Buccinasco mondo alla rovescia: va a cercarsi fuori i dirigenti inquisiti

La notizia non è di adesso, risale all’estate 2013. Un dirigente di area PD, del comune di San Giuliano Milanese, non apprezzato dalla nuova amministrazione, sia pure essa di marca PD, era messo in un angolo a girare i pollici. Del medesimo, ne aveva avuto un’immagine problematica il commissario Iacontini quando gestiva San Giuliano e la valutazione espressa sul personaggio su piazza non era delle migliori.

Aveva però una qualità per i nostri amministratori di Buccinasco: l’area politica di appartenenza. Questa è di per se una garanzia, per i segretario, per il Sindaco, per la giunta. In uno stesso giorno di Luglio ecco che il dirigente di San Giuliano presenta la domanda a Buccinasco; Buccinasco esprime parere favorevole; San Giuliano e Buccinasco sottoscrivono congiuntamente un accordo per “comando” del dirigente da San Giuliano a Buccinasco, con mantenimento dello stipendio da dirigente, i premi  e i rimborsi spese.

Un uomo di fede (…PD), il nuovo dirigente. Di sicura sintonia con gli intenti e la volontà di Sindaco, segretario, Giunta, Vicensidaco e chi altri ha voce in politica a Buccinasco. Questo sì è un campione che garantisce la legalità, la trasparenza, l’anticorruzione, mica come quella che abbiamo adesso e ci troviamo tra i piedi. Questa si che rompe: ogni volta a guardare le carte che le diamo da firmare da sopra e da sotto, davanti e di dietro. “Questo non va bene, la procedura è dubbia, bisogna fare diversamente. Se si procede in questo modo dovrò presentare un esposto per tutelare le mie responsabilità”. Come si fa a decidere quello che vogliamo, con una così. Questa lavora per i nostri “nemici”: bisogna spostarla.

Tempo qualche mese e si attua il rimaneggiamento, coinvolgendo un po’ tutti i P.O. in un minuetto che ha avuto per obiettivo mettere nell’angolo più buio il funzionario più importante Che era stato  messo in quella posizione dal commissario Iacontini proprio con l’obiettivo di tenere sotto controllo le aree a potenziale rischio di corruzione e irregolarità.

Messa da parte e contemporaneamente oggetto di un procedimento disciplinare (finito nel nulla, come prevedibile), ricevuto il neo-dirigente da San Giuliano, ecco che i nostri politici sono tutti contenti. Tutti adesso sono d’accordo:  e infatti senza freni, arrivano le cause esterne (ancora in corso).  Gli uffici rivoluzionati, che liti e proteste, fino alle cause fra dipendenti e neo-funzionari promossi.

Poi cominciano a crescere le  voci di difficoltà che riguardano il dirigente preso in prestito da San Giuliano. Diventa allora prudente che il responsabile per la prevenzione della corruzione, il nostro Segretario, un anno e mezzo dopo che sta lavorando a Buccinasco, il 20 Gennaio 2015, faccia firmare un modulo ai sensi della legge Severino. Non si sa mai: io la mia burocrazia l’ho fatta  (VEDI).

Un Segretario serio si sarebbe domandato prima: perché questo dirigente a San Giuliano, dopo almeno vent’anni di carriera sul luogo,  lo mettono in un angolo? Quali sono stati i problemi?  Poi sento pareri in giro (fuori dal PD ove l’esito è prevedibile) e su questa base valuto e decido. Il pezzo di carta dovuto, burocratico magari lo faccio firmare prima che prenda l’incarico, non un anno e mezzo dopo.

Poi, prevedibile, arriva il momento della verità. Le voci che giravano, insistenti, si fanno sempre più concrete ed ecco cosa ne viene (VEDI). Riportiamo per sintesi il contenuto essenziale:

…. quanto esposto dal Sindaco Alessandro Lorenzano nella conferenza stampa di martedi 17 marzo. In particolare ha reso noto il contenuto di un fax, appena ricevuto, con cui la Procura di Lecco ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini avviate nel 2013.
Da questa conclusione segue un avviso di procedimento nei confronti dell’attuale Amm. Del. di EsseLunga C. Salza, del Notaio E. Brini, del Pres. di Sinergy One srl M. Nigro e dell’allora (2009) dirigente comunale R. Corradi, con l’ipotesi di reato per concorso in truffa aggravata, falso materiale e falso ideologico al momento della firma della Convenzione del 25.5.2009.

E adesso? Vedremo i nostri eroi cosa si inventeranno per dire che hanno agito bene, hanno fatto la cosa giusta, che a sbagliare sono gli altri (cioè Città Ideale, naturalmente). Ci dovranno far sapere. Nota finale: siccome il mondo politico è numeroso, ma simile a un lavatoio pubblico, sarebbe da dare per scontato che fin dal giorno dopo, in Municipio la notizia era conosciuta e non hanno detto nulla. probabilmente non hanno fatto nulla.

TRE ANNI DI STIPENDI DA DIRIGENTE CON UTILITA’  ZERO

CHI DEVE PAGARE ADESSO?

IL SINDACO DIRA’:  NOI CITTADINI

MANDIAMOLI  GIU’ –  CHIEDIAMOGLI I DANNI

Tag: ,

  1. #1 scritto da Profondo Rosso il 19 marzo 2015 01:15

    Questa amministrazione non era quella che doveva rappresentare la legalità nel nostro territorio?

    ah ah ho capito…è stato preso un inquisito così sindaco e company non si sarebbero sentiti dei diversi, con tutti gli avvisi di garanzia che hanno ricevuto!!!

    Quale miglior elemento, fresco fresco di avviso di garanzia, per sbattere fuori Gregoria Stano, una delle poche che non ne ha mai ricevuto neanche uno a BUCCINASCO!!!

    RE Q
  2. #2 scritto da Napoleone buonaparte il 19 marzo 2015 07:44

    mi piacerebbe sapere come ha risposto Maiorano all’interpellanza fatta da Fiorello Cortiana all’ultimo consiglio. dove veniva chiesto se era a conoscenza di rinvii a giudizio, avvisi di garanzia, dell’Arch. Corradi.

    Questa giunta segretario compreso non hanno vergogna di nulla se ne infischiano delle regole del bene comune e pensano solo ai loro affari.

    Dimettetevi state distruggendo un comune bello e proficuo come Buccinasco

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 08:11

    Sostanzialmente vero, Rosso Profondo… si potrebbe dire sprofondato

    C’è da augurarsi (e sarà così) che i non pochi Cittadini che amano il colore così inviso ai tori, siano di una pasta diversa e all’etica (oltre che alla logica), attribuiscano un valore.

    Ad esempio, riguardo agli avvisi di garanzia: sono diversi, e vi sono anche funzionari fra questi, che entro il municipio sono stati toccati dagli avvisi.
    Restano però una minoranza.
    L’anomalia è data dal far politica d’oggi: a Buccinasco, come in altri luoghi, si è raggrumato un insieme che è arduo definire rappresentativo del comune agire e sentire.

    buona giornata

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 08:23

    siamo andati a rivedere la seconda parte della trascrizione del consiglio 02 e 03 marzo, Buona parte…

    Non abbiamo trovato l’esame dell’interrogazione, non ne abbiamo trovato traccia.

    Rintracciamo tuttavia la bozza di interrogazione di Coalizione Civica, che qui riportiamo: utile per i lettori

    Premesso che

    1. dal Luglio 2014 la sua amministrazione ha deliberato e reso esecutivo un contratto di lavoro in accordo con il comune di San Giuliano Milanese, mediante il quale il dipendente di questo comune svolge le sue funzioni nel Municipio di Buccinasco con qualifica di posizione organizzativa, invariata condizione la economica;
    2. Il contratto con il comune di San Giuliano Milanese prevede durata annuale, ma il bilancio preventivo 2015 prevede l’uscita per gli interi dodici mesi, rendendo presumibile la sua prosecuzione.
    3. Il funzionario tuttora regge la titolarità di Responsabile del Settore Ambiente e Controllo del Territorio, come risulta ancora oggi dal sito ufficiale del Comune;
    4. Consta a questo gruppo che il funzionario in questione abbia ricevuto dalla seconda sezione penale del Tribunale di Lecco un avviso di chiusura delle indagini con rinvio a giudizio, per fatti legati alla sua funzione;

    tutto ciò premesso Coalizione Civica a nome dei due consiglieri che sottoscrivono fa domanda:

    1. Consta al Sindaco o agli uffici del nostro municipio che questa notizia sia pervenuta e sia corrispondente al vero ?
    2. Quando è pervenuta la notizia agli uffici municipali?
    3. Non ritiene il Sindaco questa condizione sopravvenuta ragione sufficiente a interrompere il comando rimandando alla sua sede naturale il funzionario in questione?

    Buccinasco 19 Febbraio 2015 – Il gruppo consigliare Coalizione Civica – Fiorello Cortiana Filippo Errante

    una curiosità su come funziona, su come viene gestita questa macchina comunale che noi Cittadini manteniamo.

    RE Q
  5. #5 scritto da Napoleone buonaparte il 19 marzo 2015 08:49

    Emilio Fede direbbe:

    che figura di …….

    RE Q
  6. #6 scritto da enrico c il 19 marzo 2015 10:07

    BASTA!
    Come cittadino sono stufo di leggere ogni giorno su blog o social la cronistoria delle malefatte di questa Amministrazione.

    Ho potuto riscontrare la degenerazione del Comune di Buccinasco da dentro (servizi ai cittadini sempre più manchevoli) e da fuori (territorio, strade, scuole).

    Ormai è chiaro a tutti che il Sindaco e “compagni di merende” al seguito non hanno vergogna, nemmeno di fronte all’evidenza del loro mal operato.
    Dimettersi?

    Se non lo hanno ancora fatto, seppur colti con le mani nel barattolo della marmellata, non lo faranno mai…
    E allora?
    Dobbiamo andare avanti così?

    Mandiamoli a casa noi, Cittadini, organizziamo una manifestazione davanti al NOSTRO COMUNE, chiediamo a gran voce le dimissioni del Sindaco.
    Sono sicuro che saremo tanti!!!

    RE Q
  7. #7 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 10:24

    Buon giorno Enrico c,

    stanno maturando eventi di spessore, con rischi concreti per la permanenza sul loro scranno…

    Quel che è certo, e loro ne sono fermamente coscienti, che ove non si sgretoli la maggioranza, hanno il potere di proseguire nell’andazzo, a nostre spese.

    Questa la conseguenza di un esito elettorale causato da Cittadini che hanno inteso protestare con la “politica” di questo periodo, standosene a casa.
    Nostro compito importante di questo periodo è informare i Cittadini, far comprendere quanto sia importante e quanto ci tocca da vicino la amministrazione con le sue decisioni, con il suo non fare e mal fare.
    Cittadini, abbiamo il potere noi di determinare come e chi gestisce i nostri interessi locali, conduce la nostra Comunità… ricordiamocelo.

    buona giornata

    RE Q
  8. #8 scritto da Rinaldo Sorgenti il 19 marzo 2015 10:31

    Davvero incredibile ed il tutto inconcepibile ed inaccettabile.

    Ma come, abbiamo in organico una validissima ed esperta funzionaria, l’Arch. Gregoria Stano, con curriculum più che autorevole per quelle stesse funzioni e molto altro, ed il Comune aumenta l’organico con un trasferimento di questo tipo ???

    Davvero, la storia si ripete, ma il tutto è a dir poco … inaccettabile.

    RE Q
  9. #9 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 12:34

    Ecco ora la nuova interrogazione presentata stamattina da Coalizione Civica:
    riportiamo la conclusione …..

    CONSIDERATO

    - che la Procura di Lecco ha notificato al Sindaco di San Giuliano Milanese Alessandro Lorenzano l’avviso di conclusione delle indagini avviate nel 2013 e il rinvio a giudizio per il dirigente comunale con contratto di lavoro definito in accordo con il comune di San Giuliano Milanese, con l’ipotesi di reato per concorso in truffa aggravata, falso materiale e falso ideologico

    - che i Sindaco Lorenzano ha affermato che maggioranza e Sindaco sono “sentinella di legalità” e lo saranno, con le successive azioni che intendono intraprendere come costituirsi parte civile.

    I CONSIGLIERI DELLA COALIZIONE CIVICA CHIEDONO AL SINDACO :

    QUALI AZIONI INTENDE PROMUOVERE PER TUTELARE LA QUALITA’ DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA E L’IMMAGINE DELL’ISTITUZIONE COMUNALE NEL RISPETTO DEI DIRITTI ALLA DIFESA DEL FUNZIONARIO OGGETTO DI PROCEDIMENTO GIUDIZIARIO

    FIORELLO CORTIANA FILIPPO ERRANTE – COALIZIONE CIVICA BUCCINASCO

    Faranno ancora i sordi?

    RE Q
  10. #10 scritto da Islero il 19 marzo 2015 12:56

    Buongiorno,

    Il PD provinciale dov’e? Non dovrebbe intervenire?

    Siamo davanti allo sfascio completo, una vendetta personale che sta pesando economicamente su tutti i cittadini, almeno per una spesa di 130.000 €!

    Non illudetevi, non impareranno mai, sicuramente sono già alla ricerca dell’ennesimo “esterno” per la sostituzione!
    Attenzione Jack a REITERARE!

    RE Q
  11. #11 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 13:56

    Islero questa volta forse c’è stata una combinazione:

    il PD doveva trovare una sedia per il dirigente (20 anni a San Giuliano con le amministrazioni PD che hanno provocato con GENIA un buco di diverse decine di milioni), in luogo da vent’anni almeno…. non poteva essere lasciato in Comune in condizioni penalizzanti…
    Possiamo immaginarci quante le cosette più o meno riservate in grado di raccontare e documentare.

    La maggioranza di Buccinasco, alla ricerca di un dirigente da poter presentare per sostituire quello, mai inquisito, mai un richiamo, con l’unica colpa di aver fatto il suo dovere di funzionario. Uno dei pochi con la capacità, il carattere e l’autorevolezza per frenare proposte border line o peggio (lo ha fatto in ogni tipo di maggioranza che si è trovata). Uno così a loro non andava bene e Maiorano lo ha dichiarato ben prima di essere nominato sindaco.
    Sarà andato a chiedere negli ambienti PD chi eventualmente, di area, poteva “importare” a Buccinasco.

    Ed ecco il “comando”…. questo ha passato il convento…. e loro non sono stati lì a guardare tanto per il sottile: l’importante era poter avere uno yes man…

    Bel risultato

    RE Q
  12. #12 scritto da Napoleone buonaparte il 19 marzo 2015 14:37

    Io conosco molto bene la dirigenza PD di milano e della Lombardia; da tutti Maiorano è considerato nella migliore delle ipotesi sentite uno poco capace.
    Il problema è che i consiglieri (della maggioranza, ndr) non rispondono al PD ma a Carbonera che vuole far rimanere su Maiorano per sistemare le sue questioni; quindi non illudiamoci la giunta non cadrà, rimarrà su a rimestare nel torbido fino a quando avranno sistemato gli scheletri.
    Poi, a Dio piacendo, se ne andranno proclamando la legalità 100%

    RE Q
  13. #13 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 16:19

    Tranchant Buona Parte….

    Magari forzata ma la descrizione può corrispondere alla tipologia che prospetta.

    Non è detto però che tutte le pendenze che hanno, finiscano archiviate, messe in fondo alla pila delle pratiche o cose del genere…

    Questione di tempo: il tempo è una variabile che incide, ma non sta mai fermo e prima o poi arriva a concludere…
    basta sedersi in riva al fiume…

    buona giornata

    RE Q
  14. #14 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 16:58

    Il Sindaco ama fare il pesce in barile e, con eroico sprezzo del ridicolo risponde in questo modo alla sollecitazione e nuova interrogazione di Coalizione Civica (#9):

    Prescindendo dal merito e dalla domanda finale, mi sai dire qual’è l’interrogazione presentata il 26/03/2015 visto che il calendario oggi mi segna 19 marzo 2015 S. Giuseppe? Evidentemente … aspetto che giunga quel giorno!
    Chiaro che è un tuo refuso. Devo però dirti che la sera del 3 marzo copia della risposta alla interpellanza, presentata congiuntamente con il consigliere Errante, era nel faldone del Consiglio Comunale. In assenza tanto tua quanto di Errante non è stata né letta né consegnata come da voi richiesto. Non mi risulta, seccessivamente al Consiglio, che qualcuno degli interpellanti abbia comunque richiesto l’invio della rispettiva copia. Ovviamente gli uffici non hanno alcuna difficoltà a trasmettervi la risposta anche subito. Basta saperlo! Attendo nel merito una tua comunicazione anche telefonica.
    Ciao. Gianni

    Questo primo cittadino si-fa-per-dire sembra non cogliere la differenza fra il Consiglio Comunale e il bar sport o il circolo del tressette.
    In Consiglio deve rispondere al Consiglio, non all’interrogante: deve leggere la risposta e se vuole commentarla e motivarla. Che sia presente o assente chi l’interrogazione ha a lui posto.
    La miserevole scusa che adotta per non aver affrontato un tema molto delicato e di grande spessore (oggi diventato impellente!), non pone l’istituzione Sindaco in una bella luce e dimostra ben poca considerazione verso il Consiglio e il suo Presidente.
    Il quale ultimo non ha avuto nulla da dire ed adesso si vede trattato per il nulla che nell’occasione ha rappresentato.

    Perché, prima di scrivere amenità incogruenti e svilenti del suo ruolo, non si ferma a riflettere un po’ di più?

    RE Q
  15. #15 scritto da Andrea D. il 19 marzo 2015 18:02

    Ciao Luigi, non è del tutto esatto! L’art. 55 del Regolamento del Consiglio comunale recita:

    Se il Consigliere proponente non è presente al momento della discussione della sua interrogazione od interpellanza, questa si intende ritirata, salvo che il presentatore non ne abbia chiesto il rinvio della trattazione ad altra adunanza.

    Tuttavia, sempre lo stesso articolo recita:

    Quando i Consiglieri proponenti richiedono solo risposta scritta, la stessa viene data dal Sindaco entro 10 giorni dalla richiesta, salvo i casi d’urgenza, e d’interrogazione od interpellanza non viene iscritta all’o.d.g. del Consiglio.

    Ergo, a mio avviso, è corretto che il Sindaco non abbia letto la risposta all’interpellanza, ma, visto che si trattava di un’interpellanza urgente con risposta scritta, ha sbagliato a non dare la risposta nel termine previsto! Non è il Consigliere che la deve richiedere è Lui che la deve dare!

    Non è la prima volta che dobbiamo richiamare il Sindaco o il Presidente del Consiglio comunale al rispetto del regolamento! L’impressione che se ne ricava è che la legalità e il rispetto delle regole siano un qualcosa da invocare solo quando fa comodo!

    RE Q
  16. #16 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 18:45

    Il regolamento del Consiglio ha ormai trent’anni e la commissione statuto i giorno 17 ha avuto la prima riunione per discuterne il rifacimento.

    La regola che ci descrive Andrea ci sembra impropria: se un Consigliere (non un Cittadino, ma un Consigliere!) ritiene di porre una questione al Sindaco, la risposta dovrebbe ritenersi dovuta.
    Non tanto a chi ha posto la questione al Sindaco ma al Consiglio come istituzione, ai Cittadini che dal Consiglio sono rappresentati.
    Tenere le questioni sotto il tappeto con una scusa, è per lo meno improprio… Visto che il Regolamento lo si sta riscrivendo sarà bene che questa limitazione nell’informazione e nella trasparenza della gestione pubblica, venga adeguata ai tempi.

    Che lo scopo fosse di non comunicare, lo dimostra la mancata risposta del Sindaco….

    buona giornata

    RE Q
  17. #17 scritto da Floriana il 19 marzo 2015 20:07

    Ma che ci fanno tutte queste “belle” persone nel nostro comune?
    Forse è solo un brutto sogno, domani ci sveglieremo non ricordandoci più nulla.

    RE Q
  18. #18 scritto da Emilia B. il 19 marzo 2015 20:31

    Non ha senso perdersi in questi aspetti, questo è quello che l’Amministrazione vuole!
    Questo è il loro modo di agire!

    Ma vi rendete conto che questo signor Corradi dal 1 gennaio è anche posizione dirigente del Settore Urbanistica e Edilizia a Privata, al posto sempre della “poveretta” demansionata!

    Avete capito bene oltre l’Ambiente anche l’Urbanistica…

    La materia per cui è stato rinviato a giudizio!
    Cosa abbiamo fatto di male per meritare questo …?
    Maiorano almeno a noi può darcele queste risposte?

    RE Q
  19. #19 scritto da Rinaldo Sorgenti il 19 marzo 2015 20:54

    Purtroppo, non è la prima volta che quando si chiede “supporto” alle segreterie dei partiti (se questo è stata la situazione anche nel caso in questione), non è raro che i “suggerimenti” siano discutibili.

    Resta il fatto che, per ragioni di opportunità, di efficienza e di efficacia, la Corte dei Conti dovrebbe intervenire in casi come questi e rettificare/impedire che si aumentino i costi del Comune interessato (Buccinasco) quando esistono nell’organico competenze e capacità per assolvere al ruolo ed alle funzioni richieste.

    Allora, perché si è accettato di andare a prendere un funzionario – con tali problemi in essere – da fuori ?

    Efficacia, efficienza, e buona gestione, indubbiamente!

    RE Q
  20. #20 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 21:03

    Meglio un dirigente strapagato e sempre obbediente ai voleri dei politici di turno (che poi ci vengono a dire in consiglio che loro sono irresponsabili!) piuttosto che un funzionario sicuro del suo mestiere e geloso delle sue prerogative.

    Questi i risultati

    vogliamo scommetterci?
    Il rinvio a giudizio non è elemento che possa far rinunciare al “comando” concordato fra noi e San Giuliano Milanese, fino a quando non passerà in giudicato (farà tempo ad andare in pensione, salvo che non arrivi prima la prescrizione)

    buona sera Floriana

    RE Q
  21. #21 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 21:07

    Dall’alto del suo ruolo, il Sindaco deve agire come il buon pastore…

    se ne frega delle pecorelle nell’ovile per andare a cercare quella che si è persa…

    Qualcuno gli spieghi che gestire un ente con 120 persone non è la stessa cosa del Vangelo….
    Bisogna assumersi la responsabilità dei risultati e pagare per i danni che le proprie scelte possono causare…

    verrà quel dì…

    RE Q
  22. #22 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 21:09

    Non esageriamo Rinaldo Sorgenti…

    l’oscar per il comune più efficiente della Lombardia sarà davvero difficile che sia assegnato a Buccinasco….

    buona serata

    RE Q
  23. #23 scritto da Paola il 19 marzo 2015 21:46

    Domani forse il ministro Lupi si dimetterà senza neanche essere indagato.
    Noi a Buccinasco abbiamo invece il sindaco e il suo vice con più avvisi di garanzia, che di smuoversi dalla poltrona neanche ci pensano.

    Figuriamoci che cosa frega a loro se uno strapagato architetto rimandato a giudizio rimane lì, a servire la loro causa.

    Hanno messo in campo un sistema che si regge sulla sudditanza, dove i vassalli sono mossi da un rapporto a senso unico, interessi personali calati dall’alto, velati da una sorta di finta trasparenza, che in realtà ha come scopo l’occultamento delle vecchie malefatte e delle nuove, con buona pace del PD che si limita alla sola osservazione.

    Ma non ci pensano, non provano a guadarsi un po’ dentro.
    Un minimo di dignità gli sarà rimasta; anche in rapporto e nei confronti dei loro familiari più cari.

    RE Q
  24. #24 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 22:13

    Buona sera Paola,

    la vicenda di Lupi meriterebbe un discorso articolato, che forse faremo (se ce ne lasciano il tempo).

    Stanno adottando un comportamento testardo, come bambinetti recalcitranti.
    Probabile che, coscienti psicologicamente della loro inadeguatezza, reagiscano incaponendosi nel perseverare con scelte che sentono deboli.
    Come ai deboli succede, anziché prendere atto delle infilate di errori e cercare quindi di dare un segno di autonomia e sicurezza, si ritraggono perché lo vedono come un cedimento che ne ridurrebbe il prestigio residuo.
    Hanno dalla loro la maggioranza in Consiglio e questo a loro basta… dei “risultati” del loro operato per la nostra Comunità, se ne importano meno.

    Ci vuole pazienza ma nello stesso tempo non demordere, dobbiamo informare e denunciare scialo e sconquassi.

    buona serata

    RE Q
  25. #25 scritto da Islero il 19 marzo 2015 22:17

    Buonasera,
    Non sono d’accordo, ciò che sta alla base del mio disappunto è la non coerenza con le stesse regole che loro si son dati.

    Il sig. Corradi a seguito della normativa anticorruzione fa la seguente dichiarazione : “Di non aver ricevuto condanne, anche non passate in giudicato, per i reati di cui all’articolo 3 del decreto legislativo numero 39/2013…”, http://www.comune.buccinasco.mi.it/statica/CORRADI.pdf

    Quindi esiste un problema per chi da l’incarico: Jack, e per chi lo prende: Corradi, nel riferimento della incompatibilità e conferimento.
    Qui si tratta non del mero avviso di garanzia, ma di rinvio a giudizio.

    Queste righe perché rimanga in evidenza e domani non si dica che non era stato detto.
    Ipse dixit (Jack)!

    RE Q
  26. #26 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 22:41

    Certo Islero,
    un rinvio a giudizio può anche essere visto come un primo giudizio che obbliga il giudice per le indagini preliminari a dar corso a un procedimento penale.

    Vero: ma come interpretare la norma tocca al Sindaco e al Segretario….

    Vedremo come e cosa ci faranno sapere (dopo aver tenuto nascosto l’avvenimento, che è probabile il sindaco di San Giuliano abbia loro fatto pervenire).

    Città Ideale attribuisce molta maggior attenzione alla gestione efficace del municipio.
    Di questo dirigente Buccinasco non aveva alcuna necessità allora (luglio 2013), non ce l’ha neppure ora.
    Quindi questo dovrebbe essere rimandato al suo naturale luogo di lavoro.

    Per ragioni di efficienza certo, ma anche di buon nome e dignità di tutto il municipio.

    Questo dovrebbe ampiamente bastare per decidere in merito; che poi ci sia un’interpretazione che magari permette di conservarlo qui da noi, questa sarebbe una dimostrazione di quanto sconcia e l’attuale gestione del pubblico impiego, e dei loro interpreti locali, pro tempore.

    buona serata

    RE Q
  27. #27 scritto da Andrea D. il 19 marzo 2015 23:46

    Fermo restando che un rinvio a giudizio non è sinonimo di condanna e che si rimane innocenti fino a sentenza definitiva, l’opportunità e la prudenza suggerirebbero di mettere il funzionario rinviato a giudizio in una posizione meno esposta!

    Cosa fanno a fare i piani anti-corruzione, gli organismi di controllo, il riempirsi la bocca di termini quali legalità e rispetto delle regole se poi, al momento buono, fanno come le tre scimmiette che non vedono, non sentono non parlano?!

    Silenzio e riservatezza!

    In fondo, lo sappiamo, non si poteva fare altro!

    RE Q
  28. #28 scritto da Napoleone buonaparte il 21 marzo 2015 09:27

    Andrea D., il garantismo non può valere solo per i comunisti o presunti tali, altrimenti vediamo spazzar via solo una parte politica e visti i processi tartaruga italiani nessuno avrebbe il dovere di dimettersi.

    Quindi tutti coloro che sono rinviati a giudizio dovrebbero dimettersi, è ora di finirla col garantismo di parte.
    Lupi si è dimesso senza avere neanche l’avviso di garanzia; questi politicanti di Buccinasco ne hanno un fardello, il dirigente da loro scelto in barba a tutte le regole di buona creanza è stato rinviato a giudizio per reati gravissimi e questi esseri si permettono ancora di pontificare e inneggiare alla loro legalità.
    Devono dimettersi, andare a casa e non farsi più vedere perché la gente come loro: sono stati, sono e saranno la rovina d’italia.
    E’ per questa gente che in tutto il mondo ci prendono per …. (i fondelli, ndr) considerandoci paese del terzo mondo.
    Io non voglio aspettare il terzo grado di giudizio perché sarebbero irreversibili i danni che stanno causando alla cittadinanza.

    RE Q
  29. #29 scritto da Islero il 27 marzo 2015 12:01

    Buongiorno,
    Segnalo un articolo apparso oggi sul “Si o No”, in merito alla questione Corradi:

    http://sionomagazine.netweek.it/notizie/cronaca/buccinasco-maiorano-rinnova-la-fiducia-a-magistratura-e-corradi-3757286.html?utm_medium=mailnews&utm_campaign=mailnews&utm_content=27-03-2015&utm_source=NOC-buccinasco,

    Dove il nostro Jack ben si presta ad omettere parte della vicenda per mere questioni di facciata, in specifico il soggetto è già rinviato a giudizio, quindi bene per lui non si mette.

    Questo omettere è ormai un modus operandi?
    Sarà l’età o la malafede?

    RE Q
  30. #30 scritto da Saccavini il 27 marzo 2015 14:19

    Ci anticipa Islero… cerchiamo di fare una critica al giorno, anche se stiamo accelerando e presto arriveremo a due, tre o chissà quante.
    Il Sindaco invece di fare l’amministratore (nell’interesse e nel buon nome di Buccinasco) assume il difensore del dirigente; forse non se ne rende conto oppure sta cercando di confondere.
    Il dirigente era già indagato quando era a San Giuliano. Buccinasco non ne aveva bisogno.
    L’esigenza era della maggioranza PD del comune San Giuliano, che non intendeva avvalersi del soggetto.
    Non ne sa nulla? Non ne sapeva nulla? A chi vuole darla a bere?

    Il personaggio, divenuto un peso, dalle valutazioni non benevole del Commissario Iacontini, dalla successiva giunta confermate.
    Nonostante ciò, nonostante i rilevanti maggiori costi (dei quali anche qui non importa) decide di prenderselo e confermarlo.

    La situazione sul piano professionale si può definire precaria (non chiedere la fideiussione su una commessa molto rilevante, è fatto di una gravità madornale (ammesso che non ci sia dolo).
    Fatti che con il rinvio a giudizio trovano conferma.

    Il funzionario è ancora oggi dipendente di San Giuliano che al personaggio paga lo stipendio (che noi di Buccinasco rimborsiamo), cosa ci costa non rinnovare, interrompere e rimandarlo al suo posto?
    Se ne può scegliere un altro, ammesso che, continuando nell’assurdo, l’arch. Stano debba essere tenuta a far nulla per punizione….
    Perché deve prevalere il servizio al PD della provincia ?(accasare un funzionario d’area perché stia tranquillo mentre, se parlasse, potrebbe aprire un vaso di pandora).

    Anche in questo caso avrebbe fatto meglio a star zitto, risparmiandosi giudizi intuibili dai suoi colleghi del milanese….. ma anche dei nostri Cittadini.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth