Sicurezza privata e effrazioni agli esercizi pubblici: Buccinasco si mobilita

L’appello di Max (di Città Ideale) di stamani si è trovato in combinata e felice sintonia con l’iniziativa pubblica del Movimento Cinque Stelle di Buccinasco che ha proprio oggi perfezionato una manifestazione per Sabato 27 Settembre.

Le comunicazioni sminuenti del Sindaco apparse su Buccinasco Informazioni stanno generando reazioni di crescente protesta e insoddisfazione. Abbiamo provato a sentire conoscenti e residenti  da tempo in Buccinasco. Generale è la percezione di un incentivarsi senza precedenti di piccoli e meno piccoli furti, in casa e fuori.  Oltre a segnali di disgregazione sociale per i danni emergenti verso arredi e strutture pubbliche.

Oltre a ciò è da rilevare una dimenticanza colpevole del Sindaco: in un settimana tre locali pubblici. Negozi e farmacia. Per furtarelli di nessun senso:  quando si sfondano vetrine o a negozio  aperto ci si presenta in due armati con una pistola, non siamo più a piccola malavita. Qui siamo di fronte a  potenziali iniziative che fanno pensare alla malavita organizzata.

Si può pensare ad un cambio di presenze nella nostra Buccinasco con alcuni che oggi tendono ad occupare una piazza ieri presidiata da pezzi da novanta, oggi sguarnita. Sono avvertimenti belli e buoni. Se domani due scagnozzi si presentano in un bar offrendo “protezione”  a pagamento, vogliamo lasciarli soli i nostri concittadini?

Città Ideale invita i Cittadini a segnalare ogni evento che con la sicurezza ha a che vedere:  sia subito direttamente o indirettamente perche visto o percepito. Città Ideale a questo scopo  istituisce da adesso uno sportello  di rete nel blog: ogni segnalazione verrà trattata e indirizzata a ch idi dovere, mantenendo la più assoluta riservatezza (basta segnalarlo). È sufficiente inserire la comunicazione quale commento (che dovrà essere identificabile, per serietà).

Ed ecco l’appello che viene dal Movimento Cinque Stelle, cui Città Ideale pienamente aderisce e condivide, partecipando e invitando a partecipare alla manifestazione prevista il 27 Settembre (prima non consentita data la coincidenza con la festa patronale).

Buccinasco : GRANDE MANIFESTAZIONE CITTADINA

Vogliamo dire BASTA !!!  Contro ogni tipo di criminalità dobbiamo unirci per protestare contro l’abbandono dell’amministrazione comunale. Ci troviamo tutti noi, cittadini di Buccinasco, per una grande manifestazione al PARCO SPINA AZZURRA di fronte alla biblioteca , Sabato mattina 27 Settembre 2014 alle ore 9.00, il corteo proseguirà poi fino al Municipio, per far sentire la nostra voce: RIPRENDIAMOCI BUCCINASCO !!!

Cittadini! Manifestiamo tutti la piena solidarietà e mobilitiamoci per una partecipazione civica a tutela della serenità e civiltà di tutta Buccinasco. Ne siamo tutti interessati, riguarda tutti noi!! Un movimento dei Cittadini uniti senza distinzioni che dimostri con forza la volontà di tutti.  Città Ideale Buccinasco

Tag: ,

  1. #1 scritto da Alberto Schiavone il 15 settembre 2014 19:16

    Grazie, e … benvenuti .

    Volevo fare una precisazione,

    la grande manifestazione cittadina di sabato 27/9 appartiene ai cittadini di Buccinasco, non ha connotazioni partitiche o politiche, noi abbiamo coordinato e organizzato la cosa, ma per l’occasione saremo Cittadini e nient’altro, come tutti gli altri partecipanti.

    Come le decine che in questo momento stanno stampando volantini da diffondere, come i negozianti che li stanno preparando nei loro esercizi, la cui dedizione e passion , oltre che il loro numero incredibile, ha sorpreso persino me.

    Chiunque volesse unirsi a noi può farlo, chiedendo il volantino x mail a Citta Ideale, abbiamo provveduto ad inviarlo. Stamattina abbiamo protocollato il volantino in comune e il permesso di volantinare le regole sono le seguenti:

    Si può solo volantinare:

    - a mano,

    - nei condomini e abitazioni private (ovviamente con l’assenso del portiere, ove presente, o dei proprietari),

    - nelle attività commerciali (anche qui con l’ assenso del titolare); inoltre gliene si possono lasciare alcuni per la propria clientela.

    ASSOLUTAMENTE NO SUI PALI CHE SI INCONTRANO OVUNQUE SU MARCIAPIEDI O TERRENI PUBBLICI E PRIVATI.

    Buon lavoro a tutti noi.

    Cambiamo Buccinasco con i fatti.

    RE Q
  2. #2 scritto da anonimo il 15 settembre 2014 20:11

    http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/08/23/news/milano_niente_sgombero_il_campo_rom_di_martirano_rischia_di_raddoppiare-94315942/

    Vogliamo parlare anche della politica di Pisapia di spostare verso le nostre periferie la popolazione dei campi nomadi non regolari che vengono smantellati per l’Expo ?

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 15 settembre 2014 20:26

    Questione di efficienza del sistema paese e, come ricorda anche Andrea D., la certezza del diritto.

    La certezza del diritto non è contraria al tentativo di riabilitare il condannato: oggi c’è un confusione enorme
    Piuttosto che creare un sistema carcerario degno di questo nome, serio e funzionale, che da lavoro e crea professioni (in carcere) si sta sempre più diffondendo la detenziona nel proprio domicilio…

    Ovvio che le organizzazioni che vivono sui piccoli reati in Europa vanno alla ricerca dei paesi e dei luoghi che più, sotto questo profilo, sono “accoglienti”.

    Poi se arriva Expo 2015, basta spostarli di alcuni km..

    soluzioni da politica proprietaria che di queste cose, non se ne interessa (non ci fanno potere, soldi o voti)

    buona serata “anonimo”

    RE Q
  4. #4 scritto da roby il 15 settembre 2014 20:42

    Molto interessante, ma al di la della vostra b….. propaganda quali sono le proposte? rsvp

    RE Q
  5. #5 scritto da Saccavini il 15 settembre 2014 20:57

    Non conosciuto roby che chiede la risposta per favore, condita da aggettivo che le sarebbe stato meglio evitare,

    Non noi ma i Cittadini (non ha neppure idea di quanti saranno) vogliono dare un segnale di reazione concreta e chiedere risposte da chi dovrebbe darle e non le da.
    Noi aderiamo e troviamo questa iniziativa non solo pertinente ma indispensabile.

    Lei che ci fa di queste domande, quali proposte suggerirebbe?
    Se è Cittadino di Buccinasco può farcele conoscere e ne terremmo conto, tutti…
    O vorrebbe un paese, una Comunità intimorita che non reagisce e subisce?

    Onesto con se stesso, la risposta può darsela da solo.

    buona serata

    RE Q
  6. #6 scritto da roby il 16 settembre 2014 07:49

    Capisco. Grazie per la risposta ma non sono un comunista o un grillino e non mi piace la protesta fine a se stessa , lavoro per vivere.
    buone cose

    RE Q
  7. #7 scritto da Saccavini il 16 settembre 2014 10:47

    Non è una colpa ove avesse orientamenti socio-politici; ogni Cittadino ha il suo e tutti sono legittimi.

    Da questa presa d’atto dobbiamo tutti partire per essere concreta Comunità che ha i suoi valori, la convivenza, il rispetto altrui.
    Agiamo perché la Comunità sia attiva e presente, perché nessuno si senta solo, isolato.
    Insieme possiamo tutto

    buona giornata

    RE Q
  8. #8 scritto da andrea il 16 settembre 2014 12:00

    Non c’è solo un problema di sicurezza ma anche la più totale mancanza di senso civico e di rispetto.

    Non si può pensare solo al solito delinquente ma anche a quei simpaticoni che ogni tanto ci dimentichiamo ovvero i bulletti i soliti ragazzini che poi delinquono anche loro e che portano sempre più microcriminalità.

    La cosa però che mi lascia sempre più a bocca asciutta è che continuiamo ad invocare un numero coerente di agenti della polizia locale e di carabinieri quando la storia è sempre la stessa: non ci sono soldi e allora che facciamo ???

    Sarò retorico ma dovremmo fare come qualche tempo fa a Milano ovvero presidio fisso di militari con un carabiniere per eventuali arresti o azioni di fermo, questo non vuol dire militarizzare Buccinasco ma se possiamo fare anche questo ben venga senza dimenticare che certi fatti che succedono alle 2 di notte succedono anche alle 16 di pomeriggio tutti i giorni quindi ci vuole una copertura corretta del territorio.

    Le ordinanze ci sono ancora basta metterle in pratica.
    Come si dice dobbiamo prendere quello che ci viene dato se però non cominciamo da qualche parte non riusciremo neanche a dare un segnale forte !

    RE Q
  9. #9 scritto da Andrea D. il 16 settembre 2014 14:08

    Concordo con il Sig. Andrea, manca il controllo del territorio!

    Mancano i soldi?
    Mah?!?

    Diciamo che questa Amministrazione si rivela incapace di ottimizzare le risorse e di ridurre le spese

    (da ATM, ai rifiuti, dalla Scuola di Musica alla Fondazione Pontirolo, dall’assunzione di nuovi dirigenti a tante altre iniziative costose e, per dirla con un eufemismo, di dubbia efficienza, per non parlare degli sprechi, vedasi i famosi tablet con annesso piano dati, inutili e costosi, ma ce ne sono tante altre, mille qui, duemila là, mi creda) e quindi i soldi non li trova!

    RE Q
  10. #10 scritto da Saccavini il 17 settembre 2014 14:21

    Il Comune dorme?
    Sembra che la lunga siesta e la prolungata pennichella del Sindaco con il suo articolo mensile, dopo l’annunciata manifestazione, ecco che qualcuno comunica qualcosa.
    Su ilgiorno di oggi ecco le notizie:
    http://www.comune.buccinasco.mi.it/statica/Il_Giorno_17set_Svolta-sicurezza.pdf

    Chiamarla svolta sicurezza è da titolo enfatico perché le notizie sono:

    1) Un corso formativo per gli agenti di polizia locale finanziato dalla Regione, già in programam non si sa da quando, le cui iscrizioni scadono dopodomani. Argomenti: una normalizzazione delle procedure fra le PL dei comuni, che li rende più intercambiabili, una lezione di uso delle armi “in opera” che si aggiunge all’allenamento al poligono di tiro.

    2) L’inserimento anche a Buccinasco di un sistema di telerilevamento delle targhe che transitano o sostano, che consentono di identificare al volo auto rubate, o prive di assicurazione, o ricercate per altri eventi di giustizia o infrazione. Sistema che esiste da alcuni anni, da Città Ideale già sollecitato allora, che adesso sarà reso operante.

    Piccole cose utili (la seconda in particolare, quando sarà resa operante), che non risolvono tutto e danno finalmente un segnale concreto dopo il bromuro propinato dal Sindaco alla Comunità.

    Positivo quindi il cambio di passo, ma solo una prima mossa. La sicurezza è tema che deve rimanere ai primi posti nel tempo. Un’azione da proseguire nel tempo, con altre successive e diverse iniziative sul tema, che diano il senso di una reazione sistemica.

    L’ANNUNCIO DELLA MANIFESTAZIONE CITTADINA HA AVUTO I PRIMI RISULTATI

    I Cittadini si faranno ancora sentire… questi annunci sono un incoraggiamento a coloro che hano la responsabilità di condurre la nostra Buccinasco.

    RE Q
  11. #11 scritto da Roberto il 17 settembre 2014 14:51

    A Buccinasco non abbiamo bisogno di Agenti di Polizia Municipale che si esaltano nell’uso delle armi e che si allenano al poligono di tiro o in situazioni verosimili da film americani……!!

    Abbiamo bisogno di normali Vigili magari anche di quartiere sulla falsariga di Milano…

    possibilmente armati solo di sfollagente, radio mobile e spray al peperoncino e basta…. !!

    I pistoleri che inseguono i delinquenti o presunti tali, conil colpo in canna, sono un pericolo per tutti Noi di Buccinasco e quello che è successo a Napoli con il Carabiniere che dice di essere inciampato con il colpo in canna ne è un esempio.

    Se poi magari era invece un Carabiniere “esaltato” che ha visto troppi film americani con Clint Eastwood come poliziotto protagonista….peggio ancora!!

    P.S.
    Cos’è che diceva un certo Guido Morano….

    oggi far politica è percezione e comunicazione ed annuncio e “spaccio” di notizie false al 99%…..???

    Non è che passata la festa del paese e dopo la politica dell’annuncio…chi si è visto si è visto….???!!!

    RE Q
  12. #12 scritto da ANDREA il 17 settembre 2014 15:22

    Sig.Saccavini mi dispiace ma le telecamere sono un deterrente per altri motivi : una mia amica di Buccinasco mi ha detto che nella notte hanno rotto i vetri a una decina di auto in Via Mascherpa e a quanto pare l’U2 viene ancora presa di mira con una nuova tattica ovvero quella di tagliare le gomme della macchina e poi con la scusa di distrarsi per vedere il danno si viene derubati di spesa e nel caso borsa o soldi .

    Mi auguro che le forze dell’ ordine siano a conoscenza di questo cmq ripeto: ci vuole presenza non telecamere , ci vuole presidio costante del territorio !

    RE Q
  13. #13 scritto da Saccavini il 17 settembre 2014 15:52

    Roberto, le armi sono uno strumento

    può essere utile o meno in certe condizioni e con preparazioni appropriate.
    Città Ideale è tendenzialmente d’accordo con un rapporto locale che deve essere appunto di presenza, di visibilità: di per sé elemento dissuasivo.
    per contro l’assenza da un segnale di disinteresse.

    Non sono le armi che risolvono, anche se un difensore dell’ordine deve poter trasmettere una rappresentazione fisica della capacità di difesa e intervento.

    Il fatto è che è fin troppo diffuso un modo di esercitare la professione in modo sedentario e burocratico. questo lo consideriamo uno dei problemi.
    La nostra polizia locale capita di vederla in giro “appostata” per dare multe… rara o nulla la presenza fisica sulle strade, nei pubblici esercizi, ecc.
    Anche una questione di numeri ma soprattutto di mentalità, a nostro parere

    buona giornata

    RE Q
  14. #14 scritto da Islero il 17 settembre 2014 16:02

    Buongiorno,
    Ho letto anch’io quanto su detto in riferimento alla Polizia Locale, ma pensavo che “l’aggiornamento continuo” non fosse una eccezionalità dettata dalla contigenza, ma una normalità da seguire.
    Forse è opportuno ricordare alla nostra amministrazione, che i soldi andrebbero impiegati sopratutto per la formazione e non per i soliti raccomandati che si accaparrano incarichi.. che a nulla servono, se non per appagare altri appetiti.

    RE Q
  15. #15 scritto da Saccavini il 17 settembre 2014 16:06

    Il racconto di Andrea fa venire alla mente un evento occorsomi qualche annetto fa.
    Milano piazza cinque giornate: in fila direzione viale Piave, sento un colpo alla ruota posteriore dx, in breve la ruota si affloscia.
    Si affianca sulla dx un motorino con due ragazzi a bordo, che mi fa segno della gomma a terra, proponendosi di aiutarmi.
    Non do’ retta e proseguo alla ricerca di uno spazio dove fermarmi.
    Lo trovo e procedo alla sostituzione ma, appena sollevato il capo dal retro, trovo i due di fianco all’auto che la aprono.
    Estraggo da tasca il telefonino, faccio il 112 e chiamo, ma non è necessario perché vedendomi scappano con il motorino.
    Dopo un minuto di attesa, ripeto l’operazione e cambio gomma, riparto ma quando arrivo a casa non trovo più la borsa d’ufficio.

    Il giorno dopo un avvocato mi telefona per averla trovata sotto la sua auto parcheggiata nei pressi della Rotonda della Besana.
    Perso carte e documenti, importanti per l’azienda ma privi di valore economico.

    Come siano riusciti, avendo l’ardire di ripetere il tentativo mentre da un lato cambiavo la gomma, non so dirlo anche ora.

    Racconto che può servire di esempio.
    Lezione:

    Portare con sé o mettere entro il bagagliaio cell, borse o che altro, mentre si procede al cambio della gomma.

    buona giornata

    RE Q
  16. #16 scritto da Saccavini il 17 settembre 2014 16:11

    Non solo per appagare appetiti, Islero ma anche per consenso da allargare a fini politi e elettorali

    Tanto paga pantalone….

    buona giornata

    RE Q
  17. #17 scritto da Andrea D. il 17 settembre 2014 19:02

    Ciao Roberto, l’effetto annuncio, per quanto riguarda il corso della Polizia Locale, è evidente: non c’entra nulla con il bisogno di sicurezza e di presenza sul territorio e non risolve minimamente il problema. Tuttavia, un adeguato addestramento all’uso delle armi è essenziale!

    Ottenere il porto d’armi per difesa personale in Italia è assai arduo e richiede una procedura burocratica lunga, articolata e complessa che, però, non prevede che uno sappia maneggiare bene l’arma in situazioni di pericolo, il che è semplicemente folle.

    Ho assistito, al poligono di tiro di Milano, a scene raccapriccianti di gente con il porto d’armi che sparava letteralmente a casaccio!

    A mio avviso, o si è in grado di maneggiare l’arma con padronanza, in particolare in situazioni problematiche e sotto stress o è molto meglio non averla affatto, per la propria e, soprattutto, altrui sicurezza.

    Quindi ben venga il corso per gli agenti di Polizia Locale, senza la pretesa di trasformarli in novelli ispettori Callaghan, ma con la richiesta di maggior controllo sul territorio non c’entra nulla!

    PS
    Le moderne pistole non sparano da sole: hanno la sicura automatica al percussore, per cui o si preme il grilletto o il colpo NON parte.

    In tal caso il carabiniere doveva avere il dito sul grilletto e questo, se fosse stato adeguatamente addestrato, non avrebbe dovuto succedere.

    RE Q
  18. #18 scritto da Roberto il 18 settembre 2014 10:13

    Ciao Andrea
    in pochi giorni si è passati dal concetto che non bisogna invocare la pena di morte se ti rubano le cianfrusaglie in cantina e che dovevi da tempo portare in discarica….

    al concetto state tranquilli che adesso gli Agenti di Polizia Locale li addestriamo per bene all’uso delle armi in situazioni verosimili… e dato che siamo in prossimità dell’EXPO ci coordineremo presto…arridaiè con l’EXPO…!!

    Evidentemente il nostro Sindaco difetta parecchio in comunicazione e farebbe bene a circondarsi di persone più adatte allo scopo dato che non riesce a comunicare ai Cittadini nell’articolo sulla Sicurezza e percezione della sicurezza…
    che la sua Amministrazione ha assunto nuovi Agenti di Polizia Locale quando la precedente amministrazione invece aveva ben due Comandanti e perdeva unità operative sul territorio.

    Chissà se una politica che incita all’uso delle armi è di destra o di sinistra….!!??

    RE Q
  19. #19 scritto da Saccavini il 18 settembre 2014 10:51

    Lasciamola stare la sinistra e la destra.

    Una divisione artificiale che dopo trent’anni dalla fine della guerra fredda è un totem divisivo.
    Un mondo e una società spaccata in due.
    Oggi è l’argomento rimasto ai partiti per la recita del dibattito politico.

    Ci sono proposte sbagliate o perfino stupide che vengono da politici che stavano a sinistra o a destra. E viceversa: progetti e iniziative valide.

    Le armi sono una necessità, a determinate condizioni, dell’attuale momento storico.
    Con l’auspico e il lavoro perché si vada verso una società che ne abbia sempre meno bisogno.

    Le posizioni integraliste, come avviene nella società americana riguardo alla distribuzione ai civili, non ci riguardano.

    Professionalità e competenza, efficienza è l’aspirazione cui deve tendere la pubblica amministrazione anche riguardo all’ordine (e credo che anche qui, ci sia non poco da sistemare, nonostante il vergognoso taglio lineare adottato das altri governi come da questo).
    Piuttosto che tagliare la spesa e razionalizzare, svuotano le carceri, vanificano lo stato di diritto, impoveriscono e demotivano tutti coloro che hanno l’altissimo compito di garantire la vita civile.

    buona giornata

    RE Q
  20. #20 scritto da Andrea D. il 18 settembre 2014 15:52

    Ciao Roberto, non facciamo confusione: nessuno ha incitato all’uso delle armi.

    Gli Agenti di Polizia Locale sono armati e, per la sicurezza di tutti, è opportuno e doveroso che siano addestrati al meglio all’uso dell’arma in dotazione, non perché ne debbano abusare, semplicemente perché, in caso di necessità, siano preparati a utilizzarla al meglio.

    Il mio augurio è che non si trovino mai a doverla estrarre dalla fondina, se non per pulirla e riporla, ma in caso di necessità è giusto che siano adeguatamente preparati.

    RE Q
  21. #21 scritto da Saccavini il 18 settembre 2014 17:05

    Giusto Andrea,

    bene ricordare anche, in riferimento al fatto accaduto a Napoli, che il tutto è nato da un posto di blocco forzato….

    con i rischi che poi possono derivarne…. soprattutto se per forzare il blocco qualche agente corre rischi personali seri…

    Il diritto comporta obblighi e doveri, diritti e rispetto delle regole: da parte di tutti

    RE Q
  22. #22 scritto da Roberto DM il 19 settembre 2014 15:14

    http://www.tzetze.it/redazione/2014/09/morte_davide_bifolco_il_commento_di_mentana/

    Saccavini si informi bene prima di scrivere.
    Non vi era alcun posto di blocco che è stato forzato….ma lo scooter con i tre a bordo (a Napoli ci vanno anche in 5….) ha proseguito la sua strada senza fermarsi all’alt delle Forze dell’Ordine e da lì ne è nato un inseguimento e poi lo speronamento dello scooter da parte di un’altra auto dei carabinieri che arrivava in rinforzo….
    Non è che mi si vuol far passare per quello che sta dalla parte di chi scappa…..??!!!

    Spero di no !!

    Chi scappa dalle Forze dell’Ordine ha sempre torto ma non è che bisogna ammazzalo per forza….se poi uno è anche cristiano dovrebbe essere contro l’uso delle armi….o no ?

    RE Q
  23. #23 scritto da Saccavini il 19 settembre 2014 16:17

    Roberto,

    fa differenza il blocco, dall’alt intimato dai Carabinieri, rispetto al comportamento che si deve tenere?

    Nella sostanza siamo d’accordo:

    Primo: le forze dell’ordine devono essere assecondate senza dubbi o tentennamenti, se ordinano al Cittadino di fermarsi o che altro.

    Secondo: le forze dell’ordine devono essere professionalizzate e condotte con sicurezza, formate nello specifico, avere la calma necessaria in condizioni di tensione che si possono manifestare.

    se vogliamo possiamo aggiungere un
    Terzo: disattendere od ostacolare le forze dell’ordine nell’esercizio della loro funzione, per il Cittadino che lo fa, deve mettere nel conto una componente di rischio.

    Quindi chi scappa dalle forze dell’ordine ha sempre torto… (e lo fa a suo rischio)

    buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth