Notizie non vere del vicesindaco: esempio in negativo, da condannare

 

Prendiamo a parametro la notizia data dal vicesindaco, relativa a furti e danni ad aiuole e piantine, che sarebbero avvenuti nei giorni scorsi nella zona Rovido.  La notizia del vicesindaco è ad un tempo dettagliata: buchi, asportazioni, messa a dimora dei residenti anche con la sua partecipazione. Eppure generica: sul luogo, la caratteristica delle piantine, e quanto altro, nepure una foto (la nostra immagine non ha nulla a che vedere con i fatti, riguarda un altra località).

Parla di buchi il vicesindaco, di piante rubate, di vandalismi, di azioni notturne prodotte da malintenzionati che agiscono contro la Comunità. Contro l’attuale amministrazione che cerca di fare  il meglio per l’ambiente, per il verde pubblico, ecc. Afferma di difendere i Cittadini che curano il verde e le piante, ponendosi a paladino di costoro(VEDI). Naturalmente sono Cittadini per bene, davvero. Non perché lo dice il vicesindaco 

Ancorandosi alla sua notizia del furto, si atteggia a pulito e bravo amministratore. Una notizia che gli viene a fagiolo visto il protrarsi di un men che mediocre operato dell’attuale appaltatore. Che lui è tenuto a monitorare; perseguire se ne è il caso. Disporre di non pagare come è stato fatto per la gestione dei rifiuti un anno fa. Invece e inspiegabilmente lo difende. Accusa le “forze oscure della reazione” che tramano contro di lui. Si fa scudo dei Cittadini per bene che mostra di difendere, mentre se ne serve (VEDI).

La genericità della descrizione sull’esattezza del luogo, sul tipo di piantine seminate e rubate non consente controlli.  Finché la notizia viene passata a ilGiorno, con un articolo di Francesca Santolini che dettaglia  luogo e piante, con tanto di foto (VEDI). La foto e la didascalia consente di riconoscere luogo e tipo di piante (aghiformi, ma non abeti di Natale). Qui casca l’asino.  Anzi: qui, a meno di uno svarione clamoroso di Francesca,  si dimostra una notizia “costruita” dal vicesindaco. E’ il caso di dire: di sana pianta.  Si veda anche qui (VEDI)

Verifica sul luogo: le piante circondano il lato esterno della rotonda ove si trova una infelice e sfortunata statua bronzea, priva di piedistallo e quindi mal posta, rotonda lasciata incolta di fatto (l’estetica inappropriata  non è  una colpa, al massimo scarsa attenzione e propensione al buon gusto). Una dozzina di questi alberelli sono stati posti lo scorso autunno. Ve ne sono tre che non hanno attecchito, un altro più alto, inclinato e morente.

Nessuno di questi alberelli risulta sottratto, almeno  recentemente, e neppure manomesso. Ci troviamo  un buco privo di piantina, ricoperto da erba/fieno per cui l’asportazione risale a mesi addietro (probabilmente seccato?).  Una notizia  inventata quindi, non da un comune Cittadino ma dal vicesindaco.  Ripresa dalla nostra Francesca che ha preso per buona la messinscena del vicesindaco, vittima anche lei della bufala.

Siccome il vicesindaco è un facente funzioni che nel suo agire esprime la volontà e le affermazioni del Sindaco Maiorano il quale al “soggetto” (casciaball, in vernacolo) ha conferito la delega, la faccenda diventa istituzionale.  Qui l’istituzione si inventa falsità strumentali e le diffonde con comunicati e uscite sui giornali.

Perché agisce in questo modo  il nostro vicesindaco?  Sul piano della comunicazione la spiegazione è  semplice: si ritiene accusato direttamente per le denunce reiterate e crescenti dei Cittadini sull’esito dell’appalto del verde. Incomprensibile, ma evidentemente si sente di esserne il responsabile e in questo modo cerca di difendersi.

Tutta la messinscena utile per recuperare il terreno  in termini di consenso, cambiando le carte in tavola.  Lo fa in modo così pedestre e improvvisato da risultare notizia non vera in modo evidente.  Così incredibile che si ritiene prudente l’ipotesi di un equivoco, nonostante articoli ripetuti e la foto che, unica, esce su ilGiorno ad illustrare il momento della la piantumazione (non il cadavere, il relitto, le buche nude).

Una vicenda che raramente può capitare a un politico; soprattutto non può passare senza conseguenze.   Il Sindaco deve le scuse ai Cittadini e le conseguenti decisioni che riguardano la sua delega non da ora dimostratasi poco felice, inadeguata.  Provveda senza indugi: se vuole nel silenzio e riservatezza, come a Maiorano piace, ma provveda. Se rimane fermo, la sua amministrazione si fregierà del titolo di casciaball.

Tag: ,

  1. #1 scritto da ehhh gia il 26 maggio 2014 00:41

    Ahia ahia saccavini mi sa che ha toppato.
    Quindi questa Sonia Merlini che sui social e ovunque dice che le hanno rubato le piante piantate è una bugiarda? Una millantatrice? Gravi accuse!
    Pesanti.
    Non mi par vero che x attaccare il vice tanto odiato si calunniani i cittadini. Male molto male

    RE Q
  2. #2 scritto da eleonora il 26 maggio 2014 08:26

    Sig. Saccavini il Vicesindaco avrà tirato fuori questa storia per coprire le malefatte della ditta appaltatrice che avrà lavorato come al Parco del Sole di via Curiel tranciando tutti gli alberelli.

    Per cercare di evitare una figuraccia nel dire che gli operatori del verde per l’ennesima volta hanno distrutto parte del patrimonio verde si è inventato questa storiella.

    Lui è abituato a inventare balle pensi che durante la tempesta dell’abuso edilizio di casa sua e dei mancati controlli dei vigili per sviare il discorso si inventò che a suo figlio avevano trovato una malattia rara e che poteva anche rischiare la vita.
    Commenti lei come può essere credibile un amministratore così.

    Per fortuna il figlio sta benissimo e come al solito si è rivelata una bugia per coprire delle malefatte.
    A proposito di manutenzione del verde invece la ditta non ha ancora finito il primo giro né di taglio erba né dell’eliminazione dei polloni inoltre sta continuando a distruggere tutti i nostri parchi e le ns. aree verdi, prima o poi qualcuno interverrà?
    (opposizione compresa?)

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 26 maggio 2014 08:49

    Il solito anonimo poco degno che si veste da vicesindaco, buona giornata anche se il tempo non promette bene

    Non conosciamo la persona citata, non siamo navigatori esperti sui social network.
    Non possiamo quindi accusare nessuno di alcunché.

    Noi abbiamo semplicemente eseguito ciò che il vicesindaco non ha fatto.
    Sul luogo, abbiamo accuratamente ispezionato e riportato i fatti riscontrati.

    La faccenda è tutta qui.
    I Comunicati sul sito del Comune e gli articoli sui giornali sono una bufala: un’invenzione.
    Riguardo al luogo e alla foto (unica finora esibita, apparsa su ilgiorno): questo è.

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 26 maggio 2014 09:12

    Ma no, eleonora mattutina, anche a lei buona giornata.

    L’intento comunicativo per distogliere l’attenzione dallo stato del verde che genera reazioni e discredito sulla amministrazione intera non è una questione del solo vicesindaco.
    Riguarda tutti, tutta la maggioranza.
    Il vicesindaco: si trova in imbarazzo perché sembra aver agito come sponsor dell’impresa risultata assegnataria della gara.
    Invece di raccogliere le proteste e le denunce per farle proprie e mettere ordine alla gestione del verde, in modo davvero incongruo difende l’impresa e se la prende con i Cittadini e le minoranze che protestano.

    Sulla vicenda è in atto una denuncia penale… PENALE!
    Non dicono nulla.. il vicesindaco continua imperterrito a difendere l’impresa…
    (sembra perfino che voglia tirarsi addosso le colpe, per coprire qualcun altro…)

    Viene da domandarsi: perché? Chi o cosa lo portano ad agire così?
    Chi glielo fa fare?

    buona giornata

    RE Q
  5. #5 scritto da Andrea D. il 26 maggio 2014 10:04

    Non sono in grado di dirimere la questione: qualche foto, aiuterebbe.

    Effettivamente vien da chiedersi: ma chi correrebbe seri rischi di essere colto in flagrante per rubare qualche alberello?
    Quale valore potrà mai avere una tale refurtiva?
    Quali i canali di ricettazione? Cui prodest? Cioè a chi giova tutto ciò?

    In realtà, ammesso che il fatto sia reale, quello che emergerebbe sarebbe un’amministrazione incapace di controllare il territorio e di tutelare i Cittadini!

    Salto mortale della propaganda e voilà, abbiamo dei politici attenti che corrono i soccorso dei cittadini piantando nuovamente gli alberi “abilmente” sottratti (non non gli stessi! degli altri).

    In verità non ripiantano nulla, promettono che lo faranno.
    Fa sorridere l’invettiva del vicesindaco che parla di “sciacalli” che vogliono nuocere a questa amministrazione (li definisce anche conosciuti, ma non denuncia nulla!!! non pare sospetto il fatto che asserisca di conoscerli ma non li denunci?) che, invece, ne ha tratto un gustoso spot elettorale, distraendo al contempo l’opinione pubblica dall’incresciosa situazione del verde comunale, ancora ben lontano dalla normalità (ieri ho fatto due passi fino al seggio e ho visto ancora diverse zone con l’erba alta quasi mezzo metro!).

    RE Q
  6. #6 scritto da Saccavini il 26 maggio 2014 10:25

    Buon giorno Andrea, oggi pimpante quanto mai (bello l’articolo sulle elezioni).

    Riguardo alle foto, noi le abbiamo, ma non siamo noi che le dobbiamo pubblicare…. tocca al Sindaco, o al suo facente funzioni che ha sollevato il caso…
    A Città Ideale bastano (e avanzano) le cose dette, siamo credibili e seri.

    I Cittadini le prove le stanno aspettando.
    Dalla amministrazione che ha sollevato il caso denunciando furti e indicando i responsabili…

    Passa un giorno, passa l’altro…. silenzio e riservatezza
    (che dovrebbero applicare sulle denunce fasulle, invece che sulle prese di posizioni dovute che riguardano denunce penali)

    RE Q
  7. #7 scritto da Saccavini il 26 maggio 2014 16:54

    In municipio si racconta che:

    versione priva di riscontri, ma plausibile.
    Una gentile signora che abita al Villaggio Rovido, si è trovata con un paio di piantine che non sapeva come sistemare in casa.
    Gentilmente ed a sua cura, le ha piantate nella zona di cui il vicesindaco ha narrato favoleggiando di ladri notturni, di malavitosi nemici politici che tramano nell’oscurità.
    Un certo giorno sono arrivati gli unni del verde che hanno rasato tutto, compreso impianti di irrigazione e le piantine piantate dalla nostra concittadina (15/20 cm), la quale chiama il comune e chiede spiegazioni.
    Le viene raccontato che sono stati i ladri: pensare ad un errore dell’appaltatore si fa peccato. È impossibile.
    Ecco allora che il vicesindaco mobilita l’ufficio stampa (che noi paghiamo) e i giornali locali (questi almeno non li paghiamo noi, o così si spera): si inventa di sana pianta la storiella. Le piantine buttate come erba infestante diventano alberelli, il furto e quanto viene poi.

    Su questa vicenda, che ci sembra plausibile, non abbiamo la benché minima prova, ma le fonti municipali forse possono sapere qualcosa….
    La funzione del facente funzioni di Maiorano pro tempore, rimane quella, conta frottole.
    Meriterebbe cento frustate al fondo schiena il facente funzioni, com’era d’uso sui velieri settecenteschi di Sua Maestà.
    Deve invece trovarsi in buona compagnia….

    RE Q
  8. #8 scritto da eleonora il 27 maggio 2014 08:12

    Sig. Saccavini non so se sia vera la storia da lei raccontata ma non mi meraviglieri più di tanto.
    In tutti i parchi dove ci sono le pianticelle a bordura o a formare futuri boschetti spesso sono state triturate dagli operatori del verde di questa fantomatica ditta che tutto ha forchè competenza capacità e voglia di lavorare.

    RE Q
  9. #9 scritto da eleonora il 27 maggio 2014 08:15

    Dimenticavo ma il vicesindaco e sindaco li difende a spada tratta evidentemente avranno doti nascoste ce le dicano anche a noi così magari potremmo ricrederci!!

    RE Q
  10. #10 scritto da Saccavini il 27 maggio 2014 08:38

    eleonora buon giorno,

    si alza la mattina già caricata o prima di scrivere si beve due tazze grandi di caffè?

    altri segnalano piantine da forestazione o da decoro che, seppure protette da reticoli/tutori, in mezzo ad un erba intorno cresciuta più di loro, sarebbero state tagliate anche perché poco visibili… Altri che segnalano parti in plastica degli erogatori d’acqua tranciati visibili intorno.

    Non si può credere ad una deliberata indifferenza o cattiva volontà di chi lavora; piuttosto può essere dovuto alla fretta, al dover fare troppo in poco tempo, al mancato pagamento di ore straordinarie (così avrebbe qualcuno riferito a Cittadini che chiedevano il perché di un lavoro lasciato lì a pochi minuti dal completamento) che comprime il tempo utile dando obiettivi di lavoro stringenti.

    Resta un lavoro mal fatto, raffazzonato alla meno peggio.
    Una amministrazione seria dovrebbe agire facendo valere le clausole e le penali previste dal contratto.
    Finora non dice nulla il municipio.
    Perché non interviene e ne informa i Cittadini?

    Perché il facente funzioni del Sindaco, assessore alla partita, per distogliere l’attenzione va invece alla “scoperta” di improbabili responsabili di furti e vandalismi, ?

    RE Q
  11. #11 scritto da eleonora il 27 maggio 2014 11:52

    Stamani mentre accompagnavo a scuola i miei figli mi sono imbattuta in un capannello di genitori abitanti di via indipendenza (vicino a dove abita il ns. amato Sindaco) e raccontavano di un episodio a dir poco allucinante: alle 15,45 di venerdi’ o giovedì scorso gli operatori del verde stavano tagliando via Indipendenza.
    Arrivata l’ora X (15,45 appunto) hanno caricato il trattorino per andare a casa, una signora si è avvicinata ad uno di loro chiedendoli perché non finivano il lavoro in quanto mancava poco per finire (vedi foto), l’operatore ha risposto biascicando delle parole incomprensibili: era ubriaco, faceva fatica a parlare, fatto sta che hanno caricato e se ne sono andati lasciando il lavoro finito al 90%.

    Ovviamente guidava l’operatore alticcio: a tutt’oggi il lavoro è stato abbandonato e non finito.

    Questa è la ciliegina sulla torta di stamani.
    Un amico invece abita in via Di Vittorio dove i super operatori del verde non sono ancora passati, con conseguente erba alta 1.5mt …. ergo a tutt’oggi il primo giro non è finito!!!!
    Stessa cosa è successa in via Resistenza (zona Pinguino) oramai 10 gg. fa sono andati a tagliare l’erba per l’80% il resto è ancora li da tagliare.
    Uno schifo all’ingresso della città.

    Grazie Pruiti del bel servizio che ci stai offrendo.

    RE Q
  12. #12 scritto da Saccavini il 27 maggio 2014 12:54

    Faremo un posto composto con una serie di foto, cui metteremo la data.

    I Cittadini che volessero, indicando la data, troveranno la foto pubblicata.
    (per regolarità,pur rispettando la esigenza di riservatezza – un alias-, non saranno pubblicate foto e date di soggetti non identificabili)

    grazie eleonora e buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth