Maiorano (non senza vergogna): lo ha fatto

Appena eletto Carbonera uno dei primi atti fu sostituire l’architetto Gregoria Stano con un professionista di Abbiategrasso che non è il caso di nominare. L’architrave dello stravolgimento di Buccinasco più, 160mila mq di interramento (è il caso di usare il neologismo rifiuta mento) pagati dal comune. Già allora l’architetto Stano venne spostata ad una funzione innocua: l’ex Sindaco aveva capito che se fosse rimasta al suo posto, non gli sarebbe stato facile  dis-fare il progetto.

Ritorna al suo ruolo con la giunta di centro destra e, quando per le note vicende il comune viene commissariato, Francesca Iacontini (oggi Prefetto di Padova) le riconosce il ruolo di fedeltà alle regole, alla sua professionalità e, ribaltando la valutazione d’allora la pone in un ruolo di garanzia. La rende responsabile di tutto il settore legato al territorio e alle costruzioni. In questa occasione ha dato risalto,  esempio, al suo ruolo di funzionario, distaccato ed autonomo rispetto ai pro tempore.

Il metodo PDS (ora PD) a Buccinasco, ma anche di altri, prevede invece la soggezione convinta dei funzionari alla volontà politica. In particolare per i settori di attività ove la decisione comporta effetti economici e patrimoniali rilevanti. È così per i lavori pubblici, per l’urbanistica, per ogni area che comporti appalti e spese consistenti.

Non viene accettato in nessun modo che il funzionario pubblico voglia far valere le sue prerogative, la sua responsabilità. E’ un pubblico ufficiale, responsabile verso lo Stato, il Paese, della regolarità delle sue decisioni. Comportarsi così, considerare i politici pro tempore come detentori dell’indirizzo, nelle decisioni sulle iniziative da assumere, nel rispetto severo delle regole, non va bene. Intendono il far politica come libertà d’agire senza andare troppo per il sottile: il funzionario che svolge il suo ruolo con serietà e competenza, senza sconti per nessuno, va mandato via.

Assessore nella giunta Carbonera, Maiorano conosce bene le caratteristiche dell’architetto Stano. Già in campagna elettorale si era proposto di liberarsene:  lo annunciò pubblicamente in un incontro con gli elettori.  Non perse tempo, lui e la sua giunta: sfruttata al massimo la sua professionalità nella gestione del PGT (ha dovuto riconoscere più volte il suo straordinario contributo), l’anno scorso si è inventato un turn over improvvisato per togliere gran parte del lavoro.

Città Ideale ha più volte affrontato il tema: basta cercare con quel nome e qui si troveranno le vicissitudini avute con questa maggioranza: la pretesa assurda del vicesindaco di ottenere un cambio di destinazione d’uso trasformando due box in ufficio; finita come sappiamo.

La parimenti assurda procedura   disciplinare per aver chiesto i poteri e la visibilità prevista dalla legge per poter continuare ad interessarsi delle pratiche più complesse anche dopo che questo ruolo le era stato sottratto; finita anche questa indecorosamente per il segretario generale che l’aveva promossa.

Insomma avere un funzionario che fa il pubblico ufficiale come si deve, che puntualmente avverte delle criticità sulle iniziative assunte,informando che ove si intendesse procedere, la sua funzione comporta l’obbligo di denuncia alle autorità preposte, invece di essere titolo di merito, da esaltare e riconoscere pubblicamente, diventa un problema da rimuovere.

Ecco fatto: l’ultimo giorno utile del 2014 viene tolto all’Architetto Stano ogni incarico nel settore. Trasferito a girare i pollici: all’Ufficio Marketing del Comune e al SIT (sistema informatico del territorio). Il Sindaco, forse vergognandosene, le fa una comunicazione nella quale la convoca per parlarle. Il tempo di andare al suo ufficio e il Sindaco è già uscito, partito per le vacanze. Manca solo la sua firma alla decisione, che è già presa.

La vicenda non può che accrescere agli occhi dei Cittadini la fiducia e la credibilità dell’Architetto Stano (la cui professionalità è riconosciuta a livello ministeriale). Questo modo di far politica è da assimilare alle squallide pratiche cui, a livello nazionale il Paese ha dovuto assistere, in questo periodo. La sottomissione del personale, dei funzionari ai voleri della politica pro tempore è la base della corruzione, del mercimonio, dello spreco. In una parola del disastro in cui si trova il Paese.

Per  questo Città Ideale si unisce a tutti  i Cittadini perché facciano avere la loro convinta solidarietà e stima al funzionario così vergognosamente trattato. Oltre che palesemente un sopruso, quando sia conforme alle norme questa decisione è tutto da vedere e certamente l’Architetto Stano non è tipo che lascia correre. Coalizione Civica ha già in animo di porre in atto ogni iniziativa utile perché la dignità dei funzionari e dipendenti comunali sia riconosciuta e rispettata come si conviene.

SOLIDARIETA’ ALL’ARCHITETTO GREGORIA STANO!

FUORI LA POLITICA DALLA GESTIONE DELLA CASA COMUNE

VERGOGNA AI POLITICI CHE USURPANO LA FUNZIONE PUBBLICA

ONORE E DIGNITA’ AI DIPENDENTI E FUNZIONARI

Tag:

  1. #1 scritto da Alessandro il 31 dicembre 2014 02:18

    In fondo hanno applicato la legge anti corruzione: hanno messo al posto della Stano un condannato!!

    Complimenti Maiorano sei un vero uomo di chiesa!!

    La cosa che mi meraviglia e’ che tu non abbia paura dell’inferno, che sicuramente ti toccherà con il tuo comportamento!!

    RE Q
  2. #2 scritto da Napoleone Buonaparte il 31 dicembre 2014 02:34

    Città Ideale, ma come…. mi meraviglio onestamente della sua meraviglia, secondo lei un sindaco che sguazza nel torbido,

    > che asseconda favoritismi o ostacola aziende nelle gare d’appalto pubbliche,
    > che mente sugli avvisi di garanzia arrivategli,
    > che in nome drll’anticorrorruzione promuove a posizione organizzativa persone inesperte e/o con avvisi di garanzia,
    > stravolge l’assetto di un comune ritenuto tra i migliori del Sud Milano rendendolo a dire poco inefficiente,
    > non riuscendo a dare un servizio decente che sia uno ai Cittadini che pagano le tasse,
    > che sostiene l’illegalità del campo rom ,
    > che dice che Buccinasco e’ un paese sicuro,
    > che fa passare inosservato un abuso edilizio del suo vicesindaco,

    le pare che possa tenere una persona onesta, capace, incorruttibile, autonoma e in condizionabile in un settore strategico come l’ufficio tecnico?

    Certo che no! Meglio raccattare un funzionario prossimo alla pensione, declassato dal prefetto, preso da un altro comune in modo da avere una figura che non disturbi il monovratore e possa così fare e disfare calpestando la differenza tra tecnico e politico.

    Questa e’ l’Italia questo e’ Buccinasco: un paese allo sbando .

    RE Q
  3. #3 scritto da era ora il 31 dicembre 2014 07:16

    La vergogna è che l’anno fatto solo adesso !!

    RE Q
  4. #4 scritto da Alberto Schiavone il 31 dicembre 2014 07:51

    Come M5S Buccinasco abbiamo già volantinato e diffuso la notizia dei rischi che correvano alcuni dipendenti comunali soggetti all’arbitrarietà della cosiddetta ‘rivoluzione amministrativa’ attuata da Jack , che qualcuno scambia ancora per il Sindaco di Buccinasco, e la sua Giunta del paese del mago di Oz.

    Naturalmente lo faremo ancora.

    Siamo sempre dalla parte dei Cittadini che subiscono vessazioni, quel che proteggiamo ci definisce

    RE Q
  5. #5 scritto da Islero il 31 dicembre 2014 08:45

    Buongiorno,
    Il “piccolo” jack non si smentisce mai, piccolo per la sua statura morale, si intende, siamo all’epilogo di quanto già dichiarato in campagna elettorale e tanto perseguito in questi anni travagliati, era già da tempo che si definiva all’orizzonte una tale situazione.

    Sembra che oggi passi il messaggio che contribuire e COLLABORARE CON LA GIUSTIZIA NON CONVIENE, infatti ciò è accaduto, prima con la scusa del troppo potere accentrato a poche persone, da qui la recente “riorganizzazione” per “anticorruzione”, poi lo stesso jack prende e “riorganizza” e accentra ad un’altra figura “in prestito” da San Giuliano, ma con un passato poco raccomandabile,

    ma come non aveva sostenuto il contrario?

    Sembra proprio che in questo paese, o almeno in questa realtà locale, “paghi” solo l’essere schierato, nulla importa se si hanno avvisi di garanzia, o precedenti che poco si addicono alla figura professionale che si ricopre, l’importante è essere fedeli, ma la domanda che sorge spontanea, a chi?

    “Crozza-Razzi:
    l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul “fatte li cazzi tua”

    RE Q
  6. #6 scritto da Roberto il 31 dicembre 2014 09:17

    Fine anno con il botto…!!!

    Ma non c’è un’ordinanza che vieta i botti di fine anno proprio da parte del nostro Sindaco ?

    RE Q
  7. #7 scritto da Marco de biagio il 31 dicembre 2014 09:20

    Abito a milano ma lavoro a Buccinasco stamani al bar della chiesetta ho sentito una filastrocca simpatica :
    Se passi da Buccinasco e non sei …… (fregato,ndr), vuol dire che Pruiti e Bellagamba sono in ferie e il sindaco e’ malato.
    Città Ideale scusi la parolaccia ma la filastrocca è’ così ho voluto scriverla perché rende l’idea del clima che palpano i Cittadini Buccinaschesi, oltre ad essere simpatica.

    Colgo l’occasione per farle gli auguri di buon anno.
    Marco

    RE Q
  8. #8 scritto da Paola il 31 dicembre 2014 09:32

    Solidarietà con il funzionario.

    Se quanto descritto corrisponde al vero, il comportamento del sindaco è veramente deprecabile.
    Una vigliaccata.
    Invece di affrontare direttamente il dipendente comunale ha preso la macchina e se è andato in vacanza.

    Certo che se quest’anno in comune non ha funzionato nulla c’è da aspettarsi di peggio nel nuovo anno.
    Domani se il dipendente di turno non va a genio a qualcuno
    lo si potrà trovare nel Gulag di Buccinasco,
    o farlo prepensionare,
    oppure come in questo caso, e nel precedente di stalking, all’isolamento, sempre nel Gulag.
    V E R G O G N A

    RE Q
  9. #9 scritto da Alberto Schiavone il 31 dicembre 2014 10:34

    Ah , naturalmente ho viralizzato questo articolo in tutto l’Inter link ^_^

    RE Q
  10. #10 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 10:35

    Sa signor Alessandro quanto importa a costoro del trascendente?
    Che sia il premio o la condanna del domani?

    Rifletta su quanto di recita c’è nel pubblico partecipare alle funzioni e ai riti…

    Qui però si tratta di manifestare in modo “coerente” il principio proprietario con cui esercitano il ruolo: fortunatamente pro tempore.
    Comportamenti che la Comunità, che i Cittadini, muniti di ramazza da caserma (quella messa insieme con fascine come i nostri nonni), devono spazzar via.
    Quando sarà il momento.

    buona giornata

    RE Q
  11. #11 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 10:48

    Perfetta rappresentazione di questa decisione da parte di chi pervicacemente la ha voluta e praticata, fino a rendere “innocuo” un funzionario che è considerato tra i più preparati ed efficienti… (parola di Maiorano, detta quando a lui faceva comodo).

    Non si vedeva l’ora che fosse messo nella condizione di non nuocere al loro modo di gestire la “politica”: la politica loro!!

    questo commento privo di qualsiasi considerazione o motivazione, un respiro di sollievo: l’essersi tolto di mezzo un “intralcio” che mette davanti l’etica, il corretto agire, alla volontà dei nostri “politici” pro tempore, orgogliosi di rendersi somiglianti nei metodi ai romani di cui menano scandalo ma che imitano convintamente.

    Bella davvero e complimenti… “era ora”

    RE Q
  12. #12 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 11:00

    Ci troveremo sempre dalla stessa parte, Alberto Schiavone:
    nella difesa della legalità,
    dell’etica,
    della politica di servizio

    contro la gestione proprietaria di questa politica al tramonto, che verrà ricordata per le sue nequizie per secoli e secoli ancora.

    In definitiva , con questa decisione hanno dato dimostrazione che delle regole loro non se ne fanno nulla, che non le vogliono: ritengono che essere stati nominati ad amministrare la Comunità consenta di agire come credono, anche togliendosi capricci (come questo).

    Stanno facendo del funzionario incorrotto che hanno cercato di demolire in ogni modo

    (ce la ricordiamo la assurda lettera anonima, che il Sindaco e il Segretario, unici, hanno preso sul serio affermando che, in caso di solo sospetto ventilato, sarebbe stato costretto a rimuoverla dalla sua funzione?)

    Più ci si riflette, peggio ne escono:
    ogni momento che passa maggiore diventa lo spessore e l’autorevolezza dell’architetto Stano, messo su un piedestallo, riferimento ed esempio del rispetto di sé, della propria dignità, del suo ruolo di pubblico servitore dello Stato.

    Buona giornata Alberto

    RE Q
  13. #13 scritto da Alessandro il 31 dicembre 2014 11:01

    Maiorano da uomo di chiesa sarà già andato a confessarsi, fare la comunione in prima fila durante la messa solenne in modo che tutti lo possano vedere pensando di purificarsi dai peccati.

    In realtà nostro Signore avrà solo l’imbarazzo della scelta per scegliergli il girone a lui più adatto, così come la dott.ssa, la giustizia terrena a volte e’ ingiusta capziosa o non arriva quella divina arriva sempre.
    E Maiorano che è un uomo di chiesa (?????) lo sa bene!!

    RE Q
  14. #14 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 11:13

    Lo ha dichiarato prima di essere eletto,
    Ha cercato in tutti i modi di ridimensionare il ruolo,
    Aiutato anche da “lettera anonima” che solo lui ha preso sul serio,
    Ha riorganizzato il personale facendo l’esatto contrario di ciò che il commissario prefettizio, appena insediato in una amministrazione che aveva dato di sè una pessima immagine, ha convintamente deciso. mettere il funzionario più coerente al proprio ruolo, più serio e preparato quale responsabile apicale dei settori che più sono “corruttibili”. Ha fatto il contrario, separando e confondendo i ruoli.

    No Islero: oggi pensano di “aver vinto”, ma hanno certificato la loro condanna e la loro sconfitta: mostrano la maschera vera del loro concepire il servizio verso la Comunità.

    L’architetto Stano, che questo servire la Comunità e i suoi interessi ha ben chiaro e ne ha finora dato dimostrazione, lo considerano incompatibile e lo mettono al… “marketing del Comune”.

    Come descritto in altra situazione: questi sono il circolo Pickwick in salsa italiana…discutono, dibattono, fanno cene e riunioni conviviali a bizzeffe, senza avere coscienza di dove vivono….
    Ma purtroppo non è una farsa

    bona giornata

    RE Q
  15. #15 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 11:15

    Vedrà Roberto che questo botto, finirà che se lo sono dato sulla testa da soli….

    buona giornata e stasera ….. un brodino e acqua naturale, mi raccomando!

    buona giornata e auguri

    RE Q
  16. #16 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 11:17

    Grazie per gli auguri che replichiamo volentieri a lei Marco

    RE Q
  17. #17 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 11:25

    Paola ben conosce le situazioni che si rincorrono nel tempo entro il nostro municipio…

    Infatti,
    l’assurda decisione: del tutto risibile e inutile, mettere il funzionario dalla maggiore esperienza (e rettitudine), in una specie di “reparto confino” (come era in uso nel dopoguerra a Mirafiori),
    è solo l’esempio, ha anzi carattere volutamente esemplare: messaggio che significa per tutto il personale del nostro municipio, in modo chiaro e assoluto:

    “fai quello che vogliamo, che ti diciamo, fallo senza fiatare, fino in fondo, se non vuoi essere mandato a scopare il mare a Buccinasco”

    Il significato “politico” è proprio questo.

    auguri per l’anno prossimo a lei Paola.

    RE Q
  18. #18 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 11:31

    Lasci perdere le inclinazioni proprie, interiori, del nostro sindaco…. sono cose sue, Alessandro.

    I conti con l’Altissimo (ammesso che non si tratti solo di recita) se li farà lui….

    Il politico Maiorano, che si vergogna di confrontarsi con il funzionario con il giochino di una telefonata mentre prende l’ascensore per andarse (perché ne conosce la probità e la statura morale), si qualifica bene solo per questo miserevole comportamento…. da “politico” si fa per dire…

    RE Q
  19. #19 scritto da Marco il 31 dicembre 2014 11:37

    Il sindaco ha fatto il “botto di capodanno”, ma non erano vietati (?!)..
    ricapitoliamo, abbiamo:

    - un primo cittadino che è plurindagato, con diverse indagini che lo rincorrono..(4?)
    - un vicesindaco, che lo insegue con altrettanto avvisi di garanzia..
    - le posizioni apicali con più di qualcuno che sarebbe anch’esso con avvisi di garanzia o con un passato da non andarne fieri…

    Cosa dobbiamo pensare…..

    se non hai almeno un piccolo precedente nel curriculum non puoi pensare di lavorare in comune?

    Ma siamo sicuri che Maiorano sia partito per le vacanze, non è che invece si sia dato alla macchia, magari scappato all’estero?

    RE Q
  20. #20 scritto da Floriana il 31 dicembre 2014 12:25

    Ma non hanno capito proprio nulla questi qua’, sia all’ epoca di Carbonera, con Maiorano in giunta (personale), che adesso con lo stesso Maiorano sindaco.

    Forse pensano di agire come fecero con il vecchio dirigente l’arch. Mineo (Minei, ndr), che fu costretto all’allontanamento forzato, oppure con il recente nuovo funzionario che è stato sospeso e poi costretto (invitato, ndr) ad emigrare in comune limitrofo per “incasinamenti” con il PGT e con parte della giunta.

    Sono loro che dovrebbero essere allontanati, visto che sono li’ da moltissimi anni, fino ad incancrenire Buccinasco con i loro interessi.

    RE Q
  21. #21 scritto da Loris Cereda il 31 dicembre 2014 13:40

    Smettetela con la filastrocca del pluriindagato, lo sanno tutti, in Comune come a Palazzo di Giustizia che sarà tutto archiviato… basta credere alle favole, per favore.

    RE Q
  22. #22 scritto da Loris Cereda il 31 dicembre 2014 13:44

    E poi… cominciamo a fare una riflessione sul seria sul come mai sono lì, grazie a chi sono lì ecc…
    altrimenti ci resteranno a lungo… O si rivede la storia, ma davvero, degli ultimi 5 anni oppure non si costruisce niente.

    RE Q
  23. #23 scritto da Floriana il 31 dicembre 2014 13:54

    Comunque alla signora va tutta la mia solidarietà per quanto in modo vergognoso le e’ stato fatto.

    Ma questo è da attribuire a:
    perché persona poco gradita per troppa propensione alla legalità
    o forse la colpa è da ricercarsi alla recente campagna del movimento 5 stelle, che ha portato al suo isolamento?

    RE Q
  24. #24 scritto da Franca il 31 dicembre 2014 14:07

    Buongiorno,
    vi state accanendo contro il sindaco: si è vero e’ la figura rappresentativa di questo comune e quindi è la persona di per sé responsabile.
    Guardate però che dietro c’è altro. Lui, il sindaco Maiorano, è una pedina che non conta nulla.
    Il vero burattinaio della scena politica di Buccinasco e’ ancora oggi Carbonera, graziato dalla Procura di Milano, non si capisce bene per quali motivi, o santi in paradiso in grado di piegare anche quegli ambienti.
    Carbonera agisce per mano della Dott.ssa Bellagamba (suo braccio armato); gestisce, controlla, sposta, aggiusta, elimina promuove.
    La figura del povero Sindaco a fare l’utile idiota perché presentabile vista la sua nota faccia da finto parroco mancato!

    Quindi direi di dare le colpe a chi ce le ha.
    Posso dire questo perché ho militato molti, molti molti anni con lor signori quando il Sig. Carbonera nelle segreterie PSI era servile e addomesticato.
    Poi ha avuto la fortuna (si fa per dire) di diventare sindaco ed è venuta fuori il suo carattere, meschino e prepotente che ha portato Buccinasco allo sbando istituzionale, politico, sociale.
    Non me ne vogliate ma il Sindaco attuale e’ solo una vittima sacrificale (consenziente, ndr).
    Buona giornata

    RE Q
  25. #25 scritto da Emilia B. il 31 dicembre 2014 14:22

    Dopo essermi aggiornata con le mie amiche, vi dico come sono andate le cose ieri.

    Vero, alla fine hanno raggiunto il loro obiettivo, hanno rimosso tutte le competenze alla Stano, Posizione Organizzativa con più competenze del Settore tecnico, con una riorganizzazione ad hoc di fine anno, anche qui come previsto e come loro prassi usuale … non solo…

    L’architetto e’ stata allontanata dall’urbanistica e dall’edilizia privata, dopo averle tolto i lavori pubblici e il verde a inizio anno, ma con la “nuova dis-organizzazione” inventano un “nuovo” ufficio a cui assegnarla: SIT e MARKETING! Settore costituito da se stessa e un poverino, malcapitato, che passava di la’ per caso.

    Il tutto per salvar la faccia: ovvio, per non dire che il Settore fosse costituito da una sola persona!
    Come è che tutto questo è avvenuto?
    Senza alcuna comunicazione, senza alcun confronto, senza che nessuno abbia avuto il coraggio e la dignità del contradditorio! Nessuno, nemmeno i colleghi o gli altri assessori o la stessa Segretaria Comunale! Addirittura le hanno messo giù il telefono mentre cercava di mettersi in contatto! Ha dovuto lei stessa andare in giro ad “elemosinare” informazioni circa il suo curioso destino!

    Oggi colleghi, amministratori vecchi e nuovi, alcuni ex sindaci, ed altri esponenti a vario titolo hanno dimostrato all’architetto la propria stima immutata e il proprio sostegno, rimanendo allibiti sulle scelte e sulle modalità che questa giunta continua ad avere!

    Complimenti ancora Maiorano!
    Buon Anno!

    RE Q
  26. #26 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 15:35

    Esistono anche le giustizie cumulate dai fatti e dalla cattiva amministrazione, Cereda.

    Non smetteremo mai di ripetere che un buon amministratore non lo certifica il palazzo di giustizia ma i Cittadini (che danno le loro risorse al municipio perché lui le impieghi bene).
    Non essere oggetto di condanne civili o penali non è garanzia di probità, di serietà, di comportamento etico conseguente, così come non è garanzia di esclusione da queste doti essere indagati e condannati.

    La sequenza di indagini attivate in questo comune sotto la gestione Maiorano, elencate qualche giorno fa da M5S di Buccinasco, di prossima pubblicazione anche qui in Città Ideale, quindi non prova nulla di certo, ma rappresenta un concreto modo di concepire l’amministrazione, le regole e i comportamenti. da far paura!

    Non crediamo alle favole della giustizia, il nostro compito è avvertire e informare i Cittadini…. (quanto piacerebbe loro che di questi fatti non si parlasse…)

    buona giornata ed auguri per un felice, migliore anno che viene

    RE Q
  27. #27 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 15:41

    Bene Floriana, in effetti qualche conseguenza può esserci…

    alla società civile che denuncia le inefficienze e che preme per un amministrazione efficiente viene naturale avere come interlocutori attenti i funzionari e i dipendenti comunali (ce ne sono e sono la maggioranza) che hanno naturali orecchie attente e sentono corrispondente alla loro dignità il rispetto del ruolo, dell’etica, della legalità.

    Cosi si sentono in trincea, sanno già di aver perso la battaglia, che saranno spazzati via… fanno quanto possono finché sarà loro concesso e non vogliono intralci.
    Ecco che l’Architetto Stano rappresenta un intralcio…

    In questa situazione un vero titolo di merito….

    buona giornata

    RE Q
  28. #28 scritto da Islero il 31 dicembre 2014 15:45

    Buonasera,
    Cereda ha perfettamente ragione, questi non sono mica dal lato dx,

    mai si vedranno elicotteri in pompa magna scendere dal cielo per uomini del lato sx!

    Ma può essere che andrà a finire come neii casi di Rho e di Roma, dove il PD sapeva e ha fatto finta di niente fino all’ultimo, ma capodanno può arrivare anche a Buccinasco!

    Anche a Rho e a Roma, a parole, come a Bucci, le posizioni apicali per il PD non dovevano ricoprire ruoli importanti se indagati ….

    L’importante è che poi non dicano che non erano stati avvisati per tempo!

    “Il mondo è quel disastro che vedete
    non tanto per i guai combinati dai malfattori
    ma per l’inerzia dei giusti
    che se ne accorgono
    e stanno li’ a guardare”

    A. Einstein

    RE Q
  29. #29 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 15:54

    Buon giorno signora Franca,
    Lo scenario che descrive è verosimile. Diciamo che può stare in piedi.

    Anche nella politica nazionale non sono mancate le teste di legno a rappresentare il burattinaio, disposti ad eseguire le volontà ma perfino ad interpretarle nell’intento di acquistarsi meriti.
    Nulla di nuovo sotto il sole (comprese le comparsate di potenziali quaquaraquà).
    Resta il fatto che la rappresentanza è di chi occupa il ruolo, di chi firma, di chi dispone: il demerito e tutto suo.
    Il burattinaio (ammesso che ci sia) potrà essere ricondotto al suo ruolo delle origini, che lei descrive, semplicemente mandando a casa quella che lei ritiene la sua testa di legno.

    buon fine anno ed auguri sinceri

    RE Q
  30. #30 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 16:03

    Fa piacere avere di queste notizie Emilia…

    Normalmente è facile complimentarsi, essere vicini, far avere la propria partecipazione in una occasione positiva, di merito.
    Un aforisma di Flaviano ci ricorda che in Italia sono prevalenti le turbe che vengono in soccorso al…. vincitore.

    Non è questo il caso e trasmettere la solidarietà, confermare la stima e il sostegno in un caso del genere, richiede una scelta fra il proprio giudizio e ciò che può essere conveniente.

    Questa non è occasione nella quale deve prevalere la convenienza: che la maggioranza dei colleghi di ex amministratori e Cittadini esprima questo apprezzamento torna a loro merito e certamente è di conforto a chi è stato così ingiustamente mal-trattato.

    grazie e buona giornata, con tanti auguri

    RE Q
  31. #31 scritto da Loris Cereda il 31 dicembre 2014 16:08

    sì ma fino a che non si vede, o si finge di non vedere, che la situazione attuale a Buccinasco è stata costruita con la Procura di Milano e con essa viene mantenuta, fino a che non si fa un censimento vero delle vittime e dei carnefici, questi signori faranno sempre il bello e il cattivo tempo.
    Provate a chiedervi che fine ha fatto chi sul serio era riuscito a buttarli fuori dal palazzo (non con le chiacchere ma con il consenso più ampio che nessuno a Buccinasco aveva mai avuto, un consenso che ha fatto troppa paura).

    RE Q
  32. #32 scritto da Loris Cereda il 31 dicembre 2014 16:16

    Islero, sei (perdona il tu) un illuso.

    A Buccinasco c’è tanta gente che frequenta abitualmente e ha rapporti di amicizia con giudici, inquirenti ecc…

    Un potere oscuro che muove tutto, è lì il marcio.

    Sapete una delle cose che mi è stata addossato come errore imperdonabile quale è stata?

    Adibire lo stabile di Robarello vecchia scuola ad asilo nido invece che a nuova caserma della guardia di finanza…
    diciamo che sarebbe stato un regalo gradito…
    mi sono spiegato???

    RE Q
  33. #33 scritto da RICCARDO il 31 dicembre 2014 16:26

    Ma come si può?
    Lasciare Buccinasco nelle mani di questi diseredati che continuano a sconvolgere a loro piacimento l’organizzazione comunale a discapito dell’efficienza e della economicità… Non ci sono parole per catalogare una persona così ignobile che non fa altro che assegnare la Responsabilità di PO a suoi amici e concubini per altro incapaci! Fateci caso e date un’ occhiata agli atti.

    Si prendono persone in comando o in mobilità stranamente legate da vincoli di parentela con persone già presenti in Comune e addirittura con contratto a 18 ore (la settimana? Ndr) come se fossero dei geni senza pensare che al Comune un part time costa molto di più!!Poi ancora si concentrano più responsabilità nelle mani di un dirigente del PD, un illuminato…che improvvisamente si vede a capo di tutto il settore tecnico e percepisce per questa sua prestazione “integerrima” fior di quattrini …perché poverino devono anche pagargli la trasferta…

    Ma dove siamo????
    e la magistratura dov’è???
    non sarà mica la tendenza politica a bloccare un indagine????

    Io spero vivamente che si faccia pulizia di persone inutili e raccomandate!!
    Leggete pure la Delibera di Giunta 169 del 29/07/2014 ed i suoi allegati. Vi ricordo che le spese accessorie le paga il Comune di Buccinasco ed il Comune di S.G.M rimborsa solo la retribuzione base. Voglio inoltre sottolineare che il Comune per legge potrebbe ricorrere al Comando solo per ricoprire posizioni altamente qualificate e specializzate… Mi pare che il Sig. C.R. non abbia tali requisiti. Di seguito cito la legge che disciplina tale figura … (vedi:
    http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/wp-content/uploads/2014/12/commento-RICCARDO.pdf

    Concludo dicendo che non ho mai visto tanta disonestà ed illiceità e ringrazio il ns. Maionano e la sua burattinaia per il disastro di cui sono artefici e li invito ad anno nuovo a cercare di essere più corretti!!

    Ritengo che abbiano fatto già tante azioni scorrette e illegittime non solo nei confronti dell’Arch. Stano ma anche di tutti i Cittadini che l’hanno sostenuto e che purtroppo sono costretti ad averlo ancora come Sindaco malgrado non sia in grado di essere super partes; di gestire correttamente e soprattutto onestamente le risorse che noi versiamo e che lui spende in maniera indegna!!!

    RE Q
  34. #34 scritto da Loris Cereda il 31 dicembre 2014 17:37

    Riccardo, sembrerò noioso, anzi lo sono e voglio esserlo perchè le cose vanno dette mille volte perchè vengano percepite e io le dirò fino a che avrò voce o dita per scriverle.
    Chiedersi “la magistratura dov’è” è perpetrare l’inganno che allontana dalla verità e dalla soluzione.
    La magistratura sono loro, tutto qui, o capiamo che il nemico è lì oppure siamo destinati ad essere sconfitti, almeno fino a che non cambieranno le cose a livello di procura e di inquirenti.
    Vogliamo aspettare? Aspettiamo. O vogliamo essere cittadini consapevoli e seri che combattono le loro battaglie democratiche anche CONTRO la magistratura?

    RE Q
  35. #35 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 17:40

    Ben trovato signor Riccardo,

    Non abbiamo il piacere di conoscerla ma la trovo evidentemente informato delle faccenduole che si succedono nel nostro municipio…
    Quanto alla persona di cui lei segnala i precedenti professionali, sembra proprio corrispondere alla realtà che la funzione dell’architetto Stano sia stata trasferita al “comandato” ….

    Il legame con la neo assessora (di area PD, così come pure il comandato, così come pure la Segretaria generale) deve infatti far riflettere…

    Uno dei primi atti di questa egregia signora presa foeuravia (cui i Cittadini di Buccinasco devono loro malgrado scucire lo stipendio) fu una sorta di intemerata scritta su un atto disposto dall’Architetto Stano, chiedendo spiegazioni sui contenuti.
    Il sindaco si lasciò andare a valutazioni soddisfatte rivolte a funzionari del Comune, del tipo: “adesso abbiamo trovato la persona giusta che la mette a posto, quella là”.
    (fatto che motiva la scelta del neo assessore molto più di tutte le motivazioni contrastanti date ufficialmente dal nostro “primo cittadino”).

    la risposta professionale che ricevette la neo assessora, chiuse subito la questione, tanto che questa ritenne di doversi complimentare, affermando la piena collaborazione futura sugli aspetti relativi all’urbanistica.

    Infatti: venuta meno la possibilità di un condizionamento, sono bastati due mesi ed ecco che tutto torna: dal primo gennaio 2015 bisognerà che su ogni decisione assunta da questo assessorato, da questi uffici, i riflettori dei cittadini e delle autorità deputate siano ben diretti, permanentemente accesi.

    Sindaco PD
    vicesindaco di area, vicinissimo all’ex sindaco PD
    Assessore PD
    Funzionario PD

    decidono tutto in casa.
    Se poi si pensa che questa composizione sia stata pervicacemente e scientemente voluta, che non abbia nulla di casuale, che l’architetto Stano ne sia la vittima sacrificale designata, che dite lettori. si pensa male?

    Buona serata e auguri Riccardo

    RE Q
  36. #36 scritto da Paola il 31 dicembre 2014 17:47

    Pare che la goccia che abbia fatto traboccare il vaso sia stata proprio la questione “Campo Sinti”, da fonti vicine alla nostro PD locale ci è giunta che, una delle ultime disposizioni date dall’architetto siano state di procedere dai primi di gennaio 2015 alle ordinanze di demolizione.

    Questo ed altre cosucce non sono state prese bene da Maiorano e Company, quindi il tutto ha avuto una brusca accelerazione, da qui il ben servito alla Stano, che e’ caduto come un fulmine.

    RE Q
  37. #37 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 17:49

    Cereda noi continuiamo a pensare ad un sistema giudiziario squinternato e ben poco efficiente.
    Questa condizione di precarietà operativa, di disorganizzazione quasi drammatica, di ritardi negli adempimenti, di normative di legge mal fatte e contradditorie sono certamente il risultato di un potere politico divenuto partitocrazia, che tutto occupa a proprio interesse e discrezione.

    Il marcio è dalla partitocrazia che promana, che tutto squassa e riduce in poltiglia maleodorante di corruttela, concussione, scambi d’affari e di interessi, fino ad uno stato che non è più di diritto ma ad libitum del politico di turno.

    Ciò non toglie che entro la magistratura e la sua struttura non vi siano persone serie e oneste, che vedono il loro ruolo in modo etico e lo perseguono; che sono la maggioranza (magari negletta e messa in ombra, se non si adegua).

    Dobbiamo raddrizzare il tiro per risolvere il problema che avvilisce il nostro paese e lo sta mandando in rovina:

    SISTEMA POLITICO ODIERNO DA BUTTARE!
    MANDIAMOLI TUTTI A CASA…

    buon anno

    RE Q
  38. #38 scritto da Loris Cereda il 31 dicembre 2014 17:56

    D’accordo ma per carità togliamo alla magistratura almeno la possibilità di interferire sulla vita politica altrimenti raddoppiamo la forza del meccanismo e siamo stritolati.
    Isoliamoli nella loro attività di burocrati, ma non facciamoci dettare l’agenda e nemmeno rivolgiamole appelli, perchè è come chiedere al capo dell’inquisizione di spegnere i roghi.
    Combattiamo assieme il potere politico/mediatico/giudiziario che massacra il paese combattiamolo proprio qui a Buccinasco dove le ferite sono evidenti e dove c’è chi non si arrende e ha il coraggio di parlarne!!!

    RE Q
  39. #39 scritto da Carmela Mazzarelli il 31 dicembre 2014 18:28

    Io sono per l’abolizione del Comune di Buccinasco.

    Solo così annettendo questa propaggine malata, ad un corpo più sano, forse può godere degli anticorpi, altrimenti, mettevi l’anima in pace, non cambierà mai.

    Serve che sia così.
    A chi?
    Non so. Ma da diversi anni mi viene da pensare questo.

    Non è solo un singolo atto da guardare, ma gli atti negli anni e mettendo tutto in fila, al di là degli aspetti penali, ne viene fuori una situazione a dir poco sconfortante.

    Buona sorte a tutti.
    Alla politica, ai dipendenti e funzionari pubblici, agli studiosi, alla magistratura, alle forze dell’ordine, e a tutti coloro che nonostante tutto restano “eticamente e moralmente corretti”.

    RE Q
  40. #40 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 18:58

    abbiamo dimenticato qualcosa nell’elenco del commento precedente.
    provvediamo ad integrare:

    Sindaco PD
    vicesindaco di area, vicinissimo all’ex sindaco PD
    Assessore PD
    Segretario generale PD (deputato ai controlli di legittimità sulle decisioni)
    Funzionario urbanistica PD

    cpsì è forse più chiaro, se già non lo fosse in precedenza….

    auguri a tutti i lettori

    RE Q
  41. #41 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 19:09

    Buona sera e buon anno Carmela, con tanti auguri.

    Ipotesi drastica, ma sarà bene ricordare a noi e tutti che la maggioranza dei Cittadini non coincide per nulla con l’attuale maggioranza…

    certo, non è che le precedenti si siano distinte in modo appropriato, non è sicuro che chi succederà loro intraprenda seriamente e finalmente un percorso di legittimità (mentre della situazione attuale sembra non accorgersi nessuno)

    il bicchiere però è mezzo pieno, anzi forse tre quarti…

    Riceviamo indicazioni di un vero e proprio afflusso, una inondazione di attestati di stima e riconoscimenti che vengono dalle istituzioni. da chi ha avuto modo di valutare sul campo l’agire dell’Architetto Stano negli anni….
    Non è il caso di fare nomi, ma davvero noi a Buccinasco abbiamo in municipio la persona forse più conosciuta ed apprezzata di Buccinasco…
    Un mare di apprezzamenti da far invidia a politici non solo locali…

    Ciò in positivo, in questa occasione sconfortante, ci dà misura che non siamo soli e che il municipio è ricco di qualità da apprezzare.
    Dobbiamo dare forza all’ambiente sano e sereno della nostra amministrazione civile, che tiene alto il vessillo dell’etica, dell’autonomia, della nostra Comunità

    buon anno ancora

    RE Q
  42. #42 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 19:27

    Buona sera Paola e tanti auguri per il prossimo anno.

    la notizia così come raccolta, ha il sapore di “disinformatija” il termine di evidente derivazione latina, reso noto come emanazione della russia sovietica ai tempi della guerra fredda.

    diffondere notizie non vere o distorte per giustificare una decisione (di cui il sindaco si è evidentemente vergognato e non ne ha informato il funzionario facendo finta di telefonare), decisione che non ha giustificazione alcuna se non quella di tenere fuori un funzionario che davvero può fare da barriera a scelte border line o oltre.

    Non potendola giustificare tentano di darne un sapore giustificatorio: se non si manda via di corsa l’Architetto Stano i sinti restano senza casa e quindi… dovevamo farlo, siamo stati costretti, a mandarla via di corsa.

    Uno scherzo privo di logica: se la disposizione è stata data:

    UNO: un atto dovuto non rimandabile perché attestato da situazioni ufficiali indirizzate formalmente al funzionario.

    DUE: se è stata emanata e deve quindi essere eseguita, non c’è santo che possa far finta di non vederla e non eseguirla (se non assumendosi la responsabilità penale), che ci sia o non ci sia chi ha emanato la disposizione.

    TRE: Fosse come sostiene il suo informatore Paola, che allontanare l’Architetto Stano consente di superare una disposizione di sgombero dei Sinti, avrebbero preso la palla al balzo e ne avrebbero fatto un titolo di merito con tanto di comunicati e annunci, di articoli sui giornali, per prendersene il merito.

    Diffidare della disinformazione del sistema sovietizzante di costoro, lasciata trapelare in questo modo per cercare di dare una parvenza di giustificazione a una decisione che di giustificato proprio non ha nulla.
    E’ e resta una vergogna….

    auguri

    RE Q
  43. #43 scritto da Carmela Mazzarelli il 31 dicembre 2014 19:33

    Da anni a Buccinasco era possibile intervenire, politicamente e non solo. Una ragione ci sarà.

    E gli attestati di stima, sono morta lì, se coincidono con azioni concrete.

    Altrimenti alcuni continueranno imperterriti per la loro strada, impuniti, ripeto non solo dal punto di vista giudiziario.

    RE Q
  44. #44 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 20:16

    Certo, Carmela hai proprio ragione quanto all’intervenire politicamente.
    nel senso che la politica da fuori ha anche il compito di verifica, controllo e monitoraggio di ciò che avviene in periferia, quindi a Buccinasco?
    Vien da pensare, vista la tua esperienza, che a questo ti stai riferendo…

    Non si può che essere d’accordo: se viene a mancare la funzione di verifica, controllo e monitoraggio, ogni nucleo locale tende a divenire una sorta di enclave autonoma condotta da un ras locale o un nucleo compatto che diventa apicale e autoreferente: le norme interne ed esterne vengono meno.

    Ciò è successo pari pari anche nel caso dell’architetto Stano: apprezzata e considerata un punto di forza della legalità a Buccinasco.
    Nonostante questi riconoscimenti, confermati sempre ed anche in questo caso, non sono intervenute decisioni politiche che almeno attenuassero, che riconducessero a un modus vivendi accettabile.

    a Buccinasco comanda il PD di Buccinasco; delle indicazioni che vengono da Milano, bellamente se ne impipano…
    anche questo è oggi il PD….
    Che i partiti oggi siano in mano a nuclei autoreferenti ed autonomi che fanno ciò che vogliono non è solo cosa interna.
    Tutto il sistema dei partiti è una schifezza, escludendo singoli quando è il caso, ma il sistema è così, e questo degrado sta allargandosi.

    ancora auguri Carmela

    RE Q
  45. #45 scritto da Flavio T. il 31 dicembre 2014 21:30

    Coloro che annientano la meritocrazia
    sono coloro che hanno dei figli falliti,
    delle mogli impresentabili,
    e che hanno avuto risultati mediocri.

    Il livore
    che costoro provano per chi è autonomo e sa pensare con la propria testa
    è una delle cose che mi infastidisce maggiormente.

    Io penso sempre “dal piccolo”,
    i giochi di potere mi urtano,
    di G. Stano, donna attenta,
    ricordo una frase sull’età di Cereda:
    “in Consiglio erano tutti contro tutti”.

    Io vivo anche senza la Politica,
    ma se l’entità dello sgarro è così grande,
    ci sarà un’intera città contro il PD Buccinasco.

    Se legge, Maiorano, stia tranquillo …:
    mi vergogno io per lei,
    … il suo volto è quello lì !!

    RE Q
  46. #46 scritto da Carmela Mazzarelli il 31 dicembre 2014 21:58

    Saccavini, ma veramente credi sia un problema solo del PD a Buccinasco?

    Io sono anni che, come ben si sa, non ho rapporti con quelli del gruppo dirigente del PD di Buccinasco (a dire il vero sono pochini quelli con cui ho interrotto qualsiasi rapporto) ma la discussione non è questa.
    Penso, comunque, che non sia solo lì il problema.

    Se ne fottono di Milano? Non ci credo.
    Se un partito vuole ha gli strumenti per intervenire.
    Se non lo fa è perché non ha elementi utili li ha, ma per opportunismo, decide di non far nulla.

    Si aspettano sempre “le manette” nei partiti, e neanche sempre, a dire il vero.
    Ci sono pluri indagati e condannati o sbaglio nelle istituzioni?
    E sono solo del PD?
    Non credo. Il problema è altro.

    E poi, vogliamo andare oltre?
    Dove finiscono le mega indagini di cui si parla, a cui si accenna anche in questo post e commenti conseguenti?

    Ma se non succede nulla, ma nulla, ve la date una risposta?

    Io mi chiedo, ma perché?
    Perché sono del PD di Buccinasco?
    Ma potrebbe essere più semplicemente perché sono di Buccinasco?
    O per quale altra ipotetica ragione?

    RE Q
  47. #47 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 22:12

    Preciso, gentile e affilato come un acciaio ottomanno (quello ottenuto a Siviglia, quando nei tre secoli che li hanno imperato costoro).

    l’idea dell’egualitarismo ha un assunto che prescinde:

    sono tutti eguali e tutti devono avere il medesimo bene, senza dover impegnarsi, senza che sia richiesto ingegno, fatica, dedizione.

    Senza ingegno, fatica e dedizione degli individui che più ne sono dotati (se ne sono faticosamente dotati), otteniamo la dittatura del proletariato, chiamata per nobilitarla: Repubblica dei Consigli.
    Che poi, in senso funzionale è stata la dittatura del Partito, partito personificato nel leader, grande leader, generalissimo, piccolo padre, o come di volta in volta è stato chiamato.

    Naturale che poi si autoassolvono basati come sono sulla premessa che l’egualitarismo è il massimo del meglio possibile cui debba tendere l’uomo.
    Quindi essendo la premessa un valore indiscutibile, qualsiasi cosa sia fatta nel nome e seguendo gli indirizzi del partito, è giusta a prescindere.

    Su questa confusione fra eguali perché di pari dignità, diventata eguali perché di pari beni da ripartire fra tutti, in una società piatta, è venuto tutto il resto e questi, qui sono ancora immersi.
    Il piccolo padre di turno, anche locale, in base a questi principi, determina e ottiene, facendosi gli affari e interessi propri….

    un cancro da estirpare… culturalmente s’intende, ma il tempo non è una variabile indipendente

    buona serata e tanti auguri Flavio

    RE Q
  48. #48 scritto da Saccavini il 31 dicembre 2014 23:59

    Certo Carmela, non solo il PD….

    Il PD di Buccinasco è una anomalia?
    Lo è a parere di Città Ideale (ce lo auguriamo anche per lo stesso PD)

    Non tanto il gruppo ma le persone che il gruppo ha posto negli incarichi oggi assunti e determinanti a Buccinasco.

    Il sistema giudiziario ha la sua parte nell’inefficienza, ma questo sistema per come oggi è strutturato è il risultato cumulato di almeno quarant’anni di potere legislativo: dei parlamentari come individui, dei partiti come insieme entro cui i singoli sono compressi.

    Ben sapendo ciò, dal centro agiscono in funzione del ritorno in consenso e comunicazione.
    per questo non vale la pena prendere le distanze da Penati prima che arrivi il rinvio a giudizio,
    idem per Buzzi, e per numerosi altri… le distanze si prendono il giorno dopo.
    Aspettiamoci la stessa cosa se mai succedesse qualcosa del genere a Buccinasco….

    Un sistema e una modalità sistematica….

    mancan otre minuti al nuovo anno… Auguri a tutti

    RE Q
  49. #49 scritto da Rinaldo Sorgenti il 1 gennaio 2015 18:04

    Leggo solo ora questo post ed i vari commenti.

    Prima di tutto esprimo la mia solidarietà e stima all’Arch. Gregoria Stano per le incredibili vicende che la vedono purtroppo coinvolta in questa penosa messinscena.

    Inevitabile il senso di amarezza e delusione che si insinua nel pensiero per il tanto tempo speso per dare un contributo alla gestione e vivibilità di Buccinasco, che un insieme di politicanti ed improvvisati mestieranti ha nel seguito così miseramente svilito.

    Ma non perdiamoci d’animo e facciamo maturare le condizioni perchè tutto questo sia presto solo un cattivo ricordo

    RE Q
  50. #50 scritto da Carmela Mazzarelli il 1 gennaio 2015 18:11

    Ovviamente rinnovo la mia stima per l’architetto Stano. Ma purtroppo, a Buccinasco era inevitabile finisse così.

    RE Q
  51. #51 scritto da Saccavini il 1 gennaio 2015 18:42

    Buon anno Carmela,

    devo dire che un affermazione così rassegnata da una come te non ci sarebbe da aspettarsela.

    Proprio tu che per far chiarezza su note vicende di Buccinasco che in qualche modo riguardavano anche comportamenti del PD, sei andata avanti dritta, senza neanche ipotizzare sconti per qualcuno, anzi per nessuno…
    Al punto che hai subito una specie di processo alla fine del quale l’allora responsabile PD locale Arboit ti ha rifiutato la tessera.

    Se questo è l’ambiente anche tu avresti potuto esprimere la valutazione verso di te, che oggi esprimi su un funzionario (un dipendente pubblico, non un politico!), che prende sul serio e con coerenza gli obblighi che derivano dalle sue funzioni, dal suo ruolo, e non fa sconti per nessuno.

    Sia tu che L’architetto Stano non siete vittime predestinate, ma rappresentate la parte sana del paese, autonoma, quella che prende sul serio fino in fondo ciò che deriva, che è l’obbligo della propria etica, del proprio ruolo, della propria coscienza!

    Voi siete il nuovo che avanza, voi rappresentate la parte sana e pulita che esemplarmente, mostra la strada che il Paese deve percorrere!

    la faccenda è tutt’altro che finita. non sappiamo riguardo alla tua, certamente apertissima per ciò che è relativa all’architetto Stano.
    Un sopruso di un sindaco e del suo entourage, resta come tale e lo Stato, le sue rappresentanze, a tutti i livelli hanno l’obbligo e sono impegnati perché a questo si metta rimedio nei modi che saranno necessari.

    Hai la stima di tutte le persone per bene e lo sai, non devi scoraggiarti…. loro sono al tramonto, noi vediamo l’alba….

    buona serata e buon anno

    RE Q
  52. #52 scritto da Saccavini il 2 gennaio 2015 09:41

    Il Sindaco di Corsico Maria Ferrucci, letto su facebook l’articolo, esprime la sua valutazione:

    Non conosco approfonditamente i fatti elencati e le persone, però non trovo corretto dire che il metodo del PD sia quello (di, ndr) chiedere soggezione dei funzionari alla politica piuttosto che alle regole. L’applicazione corretta delle regole e delle leggi e la trasparenza degli atti di funzionari e dirigenti è la garanzia che chi governa deve chiedere all’apparato amministrativo, nel rispetto dei ruoli specifici.

    Un modo, neppure tanto velato, per prendere le distanze dal sindaco del suo stesso partito, nel comune confinante.

    Città Ideale non può che condividere il principio: quanto al PD e ai suoi comportamenti:

     Buccinasco sarà una anomalia del PD: sono arrivati a non consegnare la tessera a Carmela Mazzarelli perché perseguiva “l’applicazione corretta delle leggi e dei principi di trasparenza”…

     Che il metodo PD Buccinasco abbia una sua diffusione non solo episodica lo vediamo tutti i giorni dai media. Siamo certi che i principi sono quelli che descrive il Sindaco di Corsico, che Città Ideale pretende che si rispettino; la loro applicazione diciamo che è soggetta al far politica da terzo millennio….

     Una telefonata al suo collega nel Sud Milano potrebbe fargliela: tenendo conto delle caratteristiche millantatorie del personaggio (che già avrà avuto modo di conoscere e apprezzare)

    buona giornata e buon anno alla sindaca (declina al femminile la targa del suo ufficio) di Corsico

    RE Q
  53. #53 scritto da Saccavini il 2 gennaio 2015 15:07

    la sequenza di commenti qui è destinata a protrarsi, anche con il contributo dei nostri eroi post comunisti di Buccinasco, che ci si mettono di impegno……
    Ecco il contributo della “testa pensante” del PD di Buccinasco: David Arboit (probabilmente privo di cellulare perché dimenticato da un’altra parte come succede al Sindaco quando vuol negare di non aver voluto neppure informare l’architetto Stano), quindi scrive su FB questo:

    Cinque anni di Sindaco e non hai ancora imparato che quando non si conoscono approfonditamente i fatti si tace e ci si informa. Cambia mestiere che è meglio per te e per tutti.

    Pensa troppo Arboit e confonde una affermazione sui principi, con una critica ai PD di Buccinasco.
    Evidentemente sta mostrando di accusare il colpo, ed ecco una replica (un’altra volta) che non ha nulla a che vedere con lo scritto della sindaca di Corsico.

    Per non parlare della maleducazione, ma questo, si sa, è un portato dell’ambiente che si frequenta….

    diciamogli allora:
    Quando si è mossi dal fastidio perché colti sul fatto, prima di scrivere è bene riflettere….

    RE Q
  54. #54 scritto da Alberto Schiavone il 2 gennaio 2015 15:17

    Ecco, effettivamente , Arboit, in quanto nuovo assessore alla cultura, è un uomo molto colto….

    colto sul fatto !!!

    RE Q
  55. #55 scritto da Emilia B. il 2 gennaio 2015 15:50

    Proprio lui che è Assessore alla “Cultura”…..

    VERGOGNA!

    RE Q
  56. #56 scritto da Saccavini il 2 gennaio 2015 16:46

    Ma, bisognerebbe indagare e cogliere le combinazioni e i rapporti PD fra la nostra Buccinasco e Corsico.

    Non devono essere idilliaci, evidentemente, per andar giù così pesante… tanto pesante quanto sbagliato.

    Ma non gli è andata bene neppure con il tribunale di Milano che il 18 dicembre esprime una motivazione di sentenza nella quale il nostro Architetto Gregoria Stano viene elogiata per la sua testimonianza ma anche per la sua proattiva attività in tutela e difesa dell’ambiente e della legge!

    Stiamo esaminando la motivazioen di questa sentenza che, assieme alle altre due precedenti: Parco Sud e Cerberus, consentono di fare un quadro organico e compiuto (anche di ciò che la magistratura non ha ritenuto di vedere…)

    buona giornata a tutti

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth