Lettera aperta dal Municipio: Je suis…Bucci

Doveva succedere, prima o poi era inevitabile. Siamo nel 2015 e il nostro municipio, composto da 120 dipendenti, viene gestito come fossimo un secolo addietro. Una amministrazione progressista…. del piffero.

Pieni di etica, di sociale, di redenzione;  di quant’altro di nobile impulso a parole ci si possa inventare, questi d’adesso sono all’epoca delle zolfatare siciliane dell’inizio Novecento. Non c’è lo zolfo, ma la “spuzza” (come la chiama un grande uomo) si sente,  eccome!

Sanno benissimo che i funzionari preparati e capaci sono portati a meglio tutelare la propria professione. Meno propensi a mettere in gioco la dignità personale. Costoro non vanno bene, non si sa mai come reagiscono se si chiede loro qualcosa di “delicato”.

Hanno bisogno di yes men, e ne trovano. Più facilmente fra coloro che hanno meno talenti da giocare, quindi disponibili nell’assentire senza fare storie. Dire di sì, prima ancora che venga fatta la domanda. Per ottenere questo clima devono penalizzare, in questo caso espellere, le persone sicuramente capaci.

Ogni giorno ci viene mostrato il negativo: come e cosa non fare, come riportare ad una condizione di serena e positiva crescita delle professionalità, tornando a ieri. Come Polifemo hanno un occhio solo, ma già sono accecati.  Leggiamo cosa ci racconta Je suis… Bucci. Con la rabbia autentica di chi sa far bene, che vede misconosciute le sue competenze. Grazie Je suis Bucci

Cittadini di Buccinasco,  non ci crederete ma…

Jack, la segretaria  Biancaneve ,e il complice assessore Re Magio, lo hanno fatto veramente!!!

Dovete conoscere la verità, perché quando chiederete al sindaco di fare manutenzione alle scuole (vecchie e malconce), al manto stradale (anche peggio) o di sistemare i marciapiedi e molto altro, vi sentirete rispondere che …non ci sono i soldi.

FALSO!

I soldi per tutto questo c’erano, prima che la Banda Bassotti si rifiutasse, per ragioni strettamente politiche, cioè senza alcuna motivazione razionale, di prorogare il contratto ad un ingegnere (donna ), che con contratto a termine a fine marzo, si è dovuta arrendere all’ottusità della mala gestione e tornarsene a casa da disoccupata, dopo 7 anni di precariato alle dipendenze del Comune di Buccinasco.

Proprio così, la nostra/vostra amministrazione di sinistra, promotrice del lavoro e  della meritocrazia, ha creato l’ennesimo disoccupato. Ma partiamo dall’inizio:

marzo 2014, in seguito ad una scellerata riorganizzazione, volta ad eliminare l’ex responsabile dell’ufficio tecnico, rea di aver l’antipatico vizio di denunciare alle autorità competenti le malefatte di Jack e co., gli l’uffici Edilizia convenzionata, Catasto e l’ufficio Commercio, si sono trovati catapultati in una realtà di stallo, sotto la direzione di un funzionario totalmente impreparato a gestire questi importanti e strategici  servizi ai cittadini.

Risultato:

  • ufficio Commercio arenato o come si dice “fermo con le quattro frecce”, in mancanza di supporto tecnico e in balia del summenzionato funzionario che, forte della sua incapacità, pensa bene di scaricare tutte le colpe del malfunzionamento del servizio sulle malcapitate dipendenti sue sottoposte, arrivando a meritarsi una bella querela per aggressione verbale (art.610 del c.p.)
  • ufficio Catasto, perla all’occhiello del Comune di Buccinasco, da anni capo cordata del Polo Catastale dei comuni limitrofi, aperto al pubblico a servizio ridotto, solo due mattine a settimana,
  • Ufficio edilizia Convenzionata, sportello aperto ai cittadini e agli operatori del settore tutte le mattine e anche su appuntamento.

No, scusate, non è più così!!!!!!!

L’ingegnere che trovavate sempre disponibile, sorridente , e pronta a risolvere tutte le problematiche relative alla compravendita di immobili costruiti in diritto di superficie o proprietà, la stessa che  organizzava i rogiti per l’acquisto del terreno, registrava tutti i pagamenti, valutava i prezzi di cessione o verificava i requisiti, etc,  avvalendosi di una grande esperienza maturata in anni di studio di una materia così complessa…non c’è più!

Il povero ingegnere ,seppur  attaccata e vessata  costantemente dal famoso funzionario dall’aggressione verbale facile, ha continuato a lavorare in totale autonomia, certa che il suo operato venisse premiato con un rinnovo del contratto, e così…non è stato!!!

Ma non vi preoccupate, Jack , Biancaneve ed il Re Magio avranno sicuramente pensato di sostituire il dipendente silurato senza motivo, l’unica con sufficiente esperienza per poter gestire da sola un ufficio che negli anni  ha fatto incassare più di 12 milioni di euro e che ad oggi incassava annualmente cifre dell’ordine di 1 milione di euro (tutto verificabile consultando le determine di accertamento  dal 2008 a 2014, che trovate sul sito).

Mi dispiace deludervi, NON LO HANNO SOSTITUITO, anzi, hanno provato in tutti i modi a far quadrare il cerchio, ma non ci sono riusciti, all’ingegnere non è stato affiancato  nessun dipendente da istruire nel tempo, l’unica priorità era mandarla a casa;  non si era piegata al volere della Banda, lavorava bene e cosa ancor più grave, vantava una sincera amicizia con la sua ex responsabile, quell’Architetto capace che andava resa inoffensiva….

Pazienza, un altro servizio al cittadino che va alla deriva.

Caro Jack , forse andare a messa tutte le domeniche non è sufficiente, bisogna essere cristiani dentro e fuori, ma lungi da noi giudicare …

To be continued…  Je suis…Bucci

Tag:

  1. #1 scritto da Andrea D. il 25 marzo 2015 09:34

    Fatemi capire: si fa venire un dirigente, indagato ai tempi ora, a quanto risulta, rinviato a giudizio, da un Comune vicino pagando cifre importanti, molto importanti, per poter silurare e sostituire un dirigente valido ma scomodo (che, per salvare la faccia, è stata piazzata al neo-creato e inutile SIT, vedremo se basterà),

    ma non si rinnova il contratto a un funzionario precario perché non ci sono soldi?

    Cioè il Comune ha soldi per pagare dirigenti dei quali potrebbe fare a meno (a che serve il SIT? Stendiamo un velo pietoso sul fatto che ora sembra che il nuovo dirigente sia stato pure rinviato a giudizio)

    e non ne ha per pagare funzionari che poi non riesce a rimpiazzare?
    E’ così?

    Veramente edificante!

    RE Q
  2. #2 scritto da Emilia B. il 25 marzo 2015 09:36

    Senza parole …

    Ai cittadini non resta che giudicare …

    E la prossima volta riflettere prima di votare!

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 25 marzo 2015 11:10

    Soprattutto andarci, a votare Emilia B.

    Non tanto a votare i partiti… la cui credibilità è vicina a -273,15 Kelvin…. zero assoluto.
    La scelta dei nostri amministratori di Buccinasco è importante e questa dipende davvero solo da noi…
    Non rinunciamo al voto (quelli che ci troviamo adesso sono stati votati dalla minoranza degli elettori…) informiamoci per quanto possiamo e facciamo lo sforzo di scegliere le persone che riteniamo più credibili…

    Essere rimasti a casa lo stiamo pagando tutti e ci sta costando davvero molto caro.

    buona giornata

    RE Q
  4. #4 scritto da Salvatore Toti Licata il 25 marzo 2015 15:14

    Teorie del “controllo sociale”.

    Nella “società di santi, l’uomo non può avvicinarsi intimamente al suo dio quando porta ancora su di sé i segni della vita profana; inversamente non può tornare alle sue abituali occupazioni quando il rito lo ha
    appena santificato.”

    (Durkheim)

    Amen

    …e la prossima volta riflettere prima di votare!

    RE Q
  5. #5 scritto da enrico c il 25 marzo 2015 15:32

    Siccome quanto scritto nell’articolo ha dell’incredibile,
    come cittadino di Buccinasco,

    nei prossimi giorni andrò personalmente a verificare se l’ufficio edilizia convenzionata è regolarmente funzionante con personale qualificato e preparato.

    Se così non fosse farò qualcosa di più che giudicare…

    RE Q
  6. #6 scritto da Napoleone buonaparte il 25 marzo 2015 16:04

    Nulla di nuovo sotto il sole.
    Jack & C hanno silurato tutti coloro che erano autonomi,
    che hanno una mente pensante,
    che possono autonomamente mandare avanti un ufficio,

    e magari rispondere all’utenza senza doversi nascondere sotto i tavoli e scappare di soppiatto perché non sanno cosa rispondere.

    Hanno preferito mettere persone condizionabili, magari incapaci o impreparati sulla materia che andavano a trattare. Disinteressati all’efficienza, come hanno sempre fatto i vari jack & Co, alla soddisfazione dell’utente finale (dei Cittadini) ed in primis, dei dipendenti.

    Maiorano vuole fare il Re ma non ha sudditi, Pruiti il ducetto ma è troppo molle e fazioso, Il re magio vuole fare il vecchio saggio e invece ha fatto la figura del vecchio e basta, un pò smemorato (anche se sono certo che la memoria tornerà a tempo debito); la dott.ssa (in segretario, ndr) invece prende le distanze e manovra facendo firmare gli altri.

    Lor signori non hanno fatto i conti con i Cittadini, che per quanto menefreghisti,per quanto distratti ed impegnati ne hanno le tasche piene di vedere buttare via i propri denari soprattutto in un periodo come questo.

    In quasi tre anni di amministrazione hanno solo distrutto, la macchina comunale è un disastro, attraversata da guerre intestine tremende.
    Gli immobili pubblici crollano letteralmente a pezzi, il costo della mensa scolastica sta crescendo, e non di poco.
    Le strade sono lunari ovvero piene di crateri; ….

    Invece di premiare chi porterebbe a casa risorse economiche come il riscatto dei terreni, lo si lascia a casa mettendo al suo posto un inesperto, che non sa distinguere un diritto di superficie da un diritto di proprietà.
    Di contro per racimolare qualche spicciolo si obbligano i vigili a fare multe a raffica senza criterio.

    Tutto questo bailamme al solo scopo di avere nei posti di responsabilità persone suddite, magari poco capaci, ma ubbidienti e compiacenti.
    Questa è la Buccinasco di Maiorano un re senza corona ma, in particolare, senza attributi.

    RE Q
  7. #7 scritto da Saccavini il 25 marzo 2015 16:12

    Che non sia una sfida, Enrico c, ma constatazione di un problema risolto (ci auguriamo) o una elencazione delle criticità emergenti, perché i Cittadini ne vengano informati

    buona giornata

    RE Q
  8. #8 scritto da Islero il 25 marzo 2015 17:07

    Buongiorno,
    Tanti sono gli errori commessi in virtù di un cambiamento professato è mai veramente voluto, ma anzi a loro dire contrastato dalle persone virtuose, che allora si confinano o si eliminano, per far posto ai fidati (ahimè poco preparati).

    Domani che sarà?
    Non importa, si lascerà in carico un grosso vuoto e tanta disorganizzazione, frutto non solo di scelte discutibili ma non motivate, se non per la gestione arcaica del personale.
    Trema dipendente, la tua unica possibilità è la sottomissione (se va bene)!

    La situazione è così oramai generalizzata che gli umori si percepiscono solo entrando in Comune, è auspicabile visto l’entità e le modalità un intervento, sopratutto del Sindacato, che il lavoratore sia tutelato e non debba avere paura nel tornare al proprio posto di lavoro (se ancora ci fosse).

    Pensierino per Jack, domani mattina allo specchio cogli l’occasione per una riflessione profonda.

    RE Q
  9. #9 scritto da Saccavini il 25 marzo 2015 17:37

    Non si può dire che gli effetti voluti siano il dipendente timoroso, addirittura tremante, caro islero.

    Forse non passa neppure per la mente (se si esclude il vicesindaco), che i loro diktat portano ad una condizione di sottomissione, a seguire di dissimulazione nei rapporti con loro: tanti bei sorrisi a 40 denti quando i dipendenti li trovano di fronte; un accidente augurato quando voltano la schiena. Mentale o commentato fra colleghi, secondo il caso.

    La loro aspirazione è il potere assoluto, senza contrasti o intralci (e il dipendente che mette i puntini sulle “i” rappresenta un intralcio), questo ciò che conta.

    le disfunzioni, le proteste dei Cittadini che ne fanno seguito, i sovraccosti, le perdite di opportunità, vengono tutte dopo; sono un male minore.

    Le critiche poi le leggono, le sentono, le ricevono anche fra di loro, ci discutono.
    Quali che siano, non saranno mai ricevute perché le vedrebbero come un segno di ridotta capacità di decidere, di un possibile condizionamento: deboli come sono, nella testardaggine vedono la salvaguardia del loro dispotismo.

    Così è….

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth