Musica a Buccinasco: il Comune finanzia eventi. La Scuola la fanno le associazioni

La riflessione viene da una notizia davvero simpatica e positiva, cui fa piacere dare il risalto dovuto. Ricordiamo il massacro della Scuola Civica di Musica, con trent’anni di positiva attività, di crescita e risultati per i frequentatori e per Buccinasco. Vissuta in autonomia, con le rette che hanno coperto quasi totalmente l’intera struttura. I contributi del Comune saltuari o molto modesti: arrivata anche a chiudere in attivo.

Poco dopo il suo insediamento la giunta ha deciso di smontarla, facendo un appalto deliberato un mese prima, senza alcuna informazione per la direttrice Fiorenza Ronchi e i docenti. Costretti a “cercare casa” e ricostruirsi in poco tempo, trovandola entro le strutture Nova Terra, avendo un successo perfino insperato,  con oltre 200 iscritti.

Fanno scuola  e crescono: accompagnano gli allievi dai primi anni fino a quando intendono migliorare e imparare, esercitarsi e partecipare alle rappresentazioni che si susseguono nell’anno. Una esperienza che prosegue in senso veramente civico, senza costi per la Comunità. Con risultati che hanno dello straordinario, come può rilevarsi dal comunicato (VEDI il sito Novamusicabuccinasco), che ci piace riportare:

Grande successo delle nostre allieve delle classi di canto al Festival  “Le voci di Domani”  di Broni tenutosi venerdì 20 e sabato 21 marzo.

Matilde Segato con la sua meravigliosa interpretazione del celebre brano “Parte del tuo mondo” da La Sirenetta di Disney ha vinto il 1° PREMIO della categoria Junior.

Sempre Matilde insieme ad Alessia Russo (categoria Senior con “La Notte” di Arisa) sono state scelte dal selezionatore di Castrocaro, presente in giuria, per partecipare al prestigioso concorso in quanto definite tra le voci più interessanti della manifestazione.

Inoltre tra i 14 finalisti di ieri sera nella categoria Junior e Senior c’erano ben 5 nostre allieve. Oltre alle già citate Segato e Russo vogliamo ricordare le bravissime Tosi Samanta e Garavaglia Laura in duetto con “Luce” di Elisa e Privitera Claudia con “Meraviglioso” dei Negramaro. Entrambe le loro esibizioni hanno ricevuto calorosi consensi del pubblico. Esprimiamo i nostri complimenti a tutte le ragazze!!!!

Ma il Comune come sostiene la scuola civica di musica adesso? Intanto spende, anzi noi Cittadini spendiamo circa 30mila euro l’anno per una scuola musica che di civico finora ha i nostri soldi. Ma non basta: non sono sufficienti per “la promozione della cultura musicale” e offre alla cittadinanza “una importante  stagione concertistica” nella quale sono presenti anche docenti della scuola civica, come può vedersi dalla deliberazione di giunta (VEDI).

Seimila euro ulteriori dedicati sostanzialmente alla medesima associazione (Ape e Poeti erranti sono le stesse persone). Ma in questo caso non sono gli allievi a crescere e esibirsi. Si organizza, si stampano manifesti e si affiggono a spese nostre, si pagano eventi a 1.500 euro  cadauno, che a esibirsi sia uno o quattro artisti. Cifre piccole si dirà, tutto sommato. Se però si mettono in fila nel corso di un anno la consistenza comincia ad essere significativa. Se poi si paragona al nulla con cui ci si comporta verso gli altri….

Soprattutto se poi si raffronta con il nulla che viene pensato e proposto a coloro che la scuola la stanno facendo davvero, con sacrifici per tutti: docenti e famiglie, di tasca loro. Figli e figliastri? Qualcosa del genere. Non ci si venga a dire che chi non riceve nulla è perché non chiede! L’attenzione di chi ha la responsabilità di gestire le nostre risorse deve valorizzare e incentivare i risultati conseguiti, non alimentare rivoli di spesa pubblica dagli esiti dubbi come utilità per la Comunità.

NEL DISINTERESSE DI QUESTA AMMINISTRAZIONE

SOSTENIAMO E PARTECIPIAMO

ALLE INIZIATIVE MUSICALI AUTONOME

Tag: , , , , ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth