Politicanti allo sbaraglio si divertono al circo: i trasporti

Giusto il giorno dopo del Consiglio che ha deliberato l’approvazione di un bilancio senza il numero minimo dei consiglieri in condizioni di votare,  l’impavido Sindaco fa uso del suo (a nostre spese) ufficio stampa per far si pubblicità a ruota libera. Parla di approvazione del bilancio che è sub judice, e spara regali e cotillons ai Cittadini (sperando che ci credano): VEDI. Lasciamo perdere sulla approvazione, che è venuta il giorno dopo sollecito PEC di Fiorello Cortiana, a dieci giorni compiuti: su cui le sorprese non mancheranno.

Del comunicato vogliamo riflettere su una spesa assurda nei trasporti ATM, che viene gabbata per un’idea, un contributo sociale agli studenti. Si tratta di 100mila euro se basteranno. Oggi i Cittadini di Buccinasco, oltre ai biglietti extraurbani, versano ogni anno all’ATM qualcosa come 500mila euro. Con questa pensata veramente poco sensata, siamo a 600mila: 50mila euro mese.

Città Ideale l’ha già detto più volte: con una cifra del genere quante navette Buccinasco – Corsico potremmo realizzare? Utili per tutti, veloci, non ingombranti, con la Cittadina del tutto autonoma entro i suoi confini.  Spendendo nettamente meno un servizio molto più efficiente e una decina di occupati in più a Buccinasco.

I nostri mestieranti non solo appena seduti sullo scranno hanno firmato un contratto ATM capestro, che invece, doveva allora e dovrebbe ancora oggi essere impugnato portando ATM in tribunale, ma in altri due anni abbiamo regalato altre 200mila elemosine all’ATM che andrà a vanti a spendere.

Ma, ci diranno i nostri apprendisti assessori al risparmio dalle tasche bucate: noi così sosteniamo gli studenti che vanno alle superiori.  Non solo, ma sembra che le domande dell’abbonamento siano più di quelle previste; spenderemo di più.

Non è vero che è un contributo ai nostri giovani: così il nostro Comune fa un doppio regalo all’ATM: gli aumenta considerevolmente l’utilizzo dei mezzi e in più gli diamo 100 mila euro. Un amministratore oculato avrebbe fatto a rovescio: ottenendo un risultato opposto, probabilmente non spendendo neppure un euro.

Ecco come sarebbe stato opportuno procedere: UNO fare per tempo una indagine sul territorio, raccogliendo le adesioni ad un abbonamento a prezzo Cittadino. DUE con in mano gli abbonamenti raccolti si andava da ATM e gli si diceva: abbiamo raccolto xxxx abbonamenti potenziali, alla condizione che gli studenti paghino la tariffa urbana. Interessa? Oppure devo fare una navetta e li porto a Corsico ad un costo inferiore?

Per ATM sarebbe stato un affare riempire con xxxx biglietti in più gli autobus che già ora girano, abbastanza vuoti. Avrebbe molto probabilmente accettato.  Certo che, se si va col cappello in mano a chiedere per favore ci date i biglietti urbani, senza essere in grado di dimostrare quale sarà la frequenza, è ben difficile che ATM si renda disponibile.

Domanda finale ai lettori, il dubbio che viene: come mai non ci hanno pensato? Non è che per caso si siano inventato un salta fosso finto sociale per regalare all’ATM (giunta Pisapia) 100mila euro, per ridurre lo strabuco di 170milioni l’anno che ATM regala ai milanesi (ottenendo dal governo, cioè da noi tutti, 120milioni di contributi a copertura?)cifre orientative, citate a memoria, ma questo è. Hanno “approvato” il bilancio, danno 100mila euro all’ATM, soldi di tutti perché chi vuole usi il contributo.

Tag:

  1. #1 scritto da Saccavini il 19 marzo 2015 16:46

    Vicesindaco colto nel segno: ecco un articolo per disinformare, col quale prova a parlar d’altro non potendo giustificare l’enorme massa di danaro impiegata per avere un servizio scadente.
    Ecco da ilgiorno di oggi:

    http://www.comune.buccinasco.mi.it/statica/Il_Giorno_19mar_Trasporto-locale.pdf

    Buttiamo via 600mila euro ogni anno per una utilità men che mediocre.
    Ne scriviamo, proponendo le alternative possibili e l’assessore vicesindaco che fa?

    Una riunione nella quale consiglierà il car sharing, le piste ciclabili, la promessa della M4 (come se minimamente dipendesse da lui e arrivasse domani), e poi…..
    SE NE LAVA LE MANI…

    Il titolo dell’articolo è chiaro: Il futuro del trasporto locale è nelle mani dei Cittadini pendolari

    Come dire: io ho dato tutto quel che potevo all’ATM… adesso arrangiatevi voi.
    Però si augura di avere un pubblico numeroso alla riunione (noi gli auguriamo che non sia così, per la sua incolumità)…

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth