicazione il giorno 12 (infatti questa non era accessibile). Denunciata su Città Ideale la incredibile procedura (VEDI), veniamo indirettamente informati che questa è accessibile attraverso un altro percorso (che sul sito non è disponibile).

Ne prendiamo atto e verifichiamo, avvertendo i lettori (VEDI). Sul sito i contenuti del bando sono  a noi, attraverso il percorso indicatoci, disponibili per qualche ora. Per prudenza li salviamo, poiché già alle 22 del giorno 13 la pubblicazione era superata per avvenuta scadenza. Il Comune precisa qualcosa? Non sia mai! Ci studiano su una settimana e se ne vengono con una determina, che sarebbe stata fatta il giorno 10, ma pubblicata ieri, giorno 18 (?!  VEDI): il lettore segua le date, per capirci bene.Diligentemente seguiamo la determina e ci portiamo alla sezione Appalti e Gare, del  sito ufficiale del Comune. Qui troviamo una sorpresa:

11-06-2015 – Data pubblicazione sul sito
01-07-2015 – Data di scadenza di pubblicazione sul sito

Cosa è successo? Il sito ufficiale del comune la settimana scorsa riportava quale data di pubblicazione il 04 Giugno. Quale data di scadenza il 12 Giugno. Il Sito Ufficiale del Comune di Buccinasco! Non i blog del vicesindaco o del PD (che possono scriverci e modificare ciò che vogliono). Chi garantisce i Cittadini e le aziende interessate che i dati pubblicati sul Sito Ufficiale sono veri e non modificabili?

Dopo una settimana, con il solito metodo di pubblicare la mattina del giorno dopo ciò che reca la data del giorno precedente, oggi se ne escono con questa “ variazione”! Senza spiegazioni, naturalmente! L’unica data confermata è la scadenza per presentare l’offerta: il 02 Luglio 2015. Ben 12 giorni dopo  la pubblicazione della determina (esagerati!). Quanto risponda alle regole, lo stabilirà chi di dovere!

Un’ultima chicca per noi Cittadini, che viene da questa determinazione: il valore base dell’offerta, arricchito di IVA e ammennicoli vari, arriva a 117.mila euro! soldi nostri per fare un progetto che è estraneo a criteri di regolarità, che si propone di intervenire arbitrariamente (per assunzione di costi e per esecuzione secondo le norme), per cui avremo altri soldi buttati. Davvero incapaci di fare i coperchi delle pentole, si fanno trovare sempre con le mani nel sacco.

RIMANGONO SEMPRE LE QUESTIONI

CHI LI OBBLIGA A QUESTE INIZIATIVE PALESEMENTE ERRONEE ?

CHI LI CONDIZIONA COSI’ PESANTEMENTE ?

QUALI PROMESSE HANNO FATTO  A COSTORO ?

COSA HANNO IN MANO QUELLI CHE LI CONDIZIONANO ?

  1. #1 scritto da Islero il 22 giugno 2015 12:13

    Che succede?

    Cosa si sta facendo? cosa stai facendo? ti ricordi chi c’era sulle poltrone calamitate della giunta e del consiglio comunale quando scaricavano, e scaricavano, e scaricavano mc di materiale inquinato misto a terreno?

    Si, si … mi ricordo.. C’era Jack, il folletto di verde vestito e un certo Carbonara (quest’ultimo si vede ogni tanto anche oggi ai consigli comunali importanti).

    Ebbene si, c’erano gli stessi che oggi accusano i Grillini che non vogliono rimuovere ciò che loro hanno permesso di fare all’epoca.

    Bello così.. Grande prova di coraggio, prima facciamo il danno, poi tanto obbligheremo gli stessi buccinaschesi ad accollarsi ciò che abbiamo NOI permesso (per mancato controllo), decidendo di far spendere un enormità di soldi per SANARE il terreno di un privato, magari poi condito con qualche immobile “giustamente” acquistato da componenti, responsabili dell’epoca e di oggi dell’amministrazione comunale.

    Attenti voi a lamentarvi Grillini & Co. chi è responsabile oggi vi si rivolterà contro, dandovi tutte le loro colpe.

    Attenta Città Ideale, sono in atto numerosi tentativi di infilarcela in quel posto… , vigilare e denunciare è un imperativo!

    Resistere, resistere e resistere.

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 22 giugno 2015 17:11

    Islero buona giornata,

    Si stanno aggrovigliando da soli.
    Impossibile che non si rendano conto della precarietà di deliberazioni così inventate e discutibili, che se ne escono anche con reiterati errori procedurali.
    Quasi da pensare che debbano far vedere a qualcuno che sta fuori ed è attento, che si stanno impegnando, ma nello stesso temo agiscono in modo che l’operazione sia “stoppabile”….
    Non crediamo che gli acquirenti e fra questi i “raccomandati” abbiano tanto potere, c’è qualcuno o qualcosa d’altro, oppure entrambe le condizioni.

    Incomprensibile questo comportamento, davvero viene da pensare a qualcosa di obbligato, eseguito obtorto collo.

    Noi aspettiamo in riva al fiume che queste azioni si concretizzino, superando la fase burocratica.
    Poi procederemo come d’uso e staremo a vedere che succede.

    Il nostro diritto/dovere di Cittadini noi di Città Ideale lo compiamo fino in fondo e siamo convinti che la medesima cosa sia per M5S, per quanto li conosciamo.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth