TASI e IMU Buccinasco: “ma tasi ciò: ti xe màto!”

Ci arriva da Schiavone una simpatica descrizione di straordinaria vita municipale. Davvero straordinaria perché, a memoria d’uomo, un pastrocchio del genere non si ricorda nella nostra Comunità. In attesa degli eventi, un sorriso ci aiuterà a stemperare la situazione. (Alberto Schiavone 30 Maggio 2014). Buona lettura

 DIFFICILE PAGARE LA TASI A BUCCINASCO?

 Massima solidarietà all’amministrazione comunale di Buccinasco, che ha speso migliaia di euro (dei cittadini) per ri-fornire consiglieri comunali e giunta di tablet e smartphone. Ha spostato pareti ed istallato MaxiSkermi così ipertecnologici che nessuno ci capisce una mazza, ha rivoluzionato l’ergonomia comunale spostando uffici e personale.

Tanto che il Comune è un manicomio dove i Cittadini entrano sani ed escono pazzi: vedi il catasto, prima fiore all’occhiello di Buccinasco, ora buono giusto per farci il ghiaccio. Ecco. Dopo tutti questi sforzi tecno-titanici si ritrova a dover far i conti (letteralmente) con l’orda di bifolchi mascherati da cittadini ansiosi di farsi calcolare la TASI da umanissimi impiegati comunali.

Invece (i Cittadini) di far uso del formidabile programma, fornito giusto-giusto all’ultimo momento che s’impalla una volta su due ed è tranquillizzante per il contribuente come un vuoto d’aria in aereo. Insomma, dopo tutta questa tecnologia assistere alle code interminabili di cittadini incazzati e incazzosi deve trattarsi di prova ardua, di quelle che inducono a tornare a metodi più tradizionali.

Ma la soluzione è in arrivo: i Cittadini verranno assistiti dai nonni del CAAF per i calcoli, con perizia, ma senza responsabilità, che resta a carico dello sfigato che come unica colpa è residente a Buccinasco, il paese del mago di Oz.

Occhio agli errori. Anche per questa volta è tutto. #parcosudmi #succede #davvero

Tag:

  1. #1 scritto da Andrea D. il 30 maggio 2014 12:14

    Va detto che Buccinasco fa parte della minoranza dei Comuni che hanno deliberato per tempo le aliquote della TASI e quindi è stato ringraziato (penalizzato) con la ferrea scadenza del 16 giugno, con tutti i problemi che stiamo vivendo in questi giorni.

    Gli altri Comuni, la maggioranza, che, invece, non sono stati solerti nell’ottemperare alla legge e non hanno ancora deliberato, si sono visti spostare (come premio) la scadenza al 16 di ottobre.

    Questa è l’Italia: si premiano i furbi e si penalizzano gli altri!

    RE Q
  2. #2 scritto da saccavini il 30 maggio 2014 12:24

    “che … bordello anche stamattina”

    questo il commento riferito sull’impianto di oggi.

    Ci vorrà davvero pazienza:
    > quando si è superato il punto di Peter (l’inefficienza)
    > quando si giunge alla Bozo explosion:

    http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/16157/inefficienza-e-un-cancro-che-corrode-contenerla-emarginarla-espellerla/

    INEFFICIENZA: non ci sono altre soluzioni possibili.

    Un cancro che corrode,
    occorre contenerla,
    emarginarla,
    espellerla.

    Non importa a chi si rivolgono, ma intervengano e lo facciano in fretta.

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 12:33

    La patria dei dritti, altro che del diritto, Andrea.

    tuttavia non per questo si possono far sconti sulle inefficienze che si protraggono..

    Sai quanto ha da lavorare Renzi per cambiare questa struttura burocratico-ministeriale su cui la partitocrazia è attaccata come una patella alla roccia?

    Come dovrà lottare per intervenire nella “nutella” di voti e consenso rappresentata da queste strutture?

    Facciamogli gli auguri nell’interesse del paese… la vediamo durissima (come Schroeder che ha tagliato il welfare per rendere competitiva la Germania ben sapendo che sarebbe costato a lui l’abbandono della politica e al suo partito un lungo periodo di minoranza.
    Sens odello Stato… quant one abbiamo noi in Italia?

    RE Q
  4. #4 scritto da Giorgio Vismara il 30 maggio 2014 13:07

    Buongiorno Saccavini

    Senso dello Stato?

    Se l’è? Roba de sgagná?
    Ecco.
    Proprio “roba de sgagná”…..
    E di mandibole e bocche da sfamare e mai sazie in ogni apparato pubblico e privato ce n’è veramente troppe!

    Ed il senso dello Stato che ogni tanto emerge viene regolarmente soffocato da nuovi mangioni e mangiatoie.

    Tra poco ci saranno i mondiali di calcio e allora vedremo tanti tricolori sventolare alle finestre e per le strade.

    Ma poi torneremo ad essere chi juventino, chi milanista, chi interista, ecc.
    Ed ognuno, all’interno del suo gruppo, diverso dagli altri!

    Si sono persi troppi anni sorvolando nell’educazione scolastica sul SENSO DELLO STATO….
    Ce ne vorranno tantissimi per ricostruirlo ed insegnarlo alle nuove generazioni.

    Dubito che noi, che abbiamo capelli bianchi e qualche ricordo del senso dello Stato trasmessoci dai nostri genitori e nonni, che per darci questa sgangherata repubblica sono anche morti, riusciremo mai a vederlo….

    Amaramente,

    giorgio vismara

    RE Q
  5. #5 scritto da Alberto Schiavone il 30 maggio 2014 13:08

    Vorrei sottolineare che i cittadini di Buccinasco non sono le uniche vittime dell’arte d’improvvisarsi amministratori pubblici dei soliti noti, ma anche i dipendenti del comune pagano un prezzo altissimo, sono spostati e rispostati (chissà poi perché ?) da un incarico all’altro da un ufficio all’altro, tanto che molti di loro han sviluppato la sindrome depressiva del vuoto a perdere.

    Ci si corica al catasto e ci si sveglia ai tributi, con questo andazzo molti di loro non riescono nemmeno a calcolarsi soli, figuriamoci a far i calcoli ai Cittadini.

    Inoltre, colmo dell’ironia (e dell’ingiustizia) si beccano pure le rimostranze, qualche volta anche violente, degli incazzatissimi Cittadini.

    Ecco, mi pare giusto che qualcuno si occupi di far presente la questione alla cittadinanza, come M5S Buccinasco abbiamo deciso di organizzare manifestazioni di sostegno ai dipendenti comunali, mi pare proprio sia il momento giusto.

    Organizzeremo probabilmente due eventi nel mese di Giugno.

    PS. Leggendo in giro ho notato che sempre più persone chiamano/indicano il Sindaco Maiorano come ‘Jack’, è un treand interessante, anche se sono sicuro che molti non ne comprendono il significato ^_^

    RE Q
  6. #6 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 13:35

    Bentrovato Giorgio Vismara,

    Ha ragione da vendere sul senso dello Stato; mi trova davvero concorde la denuncia sulla abolizione dell’educazione civica durata per troppi anni, dopo essere passata fra le “materie” neglette e scivolata in basso da tempo.

    Col senno di poi non si è trattato di risparmiare nella scuola a favore di materie ritenute più urgenti.
    No. Si volevano Cittadini indifferenti verso il proprio paese ed i suoi valori, perchè ciò consentisse ai commensali seduti al tavolo della spesa pubblica, di mangiare a quattro palmenti….

    Qui bisogna lavorare davvero: per essere Cittadini consapevoli dobbiamo essere istruiti e conoscere il nostro stato, le istituzioni, i valori su cui si regge, l’etica del cittadino, di chi amministra, di chi ha responsabilità nell’impresa e nella professione.

    Sono un po’ meno pessimista però: un fondo sano c’è e credo non siano necessari tempi biblici per ricostruire il senso del paese, della Colettività.

    Ce la faremo, con l’impegno di tutti

    RE Q
  7. #7 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 13:43

    Schiavone buona giornata e grazie per la riflessione,

    Verissimo l’assunto: i funzionari fanno da front (sono le persone che rappresentano l’amministrazione).
    Se l’inefficienza arriva all’esplosione loro ne sono le vittime, consapevoli nel senso che se ne rendono conto, incolpevoli perché dell’inefficienza delle decisioni politiche non possono rispondere: devono solo accettare, subendo.

    Chi ha provato a difendere la propria professione e dignità, si è trovato con l’avvio di procedure disciplinari (insensate ma dall’intento di avvertimento per gli altri)….

    Città Ideale alla bellissima idea di incontri / discussioni per capire e confrontarsi sui problemi e sulle tematiche che i nostri funzionari e dipendenti del municipio devono affrontare, risponde positivamente dando la propria disponibilità attiva alla fase preparatoria.
    Ottima intuizione del M5S, complimenti.

    buona giornata

    RE Q
  8. #8 scritto da Andrea D. il 30 maggio 2014 16:21

    Credo che certe cose vadano dette quando è il momento di dirle, come ha fatto Città Ideale; sparare sulla Croce Rossa ha poco senso!

    In ogni caso ci racconteranno, tanto per cambiare, che … non si poteva fare altro!

    Una decina di giorni lavorativi ci separano dalla scadenza e un flusso di una certa consistenza, considerando la novità del tributo e le oltre 10.000 famiglie di Buccinasco, sarebbe stato facilmente prevedibile.

    La situazione avrebbe potuto essere gestita decisamente meglio, con più preparazione e una migliore organizzazione; disagi, probabilmente, ce ne sarebbero stati ugualmente, ma di un ordine di grandezza inferiore.

    RE Q
  9. #9 scritto da rocco il 30 maggio 2014 17:00

    Scusate ma Buccinasco ai tempi di Lanati prese il premio come uno dei paese più tecnologici ed efficiente d’Italia,
    inoltre prese anche un premio per i conti a posto,
    capisco che non pioveva in quel periodo e quindi non vi erano scusanti che invece questa amministrazione ha,

    possibile che in 12 anni siamo tornati all’età della pietra?

    secondo me nemmeno a Caltabellotta succedono queste cose!!!
    Robe da non ci credere…

    RE Q
  10. #10 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 17:21

    Il cancro dell’inefficienza sta giungendo alla bozo explosion e sta lavorando.

    la situazione di tensione adesso ha creato il subbuglio ma le criticità quotidiane continuano, con gli effetti in discesa che conseguono:

    Tempi più lunghi;
    incertezza nel lavoro;
    responsabilità incerte;
    posizioni ricoperte male;
    decrescita verso la professione e l’attività svolta

    Bisogna intervenire, bisogna farlo presto, bisogna invertire la rotta!

    RE Q
  11. #11 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 17:32

    perché rocco ci cita Caltabellotta (così, non Cartabellotta):

    Riedificata, subì ancora la sorte della devastazione per mano degli Arabi, i quali di eressero il “Castello delle querce, in arabo “Qal’at Al-Ballut” e, dal quale, come certamente si intuisce, discende l’attuale nome di Caltabellotta.
    (wikipedia)

    un comune di 4mila abitanti; il Sindaco espresso da una lista civica.
    Il nome può sembrare curioso, ma non è da escludere che possa essere gestito meglio di Buccinasco…

    Pensiamo a casa nostra, che di problemi ne abbiamo a iosa…. non è d’accordo rocco?

    Quanto ai tempi di Lanati… facile rimpiangere raffrontando una gestione dinamica e seria con l’attuale mortorio (allora era più facile, ma adesso non esiste la benché minima capacità di contrasto alla fase critica, si declina al ribasso e basta).

    buon pomeriggio

    RE Q
  12. #12 scritto da lorenzo roveri il 30 maggio 2014 21:14

    Su “Buccinasco Informazioni”, il periodico a cura dell’Amministrazione Comunale del mese di Maggio, a pagina 10,leggo l’articolo Buccinasco Pulita 2014, dove si fa riferimento al verde di Buccinasco e all’appalto per il taglio dell’erba, citando l’Assessore Pruiti come fonte dell’informazione.

    All’autore dell’articolo e a chi lo ha patrocinato rivolgo la seguente richiesta:

    per favore scrivetene un altro sulla prossima edizione dopo però aver fatto personalmente un sopraluogo lungo, prendiamo a caso, il vialetto Spina Azzurra tra Via Morandi e il campo sportivo, la Via sdella Musica e, attraversando Via della Costituzione, fino a dopo i laghetti.

    Vi chiedo di scrivere in questo articolo se l’Amministrazione considera confacente al decoro della nostra città la situazione che potrete osservare sotto i vostri occhi e se questo è lo standard che si può dichiarare normale per Buccinasco.

    Se questa fosse la dichiarazione l’Amministrazione potrebbe allora considerarsi mallevata da responsabilità e ai Cittadini non rimarrebbe che trarne le conclusioni.

    Se invece la risposta fosse: inaccettabile, vergognoso, allora, dopo aver concesso tutto lo spazio che le citazioni delle cause di forza maggiore inevitabilmente comportano, vorrei che un piccolo spazio fosse dedicato ad una dichiarazione: in che data, comprensiva di mese ed anno, l’Amministrazione si impegna, o almeno prevede, di mettere a decoro questo verde pubblico.

    Volutamente ho fatto cenno solo ad una piccola parte del territorio, forse sconosciuta ai più, ma proprio per questo a rischio di oblio con la conseguenza di un degrado irrecuperabile.

    RE Q
  13. #13 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 21:41

    buona sera Lorenzo Roveri,

    Il suo commento ci richiama al verde: abbiamo finora sull’argomento collazionato oltre 200 commenti.
    Le criticità non mancano e se ne aggiungono… questa della TASI durerà ancora per giorni.

    La questione del verde a Buccinasco è però seria, tanto seria e priva di interventi correttivi sostanziali per cui fa molto bene a riferirla, oltre tutto con una proposta seria, che dovrebbe richiamare l’attenzione di una amministrazione dotata di un minimo di rispetto per i Cittadini e le loro istanze.

    Non credo si possano nutrire molte speranze: Buccinasco Informazioni, l’avrà notato, è periodico sponsorizzante della amministrazione in carica (in passato lo hanno fatto anche altri, ma questo non giustifica).
    Attenderemo comunque, e staremo a vedere (soprattutto la risposta giusta dovrebbe aversi dai fatti)

    buona serata

    RE Q
  14. #14 scritto da Saccavini il 30 maggio 2014 22:42

    Un sintetico riepilogo del secondo giorno di bailamme in comune.
    Serviti 100 Cittadini, limite massimo.
    Nonostante la limitazione si è finito con un’ora oltre orario, alle 13.00.

    Spostato personale per rafforzare l’ufficio, con interventi personali del Sindaco e del Segretario.
    Aggiunta di altre persone da martedì, all’ufficio tributi.

    Prevedibile l’inizio con il rilascio dei biglietti di prenotazione, ma non abbiamo notizie certe.
    Il prossimo giorno è martedì 03 giugno.

    RE Q
  15. #15 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 00:02

    Scusa Paolo ma proprio non riesco a capire la incertezza sospettosa su quanto dice e fa Città Ideale e Saccavini.

    Non c’è animosita, non c’è pregiudizio.
    Possiamo sbagliare ma qui ci sono persone che fanno e parlano di politica da persone oneste.
    Aperte, attente e disponibili.

    Le critiche sono sui fatti, le proposte sono sugli aspetti migliorabili.
    Stai assumendo il ruolo di portavoce della maggioranza in Città Ideale, e sembri adottarne lo stile: il sospetto, la sfiducia, il preconcetto.

    Buona fortuna e buona notte

    RE Q
  16. #16 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 12:36

    Al netto della dimostrazione di disorganizzazione della struttura comunale.

    Come ho già scritto l’attendibilità, e serietà, di un blog (come di tutti i mezzi di comunicazione) si misura anche sulla completezza dell’informazione che fornisce ai suoi lettori, per consentire loro la miglior valutazione del contesto in cui i post si collocano. Prima di tutto fornendo informazioni sugli autori degli scritti, in particolare se questi non sono semplici post, ma assurgono al ruolo di articoli segnalati.

    Ho già detto del caso del dottor Sorgenti sui temi ambientali, lo stesso vale per il dottor Schiavone in merito ai temi locali, forse un piccolo CV “ politico “ potrebbe essere utile. Io posso contribuire solo per quanto ho potuto vivere in prima persona.

    La prima volta che ho sentito parlare del d.S. è stato subito dopo le elezioni del 2007, vinte dal dottor Cereda, proprio quest’ultimo si vantava di aver portato via un generale alle truppe nemiche, avendo partecipato alla creazione di Sosteniamo Buccinasco, e quindi partecipato in modo attivo alla campagna elettorale in sostegno di Maurizio Carbonera, non mi ero accorto di questa figura di così alto grado, mi sembrava che per la maggior parte fossimo al massimo dei caporal maggiori (e infatti abbiamo perso), ma questa è una mia colpa.

    Da quel momento in poi il d.S. ha avuto ruoli importanti nella comunicazione dei fasti dell’amministrazione, in particolare una rubrica fissa su Buccinasco Informazioni, il report dei Consigli Comunali, in cui sbeffeggiava la minoranza in modo davvero intelligente.
    Poi che accade, forse non convinto dalle piste di sci di plastica (con oche a passeggio), babbi natali in elicottero e fiction al campo Scirea, il nostro passa armi e bagagli alla minoranza che stava per diventare maggioranza.
    Attratto forse anche dal mitico blogPruiti che macina record.
    Da li parte una campagna di stampa che ha tra gli obiettivi principali: Luigi Saccavini , Città Ideale e più in generale la appena nata Coalizione Civica.
    Ma Saccavini è indubbiamente il prediletto, il d.S. porta a vette di raffinatezza il concetto di “ caso umano” tanto caro a Pruiti (anche a lui piacciono le iperbole, meglio se negative, è il suo grande limite).
    Sono testimone del “ fastidio” manifestato da Saccavini nei confronti del d.S. e delle parole non proprio d’affetto espresse nei confronti del medesimo.
    Ed ora ecco il generale e il caso umano a braccetto per sparare a zero sul recordman dei blog e su Jack, questo era l’affettuoso nomignolo coniato dal d.S. per l’attuale Sindaco (pro tempore, adesso usa così) quando gli diceva di non curarsi del caso umano che non capiva una fava.

    Ovviamente ognuno è libero di cambiare idea, io ne sono un esempio anche se con meno fantasia, ma resto convinto che chi legge dovrebbe disporre delle informazioni più complete per valutare l’attendibilità di ciò che legge.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  17. #17 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 13:53

    Caro Paolo un ringraziamento a questa ricostruzione, pressoché completa, che comprende tutti gli ex e gli attuali politici.

    Solo una osservazione:
    le ricostruzioni se vogliono essere convicenti, devono contenere aggettivi ed avverbi, locuzioni sminuenti.
    Diversamente al lettore sa di pre-giudizio e l’effetto meno fatto proprio.

    Ciò indicato resta vera la affermazione finale: chi non è condizionato da interessi conomici o di carriera politica, alla politica si approccia in termini meno condizionati dal risultato, più liberi nel valutare, anche nel cambiare idea.
    In assenza di scelte “interessate”, il cambiamento non incide, in un momento dato, una posizione assunta su una questione specifica.

    La questione specifica è proprio quella che definisce Paolo: “al netto della dimostrazione di disorganizzazione”, che viene data per scontata.

    Buona giornata

    RE Q
  18. #18 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 14:05

    Una cosa che sfugge a molti è che in politica non esiste solo l’interesse personale in termini politici, ma anche, e tanto, quello del proprio ego.
    Non ho capito: ” le ricostruzioni se vogliono essere convicenti, (non, ndr) devono contenere aggettivi ed avverbi, locuzioni sminuenti.
    Diversamente al lettore sa di pre-giudizio e l’effetto meno fatto proprio.”

    Forse manca qualcosa, in ogni caso sfido chiunque a trovare nei miei scritti qualcosa di sminuente.
    Comunque non scrivo le miei ricostruzioni perché siano convincenti, ma perché cerco di dire la mia verità, che è la mia, chiedo solo che sia confutata puntualmente e con altrettanti dati di fatto, astenersi perditempo.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  19. #19 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 14:59

    perditempo?… Paolo?

    Qui non mi sembra ce ne siano: coloro che si confrontano, appunto recepiscono e si misurano sui concetti, sui fatti, sulle cose.
    Un esempio di termini che hanno l’effetto (non voluto ma fattuale) di non procedere nella discussione, nella analisi. Che sa di pre-giudizio nei confronti di chi intende discutere.

    Chiedo scusa per una componente avversativa (in grassetto, aggiunta ora al #17) che rende poco comprensibile ciò che si intendeva sostenere.

    buona giornata

    RE Q
  20. #20 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 15:11

    Vista la precisazione al 17, per favore elenco locuzioni “sminuenti” grazie, altrimenti perditempo.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  21. #21 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 16:38

    Pur con il tono prussiano della richiesta, diciamo scostante, Città Ideale esegue e riprenderà l’intero commento di Paolo, per modo che comprenda quanto si intende dire, senza animosità ne intento discontro.

    Per diversi dei lettori che avessero già capito, il lavoro sarà una perdita di tempo, ma lo faremo egualmente.

    Siamo disarmati, non abbiamo preclusioni: Paolo Caimi ritiene non sia così, ma confidiamo di riuscire a convincerlo con i fatti e gli scritti.

    buona giornata

    RE Q
  22. #22 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 16:43

    Mi scuso per il tono prussiano, ma non mi pare ci fosse nulla di scostante. Ancora meno di difficile, visto che si diceva che si erano rilevate delle “locuzioni sminuenti” credevo fossero già state individuate, altrimenti di cosa si parlava, e sarebbe bastato riprendere il testo ed evidenziarle, come fatto al 17. Non mi sembra una terribile perdita di tempo, ne è stato perso di più con la risposta al 19.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  23. #23 scritto da Andrea D. il 31 maggio 2014 16:45

    Benché la nostra non sia una conoscenza di lunga data, considero Paolo (Caimi) un amico. Lo rispetto e rispetto quel che dice, anche se non sempre possiamo essere d’accordo. Da un punto di vista ideologico siamo molto distanti, tanto che ….

    ……………….

    la riflessione di Andrea non riguarda tanto Paolo Caimi ma si allarga alla funzione in generale di Città Ideale. Esce stasera l’articolo:

    Città Ideale e la sua missione: Andrea spiega

    RE Q
  24. #24 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 16:51

    Senza animosità ne intento di scontro, provvederemo, Paolo.

    Non siamo eguali e questa differenza è un valore, non un limite.

    buona serata

    RE Q
  25. #25 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 20:06

    Saccavini, vedi quando si parla è facile dire che si è detto o non detto una cosa, ma quando si scrive è più difficile, se si scrive che uno ha usato delle ” locuzioni sminuenti” resta scritto e quindi l’accusato si chiede come sia possibile che ci voglia tutto questo tempo per portare le prove a supporto dell’affermazione.

    Io ho sempre considerato le mail uno strumento difficile da gestire, ma democratico, quando in azienda esisteva solo il telefono e la parola, alla fine aveva sempre ragione il capo, con la mail no, almeno qualcosa di scritto rimane e se hai dato un’indicazione insensata non puoi raccontare che il tuo collaboratore ha capito male.

    E’ per questo che in alcune aziende i dirigenti, non le aziende, vorrebbero tornare alla vecchia cara abitudine delle chiacchiere.
    Quindi continuo ad aspettare fiducioso come sempre e senza nessuna animosità, da parte mia.
    Per altro leggerò con grande interesse il nuovo articolo, ma credo (non, ndr) abbia molto a che fare con la mia richiesta.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  26. #26 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 20:20

    Tranquillo e abbi fiducia Paolo,
    Città Ideale non adotta comportamenti inappropriati, cerca di evitarlo e si sforza di essere coerente.
    L’intero impianto della storia di Schiavone lo trovo pieno di pre-giudizi, locuzioni e immagini che svalutano.
    Cercherò di metterlo in ordine facendo un lavoro attento, non per dimostrare che Paolo ha sbagliato, ma perché si trovi un terreno comune sul quale ci si possa intendere.

    Personalmente adotto il medesimo tuo comportamento e diffido delle disposizioni emanate a parola: in genere rappresentano una falla organizzativa.

    Non c’è urgenza e lo mettiamo in fila entro uno o due giorni (dopo lunedì), salvo eventi che dovessero avere prevalenza per tempestività.

    Buona serata

    RE Q
  27. #27 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 20:45

    Come ho già scritto attendiamo fiduciosi. Saccavini consentimi una battuta, proprio cattiva ( lo dico io così evitiamo accuse di animosità, di essere scostante e prussiano (questa mi piace molto), nel caso doveste amministrare alcunché sarebbe opportuna più velocità ed efficienza, altrimenti Maiorano rischia di sembrare un Frecciarossa.

    Ancora una cosa, sono un lettore e quindi chiedo, vorrei che la risposta si limitasse a quanto ho scritto io, il post 15 con evidenziate le ” locuzioni sminuenti”, eventualmente con la contestazioni di fatti che ho descritto e che sono ritenuti non corrispondenti alla realtà.
    Niente filosofia.
    Grazie e scusa se sono così pretenzioso.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  28. #28 scritto da Saccavini il 31 maggio 2014 21:37

    Altrettanto chiaro, però cercando di essere scevro da animosità o cattiverie, Paolo.

    I tempi e i modi toccano a chi, opera senza altro scopo che cercare di dare il meglio di sé perché Buccinasco diventi una Città Ideale.
    Ogni consiglio ed osservazione è utile e se ne tiene conto.
    Sempre.

    Perfino, in qualche rara occasione soltanto, purtroppo, anche negli anonimi del presunto (o sedicente) manolete, si cerca un terreno di metodi comuni.
    Cosa si intende per filosofia?

    Ho in mente una analisi del testo e la sua trascrizione che separi i fatti dalle opinioni.
    Se ci riesco vedrò di anticipare, visto l’interesse.

    Lo spirito con cui opero è comunque aggregante, anche qui individuando una base di possibile condivisione nel metodo.

    Quanto all’attuale Sindaco e all’immagine di un Frecciarossa…. merita un bonario sorriso.

    buona serata

    RE Q
  29. #29 scritto da Paolo Caimi il 31 maggio 2014 21:46

    Cosa intendo per filosofia ? Questa.
    Non si tratta di fatti e opinioni, si tratta solo di ” locuzioni sminuenti “, mi hai accusato di quello, o sapevi a cosa facevi riferimento, oppure non capisco. Non c’ è particolare interesse, solo sorpresa per un’osservazione che ha bisogno di così tanto tempo per concretizzarsi.
    Per quanto riguarda i sorrisi bonari, si sprecano, forse non conosci tutti i tuoi lettori.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  30. #30 scritto da ehhh gia il 1 giugno 2014 08:29

    Mi scusi Caimi ma se non ricordo male lei mel 2012 fu uno dei principali animatori e registi dell’arrivo di Cortiana a Buccinasco (papa straniero tanto da lei invocato oggi umile sacrestano di una chiesa di campagna).

    Ma oggi ha cambiato idea ?

    Giusto x capire la sua volubile posizione politica

    RE Q
  31. #31 scritto da Saccavini il 1 giugno 2014 22:45

    L’anonimo inconosciuto dallo stile simil manolete, simil vicesindaco, è bene che sia fatto conoscere.

    Esprime criteri e comportamenti propri della partitocrazia, della recita di teatrini perchè in questo mod oritiene di primeggiare.

    Se Paolo Caimi intenderà replicare (ma datosi l’anonimo, non ne ha l’obbligo, non meritando l’affermazione anonima repliche ragionate), spiegherà lui.
    Per quanto ritiene Città Ideale, la posizione di Caimi entro Sosteniamo Buccinasco non fu di adesione entusiastica: le sue ragioni le ebbe all’epoca, chiare e come d’uso per lui, senza nascondere il suo modo di intepretare l’operazione.
    Che non riguardava tanto e soltanto Fiorello Cortiana ma anche la Coalizione Civica.

    L’espressione volgarmente sminuente verso il capogruppo di Coalizione Civica, del tutto inutile, tale da rappresentare e riflettere astio per il peso e l’attività che il medesimo e Coalizione Civica rappresentano

    buona notte

    RE Q
  32. #32 scritto da Paolo Caimi il 1 giugno 2014 22:47

    No, non ho cambiato idea, ma il tema non era quello del papa straniero ( tanto inviso a Pruiti, forse conosce??), i papi stranieri ci sono già stati. Ma di una figura che sapesse raccogliere un consenso più ampio della coalizione di CS.

    Del resto che non avessi torto è stato dimostrato è stato dimostrato dai risultati di Renzi, non quelli delle europee, ma quelli delle primarie per il premier e quelli delle primarie per il segretario.

    Direi due segnali inequivocabili che la ricerca del nuovo era al massimo.
    Quindi nessuna volubilità da parte mia, continuo sulla medesima strada, oggi con qualche soddisfazione.

    Aggiungerei che il tema ” papa straniero”, usiamo questa formula, c’entra poco, qui si parla di attendibilità e completezza dell’informazione, cosa a cui lei porta un contributo scarso visto l’uso dello pseudonimo
    Saluti.

    Paolo Caimi sempre nome e cognome, su trovi un po’ di ego anche lei o forse ne ha troppo

    RE Q
  33. #33 scritto da Andrea D. il 1 giugno 2014 22:49

    Mi fa venire in mente Peppone e Don Camillo ;-)

    RE Q
  34. #34 scritto da Paolo Caimi il 1 giugno 2014 22:57

    Saccavini, solo per amor di verità (eventualmente con mail a sostegno, santa mail) io all’interno di SB mi sono opposto al tuo progetto di alleanza con l’UDC, si è poi visto che disastro sarebbe stato.

    Ho invece sostenuto immediatamente (con l’impegno che potevo dare e che qualcuno ha già certificato) il progetto legato alla figura di Cortiana, che corrispondeva, i termini progettuali, a quanto sostenevo in PER BUCCINASCO.

    Formazione che ho lasciato non solo e non tanto per questa differenza progettuale, ma perché non condividevo le modalità di comunicazione e di proporsi di Pruiti, cosa che non dico solo ora e che ho detto più volte a lui.
    Modi che tendevano a dividere piuttosto che ad aggregare, con una certa tendenza al “cerchio magico”.
    Il tutto pur cosciente delle capacità di Pruiti e per questo ancora più contrariato per lo stupido spreco, ma ognuno, come ovvio, si comporta come meglio crede.
    Quindi Saccavini, prima di scrivere qualcosa, vatti a rileggere le mail e cerca di ricordarti cosa è successo davvero.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  35. #35 scritto da Saccavini il 1 giugno 2014 23:15

    Caimi forse non ha capito o forse io mi sono espresso ricordando in modo diverso.

    Non ci sono e.mail da richiamare: ciò che dice Caimi non contrasta quanto da me espresso ed è in linea con la replica all’anonimo simil manolete simil vicesindaco.

    Ricorda Caimi, e fa piacere, che l’impianto di Coalizione Civica aveva negli intenti l’aggregazione quale partner dell’UDC.
    Non si perfezionò non certo per mancanza di volontà di Coalizione Civica, su cui tutti furono concordi.
    Per ragioni incomprensibli, UDC di Buccinasco ritenne di cambiare cavallo in cambio di un consigliere e un assessorato.

    La scelta proposta da Coalizione Civica sarebbe stata vincente ed oggi Buccinasco avrebbe una ben diversa amministrazione, con UDC insieme e in prima fila; un ben altro peso e rilievo.

    Progetto non di Saccavini quindi, ma coordinato e condiviso da tutta Coalizione Civica, la quale al riguardo non ha commesso errori.

    La descrizione che qui viene indicata oltre che realistica e priva di pre-concetti, gli attori del tempo possono confermare.

    RE Q
  36. #36 scritto da Paolo Caimi il 1 giugno 2014 23:22

    Saccavini, quindi forse ti ricordi in modo diverso anche le discussioni a proposito dei voti di CL di cui tu eri in caccia e su cui, con facile preveggenza, ti dicevo che non li avresti mai visti.
    Alle elezioni Città Ideale fu la peggiore delle quattro liste in termini di risultati, questo mi pare inconfutabile, malgrado una campagna certamente “significativa”.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  37. #37 scritto da Dezio il 2 giugno 2014 10:56

    Ricerca del nuovo, liste civiche alternative, nomi pseudo nuovi, movimenti stellati, etc.
    Però nessuna di queste compagini è stata in grado di convincere l’ormai vicino 50% degli astenuti ad esprimere il proprio voto.

    Questa realtà (era una tendenza, ormai è quasi il partito di maggioranza) deve far riflettere, perchè potrebbe essere ancora più massiccia.

    Torniamo alle nostre recenti comunali. Perchè stupirsi del comportamento dell’UDC ?

    E’ forse il partito ( meglio dire “era” ) più coerente nell’essere incoerente. Gli esponenti locali si sono semplicemente attenuti alla linea di condotta.

    Domanda finale : ma il vero nuovo esiste ?
    A me pare un contro-senso, dimostrato anche dai volti che puntualmente troviamo anche nelle liste civiche (tutte, sottolineo tutte).
    Il voto è sovrano – chi non vince è perchè non convince.

    RE Q
  38. #38 scritto da Saccavini il 2 giugno 2014 17:00

    Non può che ripetersi quanto già indicato.
    L’area UDC, con il probabile supporto del movimento (la fraternità) Comunione e Liberazione, con i senno di poi, ed in base ai comportamenti (che contano più delle aspettative), nell’incertezza di un esito per il ballottaggio, preferì non scegliere.
    Visto il risultato, esclusa Coalizione Civica dal ballottaggio per non molti voti, scelse Maiorano.

    Con le conseguenze, per loro, cui stiamo assistendo.
    Circa la validità della decisione d’allora: al primo e al secondo turno, ciascuno anche fra loro sarà libero di farsi una ragione e stabilire, col senno di poi.

    Città Ideale e Coalizione Civica non hanno commesso errori, hanno proposto un progetto, cui sono tuttora convinti assertori e promotori.
    Non hanno discusso i contenuti del progetto, né hanno ricevuto richieste da quell’area.
    Avremmo potuto in qualche modo trattare concretamente il do ut des come altre “personalità” hanno praticato, illo tempore e più recentemente.
    Ne parleremo, forse ad estate più avviata, oggi i nostri pro tempore (che non è un’offesa) ci mpegnano oltre misura.

    La nostra resta una scelta valida, forse l’unica che può cambiare il far politica a Buccinasco.
    Ogni giorno a nostro parere si dimostra giusta (in ciò contribuendo le scelte che la coalizione pro tempore amministrante).

    La verità non la stabilisce la decisione del voto e neppure gli elettori… ha però il pregio, la verità, di imporsi per se sola, nei tempi e condizioni che la congerie degli eventi arriveranno a far imporre.
    Speriamo che Buccinasco non debba attendere troppo.

    RE Q
  39. #39 scritto da Saccavini il 2 giugno 2014 17:54

    Dezio quanta ragione sui Cittadini assenti, sull’unico momento che li fa diventare detentori del potere e disabituati da decenni di esclusione dalla vita di Comunità, li ha resi indifferenti, disinformati.
    Verissimo.

    Che le liste civiche non funzionino non mi trova concorde.
    Sono così destabilizzanti per il sistema che in questa tornata nei comuni del milanese quasi nessuno si è presentato come partito…

    Qualcosa di serio sta cambiando, anche se i partitocrati cercano di mantenere il pallino travestendosi da lista civica.

    Bene fa M5S ad escludere accordi con o candidare ex politici… una prudenza che in questo periodo è indispensabile.

    Lo sforzo che dobbiamo fare è contrastare il disinteresse al voto.
    Non votando il Cittadino non compie alcun danno alla politica che disprezza. Anzi la facilita nel suo obbiettivo dirimanere in sella.

    Buona serata

    RE Q
  40. #40 scritto da Paolo Caimi il 2 giugno 2014 20:24

    Non so da dove cominciare è un fuoco incrociato.
    Vado in ordine cronologico e torno al 30 al signor pseudonimo. Forse c’è qualcuno di molto vicino a lei, molto, praticamente la sua ombra, che mi pare stia cambiando idea, leggo con attenzione i vari blog che si occupano di Buccinasco e nel più famoso ho trovato questa frase: “Ma non è che potrebbe essere tutto molto più semplice? Cioè che l’unica speranza concreta che si è candidata è proprio Renzi?”, volubile ?

    Saccavini ti ammiro, sei fantastico, chiunque abbia seguito le elezioni di Buccinasco capisce che il riferimento era al primo turno, dove il risultato di Città Ideale, che forse ha collaborato al 3° posto di Coalizione Civica, era talmente modesto da escludere qualsiasi intervento di voti di CL.
    Nel ballottaggio, gli articoli su Città Ideale facevano pensare ad un sostegno nei confronti del CD, eventualmente può essere utile andarli a rileggere.
    “Ogni giorno si dimostra giusta”, ma prima o poi sarà anche necessario prendere abbastanza voti.

    Era tipico della sinistra, lo è ancora di una parte, dopo ogni sconfitta spiegare che gli italiani non avevano capito, oggi sembra, aspettiamo a sbilanciarci troppo, che invece gli italiani sappiano capire bene.

    Giusto, il M5S non candida ex politici…anche caduti in disgrazia.
    Adesso agli altri.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  41. #41 scritto da Islero Miura il 3 giugno 2014 12:02

    “Squadra che vince non si cambia”, a dire il vero non ce ne eravamo accorti, ma è probabile che jack la veda cosi.
    E’ presto ma la gente oggi presente in numero rilevante fin dalle prime luci dell’alba, tanto da far impedire il normale deflusso e ingresso delle persone;
    A volte la situazione diventa surreale con la gente che urla e inveisce contro l’Amministrazione, purtroppo anche veri e propri insulti nei riguardi del nostro pro tempore, momenti di tumulti quasi Manzoniani, con forzature delle porte e cariche agli uffici, fino al sopraggiungere degli Austriaci (in questo caso la nostra polizia locale).

    A metterci poi lo zampino “la provvidenza” che porta una situazione di fermo assoluto del sistema informatico.. non funziona nulla.. meno male che il responsabile è in ferie indefinite … (CED).
    Ma soprattutto piace vedere la conferma di ruolo del nostro prode “ex consigliere” che sembra ormai essere “formalmente” il nostro “usciere..”, forse mi son perso qualche concorso nell’albo pretorio.. chissà..

    RE Q
  42. #42 scritto da Saccavini il 3 giugno 2014 15:22

    Un invito a tutti, anche a chi modera, come me.
    Sarebbe bene e più chiaro che gli argomenti dell’articolo facessero da riferimento ai commenti, che a volte si susseguono in modo incrociato.
    I lettori ringraziano…

    Quanto al #40 di Paolo..
    Le interpretazioni tali sono e sono legittime, quelle di Paolo su tutte.
    Comunque non più e non meno delle altre.

    buon pomeriggio
    (il mio è faticoso.. sto scrivendo da una clinica di Rimini per problemi di un familiare. Mi sembra nulla di serio ma qui ho avuto l’impressione che i pazienti ricoverati amino tenerseli, il day hospital non è un must)

    RE Q
  43. #43 scritto da Giorgio Vismara il 3 giugno 2014 15:29

    Ti!!!,
    Che te tachett i tacc!
    Tachem un tacc a mi!

    Mi???
    Tacatt i tacc a ti ….
    …che te tachett i tacc!

    Tachetèi ti i tò tacc!

    Vecchia filastrocca milanese….

    ….. Ogni riferimento a persone (non) è puramente casuale

    RE Q
  44. #44 scritto da Saccavini il 3 giugno 2014 16:00

    Buon giorno Giorgio Vismara,

    quando avrò un po’ di tempo (avendo ridotto a meno di tre ore il sonno), dovremo attivare un blog in dialetto lombardo… quando lo sento, e quando come ora ne leggo, mi sento ritornare ragazzo e mi arriva un po’ di felicità.

    grazie e buon pomeriggio

    RE Q
  45. #45 scritto da Andrea D. il 3 giugno 2014 16:57

    Eh no, Paolo, così non ci siamo.
    Che Coalizione Civica fosse un raggruppamento eterogeneo di forze che individualmente si riconoscevano sia a destra sia a sinistra, ma che hanno rinunciato a qualunque fervore ideologico in nome di un programma condiviso che si presentasse come un modo nuovo di fare politica, in ambito locale, e che rompesse con certe tradizioni è un dato di fatto! “Né a destra, né a sinistra, ma oltre i partiti”, questo era il nostro slogan.

    Che poi all’interno ognuna delle forze avesse una sua collocazione non è mai stato un mistero e quella di Città Ideale è nell’area moderata e liberale, non a caso il sostegno a Fare per Fermare il Declino, che è, per l’appunto, una formazione politica liberale!

    Che le posizioni di Città Ideale fossero critiche anche verso l’amministrazione del PDL è un dato di fatto inconfutabile, sorretto da due querele e al sostegno a Maiorano (cosa pretendi di più?); oggi amministra, male (ma è il mio punto di vista), il centro sinistra ed è quello l’oggetto delle critiche. Perché Città Ideale, come blog, si occupa prevalentemente della gestione della nostra Bucicnasco; quando si toccano temi di interesse nazionale, lo spirito liberale è quello che prevale.

    Per il resto io, come il resto di Città Ideale, mi colloco in un’area che non è quella di sinistra e non mi sento in colpa. Dovrei?

    Perché se è la “superiorità morale” della sinistra l’oggetto della discussione, ammetto che sono fuori tema! Per cui se commette un errore il centro destra occorre puntare il dito e gridare allo scandalo (e allora va tutto bene e si sta legittimamente esprimendo il dissenso), se, invece, gli errori li commette la sinistra, allora occorre, per non essere tacciati di settarismo e di preconcetti, evidenziare anche gli errori del centro destra: è così? Leggendoti sembra proprio che sia così! Se ho capito male, spiegati meglio.

    In ambito locale è un gioco al quale non mi va di partecipare: io, come Città Ideale e Coalizione Civica, sono oltre!

    D’altra parte è una visione ampiamente condivisa dall’attuale maggioranza, per cui se Sosteniamo Buccinasco partecipa alla campagna elettorale e appoggia Carbonera, va tutto bene, ma se appoggia Cortiana, diventa un’associazione che fa politica che va cacciata ed eliminata dalla scena, giusto? Di Città Ideale non parliamone: una spina nel fianco da screditare o ridurre al silenzio con ogni mezzo!

    RE Q
  46. #46 scritto da Saccavini il 3 giugno 2014 17:50

    La “superiorità morale” di Greganti, di Penati, di ….. della legalità a percentuale, la loro naturalmente è il massimo.

    Andrea hai sollevato un pre-supposto, che è radicato, su cui lo stesso collocarsi in minoranza, essere esterni al potere, rendeva moralmente superiori rispetto a chi si “sporcava le mani”.
    In pochi anni la pratica è diventata altra: aziende di stato, mondo coop, sindacati e annessi sono state accolte nel banchetto della spesa pubblica, dirigenti di nomina politica nelle imprese pubbliche fino alle municipalizzate.
    Con al tavolo il convitato di pietra “malavita organizzata”: assente come il morto al bridge ma partecipe per gli scambi di pacchetti di voti contro favori, disattenzioni, appalti e via così. L’antistato convitato di pietra ma cresciuto e coltivato dal sistema.

    I momenti di comune interesse rispetto alla parte politica maggioritaria (screditata a parole) si sono oliati e gli ingranaggi ben assestati, a formare il sistema di potere che chiamiamo partitocrazia.

    Dire queste cose, sembra incredibile, è ancora oggi motivo di offesa e di scandalo.
    Nonostante le cronache si incarichino ogni giorno di darne dimostrazione, la “superiorità morale” quale pre-supposto dell’appartenenza politica purtroppo rimane.
    Un freno, che spacca il paese in due parti artificialmente definite, anzichè unire perché tutto sia cancellato e si riparta.

    buona serata

    RE Q
  47. #47 scritto da Paolo Caimi il 3 giugno 2014 21:35

    Non ho capito quale fosse il sostegno a Maiorano. No non trovo nulla di speciale ad essere di destra, del resto le posizioni espresse su tanti argomenti ( direi tutti) quasi tutti i collaboratori ( direi tutti, alcuni con storie partitiche ben precise e, a quanto pare, finite malgrado loro) di Città Ideale corrispondono all’area di destra.

    Nessun problema è una cosa logica.
    Diciamo che per ora i risultati elettorali vi danno torto, forse una riflessione, una piccola analisi critica potrebbe essere utile.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  48. #48 scritto da Saccavini il 4 giugno 2014 09:48

    Con la sana testardaggine del ripetere perché le cose siano chiare:

    > Città Ideale non ha partecipato alle elezioni europee;
    > Città Ideale ha confermato e sostenuto la validità dei dieci punti di FARE per FERMAREILDECLINO;
    > Città Ideale ha sostenuto la novità antisistema rispetto alla partitocrazia, di M5S (che fa politica senza aver preso un soldo dai Cittadini);
    > Città Ideale ha illustrato e sostenuto Rinaldo Sorgenti, unico Cittadino di Buccinasco candidato su una lista europea che presentava una presidenza giudicata universalmente fra le più capaci e meritevoli.

    Cosa importi questa situazione con i risultati di Buccinasco lo lasciamo decidere ai lettori.

    RE Q
  49. #49 scritto da Andrea D. il 4 giugno 2014 10:35

    Guarda il commento a questo post, tra l’altro proprio sul sito di Sosteniamo Buccinasco:
    http://www.sosteniamobuccinasco.it/notizia/e-soldi-dei-cittadini-giunta-minaccia-querelare-signor-saccavini
    oppure leggi il mio articolo qui su Città Ideale:
    http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/14511/coerenza-e-linearita-di-comportamento-paga-sempre/

    Per il resto un po’ “scarsina” come riposta, visto tutto quello che hai tirato in ballo, ma ce la faremo bastare.

    Di analisi ne abbiamo fatte, ma non siamo un partito e non abbiamo come ambizione la poltrona: ci “basta” (e non è poco) diffondere il messaggio che la politica deve rispondere in maniera chiara e trasparente ai Cittadini in merito al proprio operato e deve rendere conto, in maniera cristallina, di come amministra e gestisce i soldi della collettività.

    Se, poi, ci vorrai aiutare nelle riflessioni e nell’analisi critica, evitando, possibilmente, sterili polemiche, non posso che esserne grato.

    RE Q
  50. #50 scritto da Cittadina per bene il 9 giugno 2014 14:46

    Una bella lezione per tutti e per chi ci amministra. Riceviamo e ci sembra giusto far conoscere la situazione (denuncia pervenuta in data odierna).
    Una cittadina per bene, che si avvale del proprio diritto per una denuncia che, giustamente, non riguarda solo il suo caso ma la situazione generale…

    Buongiorno,
    mi rivolgo a xxxx per sottoporre un problema ormai gravoso riguardo la tosatura dell’erba in quel di Buccinasco.
    Ormai è diventata una distesa infinita di spighe nelle passeggiate sui marciapiedi e nelle aree cani.
    Ho visto che hanno iniziato a tosarle, ma ahimé le lasciano sparse per i marciapiedi a seccare ulteriormente, a parte lo spettacolo veramente poco edificante per Buccinasco, il problema è che chi ha un cane come me, e oltretutto a pelo lungo, rischia di mettere in pericolo la salute del suo amico a 4 zampe, le spighe sono pericolosissime perché si insinuano nel sottopelo e camminano possono anche arrivare ad organi vitali!!! sembra assurdo ma la conferma può averla da qualsiasi veterinario, la cagnetta di una mia amica è dovuta essere operata giusto l’anno scorso.
    Ogni volta che torno dalla passeggiata con il mio cane, gli tolgo dal pelo non meno di 10 spighe.
    Oggi abbiamo incontrato durante la pausa pranzo degli operatori che si stavano prendendo anche loro la pausa pranzo dalla tosatura….
    alla domanda se fosse compresa anche la raccolta nel loro contratto ci hanno risposto in modo evasivo, e alla fine sembrava che non capissero l’Italiano!!!!
    Se Lei non può fare nulla può gentilmente indicarmi a chi rivolgermi???? ho provato a telefonare ma nessuno mi sa dare indicazioni precise.
    Scusi per il disturbo, ma il problema c’è ed è più che mai reale.
    Cordiali saluti

    RE Q
  51. #51 scritto da Paolo Caimi il 20 giugno 2014 14:16

    Saccavini, buongiorno, so che siete molto presi, ma sto sempre aspettando l’elenco/esegesi delle “locuzioni sminuenti”, sai è spesso nelle piccole cose che si misura l’affidabilità di un interlocutore.
    Colgo l’occasione per rinnovarti l’invito a pubblicare interamente il post che hai censurato, ripeto me ne assumo la totale responsabilità.
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  52. #52 scritto da Saccavini il 20 giugno 2014 14:31

    Buon giorno Paolo,

    quanto alle locuzioni sminuenti Città Ideale è uscita con un articolo ove sono state poste, fianco a fianco, le affermazioni di Paolo Caimi e la descrizione delle medesime in modo oggettivo; sono state integrate con passaggi omessi.
    Qui è sempre esposto:

    Città Ideale non si presta a svolgere la funzione di parterre per teatrini polemici.
    Capisco che possa interessare ma non rientra nel nostro progetto comunicativo.

    Abbiamo un magazzino di questioni da raccontare (questioni che siamo gli unici o quasi a farle conoscere).

    Preferiamo restare sul pezzo… (cose si usa dire)

    buona giornata

    RE Q
  53. #53 scritto da Paolo Caimi il 20 giugno 2014 18:00

    Saccavini, scusa, ma qual’è l’articolo, non l’ho capito, lo so sono un po’ tardo, ma abbi pazienza.
    Che noia la storia che su uno scrive che non è d’accordo è polemico, non solo qui, e se invece è d’accordo è sagace e intelligente, che noia!!!
    Saluti.

    Paolo Caimi

    RE Q
  54. #54 scritto da Saccavini il 20 giugno 2014 20:20

    Meno male che Paolo lo ha ricordato….

    con un po’ di tempo sono riuscito a trovarlo.

    Naturalmente chi non è d’accordo ha diritto di dirlo, di scriverlo, di ribadirlo.
    Diciamo se è possibile che esprimere un giudizio SI / NO è povero.
    Meglio per la comunità di lettori e scriventi che il giudizio sia accompagnato da motivazione sul contenuto.
    Se poi si evitano avverbi ed aggettivi che intendono dequalificare l’interlocutore, le sue tesi, le sue posizioni e ci s isofferma sul contenuto, è ancora meglio.

    Un invito, nell’interesse di tutti.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth