L’ex Sindaco Carbonera si difende e… offende

Il sito, sempre quello del vicesindaco, è utilizzato dall’ex Sindaco per autodifesa. La solita, cui sono state infinite volte replicate le medesime domande da politici e Cittadini; senza avere risposte. Il signore in questione sostiene che avrebbe nel 2005 fatto una denuncia: a chi?  la ha fatta come Cittadino ? (nel comune non risulterebbero denunce fatte dall’ente nel 2005).

Come mai dopo la sua denuncia nessuno si è mosso tranne, con comodo,  un intervento del corpo forestale (?!).  Che, loro si,  hanno fatto denuncia all’ARPA;  arrivati con la frittata già cotta e bruciata. Nessuna risposta ai quesiti, nessuna spiegazione. Restiamo sempre in attesa.  Citiamo ora per trasparenza:

Veniva detto che la vera battaglia in politica è sulla reputazione e devi saperla difendere dagli attacchi, dalle rozzezze e dalle meschinità. Venendo direttamente tirato in ballo dalla prima parte dell’articolo vorrei fare alcune considerazioni nel merito: la mia amministrazione nel 2005 ha provveduto a denunciare il fatto che nel cantiere privato di Buccinasco più veniva scaricato del materiale. La denuncia ha portato a ripulire l’area dal materiale improprio, ad un processo ed a condanne. Nell’aprile 2007 prima delle Elezioni Amministrative, da cui sono uscito sconfitto, avevo provveduto tra le altre cose a convocare una riunione per accertarmi dei lavori relativi alle opere di urbanizzazione e dello stato delle aree che sarebbero state consegnate al Comune, definendo delle azioni di verifica in corso d’opera.

La locuzione: “scaricato del materiale”… è a suo modo bellissima. Si sta realizzando la discarica a cielo aperto. il riempimento da lui progettato, (ripetiamolo ancora: pagato da noi Cittadini di Buccinasco, che non abbiamo alcun interesse al riempimento! Semmai utile per incrementare cubature a vantaggio dei soggetti attuatori).

Che la denuncia “abbia portato a ripulire l’area dal materiale improprio” è affermazione clamorosamente smentita da sondaggi reiterati, anche di questa amministrazione (costati a noi Cittadini circa 120mila euro). Non proseguiamo nell’analisi, tanto basta. Ma c’è del nuovo sulla posizione dell’ex Sindaco: caldeggia, c’erano dubbi? Lo scarico alla Comunità di tutti i costi. Con l’aggiunta di offese generiche ma pesanti (sottolineatura originale):

…..ritengo che ci sia la necessità di far uscire quel quartiere da una situazione che si è accanita contro quella realizzazione urbanistica ed in cui tanti hanno approfittato per costruire , anche disseminando preoccupazioni, un loro ruolo. La politica, cioè interessarsi della polis-città, rischia per queste persone di essere un mestiere sporco, strillato, falso, pieno di opportunismi. Con le loro modalità dimostrano che la dimensione violenta della politica ha preso il sopravvento sul dialogo e la relazione.

Perché Carbonera vuole che sia il Comune a farsi carico di tutti i costi? Ha forse vicinanze politiche (o amicali o d’altro tipo) con i soggetti attuatori (i famosi costruttori-cooperatori che oggi non sono rappresentati in Consiglio, dice lui) che hanno assunto la responsabilità dello sconcio, che noi chiediamo siano chiamati a rispondere direttamente (insieme a Finman S.p.A.)?

Oppure è solo sostegno al pervicace obiettivo condotto fin da subito da questa amministrazione, con lo stanziamento nel preventivo 2013, di 5milioni: tolti di corsa, perché minacciati da Città Ideale di portarli in tribunale? Che nel 2013 aveva progettato la bonifica parlando di un costo dai 12 a 18 milioni? Che ancora adesso cerca di far passare l’operazione infilando, in mezzo alle pagine del bilancio, l’”acquisto” a costo zero della discarica abusiva ?

…….le persone che compongono la maggioranza in Consiglio Comunale e fanno parte della Giunta sono animate dal solo interesse di svolgere al meglio il loro impegno per la città. Le loro storie personali incarnano quel misto di partecipazione, passione civile e competenza.

Come si diceva,  quando era uno dei pochi piaceri per le migliaia di uomini che fanno la storia e non lasciano il segno negli scritti (Manzoni)….. a chi vuole darla a bere? Questa è faccenda di interessi e questa amministrazione sta agendo per proteggerli, si propone di far pagare tutto alla Comunità (a Pantalone, come piace al nostro Sindaco)… e la chiama passione civile!

Passione civile che certamente in modo più valido, con tutti i nostri limiti, stiamo sostenendo noi di Città Ideale. Determinati a far si che chi ha lucrato sullo sconcio, paghi in ogni sede. Così alle future iniziative immobiliari, ci pensino tre volte prima di ripetere Buccinasco più: il capolavoro che Carbonera ci ha lasciato.

SE I RESPONSABILI NON PAGANO

CON I RIFIUTI CI PROVERANNO ANCORA!

POLITICI E INQUINATORI

ALLORA COMINCINO A PAGARE CON BUCCI +

Tag:

  1. #1 scritto da Napoleone buonaparte il 22 marzo 2015 09:04

    Solito modo di comunicare, giocando con i termini, con la facilità con cui respira.

    Tergiversa sulle domande vere, per cercare di costruire una storia verosimile che salvi capre e cavoli.

    La verità e’ una e non è quella che racconta lui, come ha sempre fatto del resto quindi nulla di nuovo sotto il sole

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 22 marzo 2015 10:45

    La questione resta sempre quella: chi glielo fa fare a tutta la congrega, di impegnarsi in modo così smaccato per non far pagare i responsabili pro tempore?

    Adesso, dice Carbonera, entro la maggioranza non ci sono rappresentanti del “mattone”; quindi non dovrebbero essere presenti direttamente imprenditori…. (sembrerebbe)

    Le questioni per chi volesse investigare potrebbero essere diverse. Elenchiamone qualcuna.

    > nella realizzazione di Bucci + vi sono stati scambi di favori fra politici pro tempore e soggetti attuatori; quindi si deve portare a compimento un do ut des.
    > la questione delle responsabilità civili è bene che non emerga perché possono derivarne conseguenze per gli amministratori pro tempore, sul piano penale (o anche civilisticamente, con effetti di peso)
    > il pacchetto dei residenti è un bacino elettorale da proteggere per la sua dimensione e compattezza
    > sono tanti i residenti, familiari, parenti, amici, elettori, che sono stati invogliati ad acquistare a Bucci + e si devono difendere i loro investimenti
    > se fossero coinvolti soggetti attuatori diversi da Finman (fallito) questi, potrebbero mettere in piazza accordi del tempo, imbarazzanti
    > ecc.

    insomma ci si potrebbe sbizzarrire….

    buona giornata

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 22 marzo 2015 16:10

    Dalla sentenza n. 9839/2014 riguardante Buccinasco Più, pagg. 24 e 25:

    Va in proposito sottolineato che, la teste Stano si è dimostrata particolarmente credibile in considerazione della logicità e costanza delle dichiarazioni rese, dell’atteggiamento collaborativo assunto fin dall’inizio con gli investigatori, dei riscontri documentali acquisiti rispetto al suo racconto (cfr. intervento della teste in occasione dell’incontro tecnico del 24/4/2007 avente ad oggetto l’indagine sulla situazione del cantiere di via Guido Rossa alla presenza dell’allora sindaco Carbonera, dell’assessore ai lavori pubblici dell’arch. Marco Engel e di Borsatti Daniele in cui venne espressa preoccupazione sui depositi di materiale proprio nel cantiere e la teste propose di nominare un collaudatore in corso d’opera e di disporre degli accertamenti sul terreno riportato; presentazione da parte della medesima di osservazioni circa alcune varianti essenziali al progetto del PII approvate con determina dirigenziale firmata dal suo predecessore, anziché con delibera consiliare; documentazione relativa al “Master PIan Navigli: creazione di fasce boscate tampone a funzioni multiple”) e delle conformi dichiarazioni rese in proposito dal teste Mambriani Antonio.

    Leggendo l’intervento di Carbonera e l’altro articolo, di rinforzo, del vicesindaco si potrebbe avere l’impressione che:
    1) la Giunta Carbonera sia quella che ha denunciato i fatti (non risulta, la denuncia è stata fatta dal Corpo Forestale di Milano);
    2) che loro abbiano ripulito l’area (come si evince dal testo della sentenza è un falso patente);
    3) che tutta la colpa sia da attribuire a Cereda e alla sua Giunta (non è vero, basta leggere la sentenza; Cereda è stato condannato per una decisione riguardante la discarica già presente).

    Una menzogna ripetuta all’infinito diventa la verità
    Joseph Gobbles Ministro della Propaganda Nazista

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 22 marzo 2015 22:42

    Questa volta non passa,

    hanno voglia a reiterare il canovaccio, sperando che magari vi siano dimenticanze o documenti insufficienti.

    Città Ideale non ha intenzioni da forcaioli, l’aspirazione a condannare ex attuali amministratori: non ce ne importa e finché si potrà evitarlo, non faremo passi formali di denuncia.

    Con la forzatura di approvazione del bilancio (inserendo la decisione di addebitare alla Comunità l’intero costo dello sconcio) hanno passato il segno.
    Finiranno con dover rispondere in altre sedi, non più ai soli Cittadini ma allo Stato, ai danneggiati tutti.

    Stanno partendo le azioni per bloccare la loro decisione: consiglieremmo loro di ripensarci, annullare la delibera e ridiscutere tutto.

    Un vantaggio per loro e per tutti, per tutta la Comunità.

    Vien da domandarselo: ma saranno liberi di poter agire così?

    Noi li abbiamo avvertiti… adesso tocca a loro

    buona serata Andrea

    RE Q
  5. #5 scritto da Andrea D. il 24 marzo 2015 00:55

    Da un recente post dell’ex Sindaco Carbonera pubblicato sul sito del vicesindaco:

    – i banditi sono quelli che si procurano un guadagno causando agli altri una perdita; le stesse azioni di un bandito seguono però una loro logica razionale anche se negativa, e le logiche razionali si possono prevedere e quindi è possibile preparare le difese.
    Anche a Buccinasco in questi trent’anni abbiamo avuto un certo numero di banditi;

    Mai parole furono più ispirate.

    RE Q
  6. #6 scritto da Saccavini il 24 marzo 2015 10:24

    Una presa d’atto che fa piacere riscontrare….

    viene da chiedersi però: e allora?

    lasciamo che per l’ennesima volta i “banditi” dopo aver fatto soldi a palate, perfino facendosi pagare il riempimento dal Comune,

    adesso, come dice l’attuale sindaco. “paga Pantalone” e loro la facciano ancora franca?

    pronti la prossima volta a ripetere il trucchetto con un altro sconcio a danno della Comunità?

    Questo invece è l’intendimento che l’amministrazione deve con forza portare a compimento: agire in modo per cui, tanto o poco, chi ha agito, chi ha assistito facendo finta di non vedere, chi ha lucrato sui “risparmi” negli oneri di urbanizzazione,… PAGHI e subisca le conseguenze.
    Solo così la prossima urbanizzazione troverà imprenditori e amministratori a non servirsi di “banditi”, a rispettare le regole e i terreni… che sono nostri, che sono di tutti

    buona giornata

    RE Q
  7. #7 scritto da Andrea D. il 24 marzo 2015 10:41

    Dal blog di Nicola Porro (VEDI):

    “I signori difensori della morale pubblica hanno il diritto di dire che la loro opinione è buona e che ogni opinione contraria è cattiva; ma non vengano a raccontarci che solo un uomo disonesto può avere un opinione contraria alla loro” .
    Vi ricorda qualcosa?
    Potremmo citare mille esempi e mille cronache.
    Proprio questa settimana hanno arrestato uno dei miti del virtuismo, quel signore che gestiva l’aeroporto di Palermo, proclamava la Legalità in tutte le passerelle per poi intascare le mazzette grazie all’incarico pubblico che le sue presunte virtù gli avevano consegnato.

    Ecco il virtuismo di Pareto è il politically correct di oggi: dalla mafia alla legalità, dalla sinistra al populismo, dalla civiltà classica greco-romana a quella anglosassone.

    RE Q
  8. #8 scritto da Saccavini il 24 marzo 2015 11:05

    Appunto, ….

    Pensare che Cittadini si impegnino senza incarichi istituzionali, privi di alcun tornaconto personale, con l’intento di tutelare l’ambiente, gli interessi, e il buon nome della Comunità, è davvero il rovescio della realtà…

    tutti possono sbagliare ed è giusto correggere e chiedere la correzione di errori, buttarla sull’etica e la morale lasciando intendere chissà quali oscuri intenti, è prima di tutto incoerente.

    RE Q
  9. #9 scritto da Napoleone buonaparte il 24 marzo 2015 18:38

    Ex venerabile nonchè ex sindaco del Pd fa quasi ridere quando scrive certi commenti e, se non fosse una cosa tremendamente seria, farebbe ridere a crepapelle.
    La domanda sorge spontanea: ma lui dove era mentre i banditi operavano?
    Lui che ha fatto mentre nel 2003-2004 hanno cominciato a sversare rifiuti in mille posti a Buccinasco.
    Lui era molto attivo per l’inquinamento di via Resistenza perché, a suo dire (vedi interrogatorio Cerberus), il terreno fu inquinato durante il commissariamento post Lanati,ì.
    Ma per gli altri siti (almeno 8 e sicuramente ne dimentico qualcuno) il paladino della legalità che ha fatto?
    Nulla di nulla anzi ha permesso che la sua amministrazione pagasse pure i rei dell’inquinamento:
    è successo a bucci più
    è successo in via salieri,
    è successo a spina verde,

    per poi dire io non c’ero e se c’ero dormivo e comunque non è colpa mia ma della mafia perché io sono onesto ed ho il marchio legalità 100%.

    Il periodo di Carbonera Sindaco di Buccinasco è contornato da una miriade di discariche inquinanti abusive fatte su tutto il territorio, facilmente individuabili (in diverse dove ci sono le piantine forestali) ma lui non si è mai accorto di nulla.

    Ma chi ci crede? neanche Babbo Natale.

    Lui ha avuto una sola grande fortuna: forse quella di avere un santo potente in paradiso.

    Fosse stato un Cereda di turno la storia poteva essere diversa.

    RE Q
  10. #10 scritto da Rinaldo Sorgenti il 24 marzo 2015 20:59

    Una situazione inverosimile che urta con il buonsenso, la coerenza ed i doveri d’ufficio che ogni Amministratore in carica ha in assoluto.

    E si accusano gli altri, che vogliono fare chiarezza su tali incredibili cose di scorrettezza ???

    Che …………(caduta di stile, ndr)!

    RE Q
  11. #11 scritto da Saccavini il 24 marzo 2015 21:14

    Buona parte, forse lei ha conoscenze molto più di dettaglio di quanto Città Ideale può conoscere.

    Che tutti i siti inquinati a Buccinasco (otto sono molti) siano avvenuti durante il mandato Carbonera, sembra parecchio.
    Non è il caso adesso di approfondire: stiamo lavorando per far fronte alla cancellazione delle responsabilità (economiche e danni per la Comunità) e sarebbe preferibile, almeno per noi, non allargare il tema.

    Non è automatico che se gli inquinamenti sono avvenuti in quegli anni, per tutti, la amministrazione Carbonera può essere responsabile.

    Quel che è da condividere è la palese assurdità della giustizia che condanna Cereda, il quale la discarica abusiva a cielo aperto se la è trovata da sistemare in qualche modo, mentre sulla gestione precedente, con una enormità di metri cubi di scarichi industriali messi giù per spianare gli avvallamenti della zona, nessuno è responsabile degli amministratori pro tempore.

    Forse la verità verrà fuori, se verrà fuori, quando saranno passi altri decenni…

    buona serata

    Cominciamo a fare bene le cose che sono sul campo adesso….

    RE Q
  12. #12 scritto da Napoleone buonaparte il 25 marzo 2015 16:07

    Ha ragione non sviamo l’argomento, quando avrà voglia e tempo le invierò i tantissimi documenti del mio archivio privato a comprova di quanto detto.
    buona giornata

    RE Q
  13. #13 scritto da Saccavini il 25 marzo 2015 16:33

    Ancora un po’ e Città Ideale sarà costretta a trasferirsi in un ufficio capace per poter contenere tutti i documenti che riguardano le nostre amministrazioni

    comunque grazie Buona parte

    buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth