Buccinasco – SPORTELLO DEL LAVORO – spreco e storture

Il legame percepito fra il consorzio Solco del quale qualche giorno fa  abbiamo abbiamo ricostruito la storia e i legami fra un “selezionato fornitore di servizi sul personale” nella forma di società consortile e un sovrastante consorzio da cui la prima dipende in modo organico. Questi legami sono riscontrabili. Città Ideale li ha identificati.

Ecco allora il fornitore di servizi un consorzio nella forma di ONLUS, che ha sede a Torino ma amministrazione a Roma, guarda caso presso il consorzio Solco. Come è stata selezionata dal comune? L’assegnazione del primo appalto, della durata di 15 mesi, viene considerata soddisfacente, come può vedersi dai commenti  positivi apparsi su Buccinasco Informazioni.

Il costo di questo servizio è consistente, di qualche utilità, ma assolutamente fuori mercato. La mediazione nel lavoro esiste da 16 anni, conosciuta come lavoro interinale. Aziende che entro il lavoro sono in grado di fornire tutto. La selezione, la fornitura a tempo indeterminato o a termine, la formazione, ecc. Servizio che non costa,  solo marginalmente all’impresa che ne fa uso. Marginalmente perché il mark up sul costo orario si misura in frazioni di euro.

Una telefonata ad una azienda interinale: “abbiamo avuto una richiesta da un comune nelle Marche. Organizziamo il servizio parziale presso il comune, senza alcuno scambio economico. Utilità per noi e soddisfazione per il Comune”.  Perché allora si aspetta il 23 Dicembre scorso per indire una gara, mentre al consorzio ONLUS si chiede una proroga mensile? Perché la delibera parla di … un importo biennale a base d’asta di euro 76.800,00 ….. mentre il capitolato di gara riporta

Il valore complessivo dell’appalto, al lordo del ribasso d’asta e per l’intero periodo e di durata, compresi gli eventuali rinnovi è, pertanto, di € 153.600,00

Quindi siamo a oltre 180mila euro di costi (l’IVA non si recupera) per avere un servizio che una azienda interinale sarebbe lieta di svolgere gratuitamente. Spreco di danaro della Comunità, assolutamente non giustificabile, sul quale sarà bene che chi deve intervenire faccia la sua parte. A chi viene fatto questo favore? Come è selezionato il consorzio ONLUS ? Quali caratteristiche ha? Ecco come si presenta su internet il Consorzio ONLUS:

Idea Agenzia per il Lavoro, prima società no profit a svolgere servizi di mediazione tra domanda e offerta di lavoro, è il nuovo anello di congiunzione tra chi è in cerca di un impiego e chi intende incrementare il proprio organico.  Idea Agenzia per il Lavoro, costituita nel novembre 2000 da una serie di consorzi e cooperative sociali  tra cui , Solco Roma, Solco Napoli, Solco Catania, Cooperativa Betania,…….

Andiamo a vedere chi è il consorzio Solco, per come viene presentato dalla stampa (VEDI, il Corriere redazione di Roma).  Prendiamo un piccolo pezzo soltanto fra i molti, che il lettore potrà trovare nell’articolo precedente:

Mario Monge, presidente del consorzio Il Solco per cui lavoravano le 3 coop sequestrate (che con il consorzio Bastiani si divide la raccolta di vestiti per Ama dal 2009 a fine 2012), aveva rapporti con Buzzi, mostrandogli deferenza al telefono. Per il gip »l’assenso« di Buzzi »è stato la premessa della ripartizione del territorio per la raccolta del tessile«. »Non può non pensarsi – scrive il giudice – che la delibera che aveva ripartito nel 2008 il territorio comunale in competenze ai consorzi dell’Ati Roma Ambiente non obbedisca alle logiche spartitorie« e »non abbia coltivato le finalità speculative, rientranti negli interessi di Buzzi«.

Ma al riguardo, del personaggio la stampa romana ha avuto modo di interessarsene per rapporti diversi di natura per lo meno dubbia, con le aziende municipalizzate di Roma. Ma il Consorzio Onlus che c’entra? Andiamo a vedere la sede amministrativa il consorzio ONLUS che gestisce lo sportello lavoro di Buccinasco? Non è una sorpresa la notizia che questa si trova in Piazza Vittorio Emanuele II 31: esattamente la sede del consorzio Solco (la cassa è in comune… praticamente una sola!).

Concludiamo ripetendo il concetto di fondo già scritto in precedenza: Anche a Buccinasco il marcio dell’antistato sembra essere penetrato profondamente nel sistema partiti,  sindacati, cooperative…. Altro che giaculatorie: potrete andare avanti per decenni, senza scalfirlo se non si cambia davvero.  Qui ci vuole il machete! Sarebbe un assurdo che l’appalto (che è uno spreco di cui vergognarsi) sia ancora affidato a cooperative che fanno parte di questo consorzio.

Tag:

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth