A tutto c’è un limite

In data 7 dicembre, sul sito del vicesindaco viene pubblicato un post dal titolo “Se anche il PD di #Buccinasco mi cancella i commenti…“, nel quale l’autore, Pruiti, lamenta la mancata pubblicazione di un proprio commento sul sito del PD. Sono cose che capitano: i gestori del blog pubblicano o meno i commenti in base a loro giudizio personale, in funzione della linea editoriale prescelta. E successo anche a me, proprio nello stesso post sul sito del PD e proprio in un commento che ribatteva, nel merito, alcune affermazioni, secondo me alquanto discutibili, fatte da Pruiti. Non fa piacere, ma è così.


Quello che risulta paradossale, al limite della comicità, però, è l’affermazione seguente di Pruiti:

Certo nessuno pretende che si adotti il mio stile di confronto ‘totale, costante e continuo’, ovvero il mio parlare con tutti, rispondere a tutti e discutere con tutti 365 giorni all’anno a tutte le ore escluse quelle in cui dormo o lavoro (io lavoro per vivere), ma una via di mezzo si può trovare no?

Stile? Confronto “totale, costante e continuo“? Parlare con tutti? Rispondere a tutti? Ora, abbiamo già visto che i “politici” mentono o, a voler essere buoni, colorano a proprio piacimento la realtà, a volte per necessità, a volte per convenienza – lo stesso vicesindaco è stato più volte colto in castagna a fare affermazioni alquanto opinabili – ma a tutto c’è un limite!  Personalmente sono stato escluso dal blog di Pruiti già in campagna elettorale nel 2012, questo benché i miei commenti non fossero né volgari né fuori tema: semplicemente rappresentavano punti di vista diversi evidentemente non graditi a Pruiti.

Come se non bastasse, Pruiti mi ha anche bloccato su Facebook e, da quanto mi risulta, non sono il solo! Anche in questo caso, scelta a mio avviso discutibile: sembra una miope difesa del proprio orticello di consenso, nella speranza che i propri sostenitori non leggano nulla di diverso. Perché quello che devo dire lo dico comunque e la gente, in un modo o nell’altro, ha lo stesso l’occasione di leggerlo e di farsi la propria opinione.

Che un “politico” si scelga gli interlocutori e rifiuti di confrontarsi con chi rappresenta istanze diverse (almeno con alcuni) lo ritengo grave e poco edificante. Una scelta, in sé legittima, che però, a mio avviso, denota debolezza, mancanza di spessore e insicurezza in merito alle proprie posizioni. Che lo stesso individuo decanti le proprie fantomatiche virtù (???) e si presenti come il paladino del confronto aperto, quando è l’esatto contrario (per lo meno per quanto mi riguarda), mi sembra davvero sgradevole.

Questo passa il convento, per ora …

Tag: ,

  1. #1 scritto da anonimo veneziano il 11 dicembre 2014 00:24

    Non sei l’unico Andrea ad essere stato cassato sul sito del vice sindaco, la lista si allunga ogni giorno di più!

    RE Q
  2. #2 scritto da Alberto Schiavone il 11 dicembre 2014 08:05

    “Me lo ricordo quando sbarcò qui, anni fa.
    Mi sembra l’altro ieri.
    Era un bravo ragazzo.
    Eh, questi bravi ragazzi!”

    La linea d’ombra, Joseph Conrad, 1916.

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 11 dicembre 2014 08:34

    Un bel libro, forse uno dei più significativi scritto il secolo scorso (almeno a mio parere) Alberto.

    Nella nostra vita la linea d’ombra, il passaggio da un ieri che si intende chiudere e ciò che può accadere poi, fa parte degli accadimenti di ciascuno.
    Affrontare il nuovo è come andare verso l’ignoto e scoprire un taglio di se stessi che ci sorprende: anche un limite, una debolezza, più spesso capacità e doti che ci fanno crescere.

    buona giornata

    RE Q
  4. #4 scritto da manolete il 11 dicembre 2014 10:22

    “Ghe Brùsa” al Fine dicitore non essere considerato “Prima donna” eh..eh..
    Egli è in tutti i Blog e forum, della Terra, come lo Spirito santo, a dispensare codici e codicilli, e altre minkiate, “No puede ser más” ……………………………Mah!
    Lo chieda a Città Ideale quanti miei post ha “Bruciato.”
    Ma chi se ne frega!!

    Ma l’Hdemico Soffre! Quanto soffre!! a non esser pubblicato
    La sua ragione di vita!!

    Deve apparire! come La bella Otero.
    Qualcuno avrà il diritto di non apprezzarlo??

    Dopo tutte l’infamate che gli ha vomitato addosso.
    IL Nostro Esimio (vicesindaco? ndr) precisa:
    Ovviamente quando scrivo:
    “… il mio stile di confronto ‘totale, costante e continuo’, ovvero il mio parlare con tutti, rispondere a tutti e discutere con tutti 365 giorni all’anno…”
    intendo PROVOCATORI e CASI UMANI esclusi,

    disponibile va bene, essere masochista non va bene .
    Lo scrivo per quelli che sono stati e saranno – con piacere – cancellati”.

    Ma il Fine dicitore sarà un Provocatore??
    Un Caso umano??
    O tutti e due??
    A saperlo

    Conpermesso

    RE Q
  5. #5 scritto da Saccavini il 11 dicembre 2014 12:45

    Da incorniciare la sequenza di pensieri che “manolete” in anonima libertà ci comunica:

    UNO Rovescia l’assunto di Andrea che prende atto delle ragioni editoriali che possono portare alla non pubblicazione di un commento, un contributo. Lo fa proprio… e lo descrive insofferente al taglio quando è il contrario… ma

    DUE riferisce in prima persona ciò che gli avrebbe detto il Nostro Esimio (vicesindaco?), talché il lettore può identificare i due “manolete” e vicesindaco, come la medesima persona.

    TRE fa precisare al vicesindaco che il suo confronto totale, costante, continuo…. ecc. è al netto delle esclusioni dal medesimo stabilite (che fortemente limitano l’universo totalizzante confronto. Il vicesindaco è notoriamente dotato di autostima parecchio sopra la media, che lascia a volte la percezione di anomalia.

    QUATTRO: che “manolete” attribuisca a Città Ideale le categorie che il vicesindaco definisce escludenti è altra curiosa condizione di identità fra i due…

    fermiamoci qui…. e buona GIORNATA

    RE Q
  6. #6 scritto da Andrea D. il 11 dicembre 2014 13:34

    Che il povero manolete l’ammazzasette di verde vestito faccia di tutto per dimostrare poca intelligenza (ma forse è una dote innata) l’ho già detto e non credo vada la pena ribadirlo tanto è evidente.

    Come ha, giustamente, sottolineato Saccavini non mi sono inalberato e non ho gridato allo scandalo per la mancata pubblicazione del mio commento; ho espresso, educatamente, il mio disappunto, tanto che la mia rimostranza è stata pubblicata (VEDI).

    Per il resto manolete, riportando un commento dello stesso Pruti, non fa che confermare quanto da me riportato: Pruiti non risponde e non dialoga con tutti, ma solo con chi vuole. Il PD e Città Ideale hanno il pregio di discernere valutando nel merito del singolo commento, Pruiti, lo dice lui stesso, non guarda al merito delle questioni, ma sceglie, a priori, in base alle persone e se ne compiace pure.
    Il giudizio su questo comportamento lo stabiliranno i cittadini.

    Sono un provocatore?
    Se provocare significa stimolare il dibattito e smuovere le coscienze dei Cittadini, offrendo loro un sereno confronto nel merito delle questioni, sì, sono orgogliosamente un provocatore.

    Sono un caso umano?
    Se questo è il giudizio che ha di me il vicesindaco, ne sono lusingato. Visto il soggetto, sarei preoccupato del contrario. Questione di gusti.

    RE Q
  7. #7 scritto da Max il 11 dicembre 2014 14:00

    Ma perché continuare a nascondersi? Lo sanno anche i sassi che Manolete è il ns caro vice-sindaco Pruiti!
    Sembra una barzelletta quando Manolete dice che il vice-sindaco gli ha detto quella tal cosa: parla con se stesso, …. miii che ridere ah ah ah!!
    In ogni caso il caro Pruiti-Manoelete ha la dimostrazione pratica che qui su Città Ideale può scrivere quello che vuole senza essere censurato, mentre nel suo blog l’elenco dei bannati è molto lungo a quanto leggo….
    Mi che ridere ragazzi, sono piegato sotto il tavolo ah ah ah!! :-) :-)
    Max

    RE Q
  8. #8 scritto da Paolo Caimi il 11 dicembre 2014 17:54

    Quindi posso scrivere anch’io o resto sotto il tavolo a ridere
    Saluti.
    Paolo Caimi

    RE Q
  9. #9 scritto da Napoleone Buonaparte il 12 dicembre 2014 06:12

    Sig. Caimi lei ha scritto tante volte ed è stato pubblicato nonostante spesso scrivesse polemiche costruite,
    di cosa si lamenta.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth