Movimento Cinque Stelle: ciò che va completato

Le elezioni sono un aiuto per riflettere circa la condizione di movimenti e partiti che si presentano. Non è un mistero che Città Ideale vede con simpatia e condivisione l’impatto della proposta di M5S circa i principi e i valori. Decisamente alternativi al sistema partitocratrico. Fossero fatti propri, soprattutto messi in pratica,  da un qualsiasi partito per M5S si porrebbero problemi, avrebbe un concorrente, che fino ad ora non c’è.  Ecco principi e valori come indicati dal sito Lombardia (VEDI):

I nostri Valori – il cittadino al centro della vita politica e delle decisioni pubbliche;
La salute di tutti e la tutela dell’ambiente intesi come bene comune irrinunciabile;
La trasparenza nella gestione della cosa pubblica e nei rapporti con i cittadini
la democrazia diretta per coinvolgere tutti nelle decisioni e come antidoto ad ogni forma di emarginazione e di violenza: uno vale (davvero) uno
La rivalutazione delle competenze e dei meriti al posto del clientelismo
La centralità dei valori quali il rispetto, il confronto e l’onestà
La creazione delle opportunità perché tutti possano vivere nella legalità
la corretta informazione come fondamento della libertà di decidere
Il rifiuto in modo assoluto di ogni forma di violenza da parte nostra come da parte di chiunque

Il nostro progetto politico – Rendere effettiva la democrazia: informando costantemente su ciò che accade nei luoghi delle decisioni;
rendendo pubbliche le proposte di legge prima che siano votate;
incentivando la partecipazione di tutti i cittadini alla discussione e alla partecipazione alle decisioni politiche relative alla gestione della cosa pubblica;
Smascherare e impedire qualunque forma di malaffare e azioni volte a soddisfare interessi personali.
Dare spazio alle “buone pratiche” e sperimentazioni, sia quelle già in atto sia quelle che potranno essere studiate, proposte e discusse in pubblico

Quanto siano coincidenti l’insieme valori e principi con le istanze che propone Città Ideale i nostri lettori abituali lo percepiranno facilmente.  Una rifondazione che passa attraverso la politica di servizio, che supera e rovescia la delega politica che la partitocrazia ha trasformato in potere assoluto con l’effetto di svuotare di significato la Democrazia,. Il Cittadino di nuovo al centro, soggetto e protagonista attivo del potere.

Un progetto molto importante, lo consideriamo obbligato, indispensabile perché si possa ricostituire una Italia Nuova, un Nuovo Risorgimento. Un modo innovativo, efficace di far pesare la volontà dei Cittadini basandosi sul blog, senza investimenti, senza compromessi con la partitocrazie, non facendo uso di un euro delle tasse. Un movimento che vive del volontariato dei Cittadini.

Non può succedere in qualche mese la ripresa diretta del potere dei Cittadini; partecipare al ruolo in forme istituzionali accoglienti ove tutti decidono. La strada per il Nuovo Risorgimento passa da qui e ci vuole tempo. Ma anche metodi e un agire meditato e competente; le cose giuste non si realizzano subito e bene e le scorciatoie rivoluzionarie fanno danni e ci mettono di più.

Questo valore assoluto però non vuol dire che automaticamente il movimento abbia in tasca le soluzioni giuste, le abbia solo lui. Citiamo alcune proposte su cui Città Ideale (riteniamo anche molte delle personalità che si impegnano per chiarire i termini del problema senza far parte del sistema partitocratrico) sulle quali appare evidente la inadeguata analisi e proposta, rispetto alle esigenze che il momento richiede.

Riportiamone alcune su cui già da tempo, non solo Città Ideale, le criticità che emergono, le posizioni poco o per nulla condivisibili:

ACQUA a gestione PUBBLICA, NO alla privatizzazione della distribuzione
Difesa AREE VERDI, NO a cementificazione selvaggia, STOP al consumo del territorio
Sostegno prioritario alla scuola PUBBLICA
 Riduzione del consumo energetico, incentivo all’edilizia eco-sostenibile e alla produzione di energia da fonti rinnovabili e NO al Nucleare

Sono enunciazioni apodittiche tutte da approfondire, così non possono far parte di un serio programma di risanamento e rinascita del Paese. Comprendiamo che l’appello di M5S si rivolge ai Cittadini ed ai Cittadini chiede di dare il loro contributo: mettersi in gioco. La nostra critica è facile, stando fuori, ne siamo coscienti. Ci impegneremo a dare il nostro contributo, in tutta trasparenza. Invitiamo tuttavia M5S a considerare le elaborazioni di FARE per FERMAREILDECLINO, ad analizzare lo spessore e la concretezza dei dieci punti.

L’impressione che qui in Città Ideale abbiamo è quella di due indirizzi politici sul domani del nostro paese che molto hanno in comune, che viaggiano in parallelo verso una medesima direzione, su basi  non contrastanti, ciascuno portatore di componenti non solo utili, ma essenziali. Che non si parlano e sembrano non incontrarsi mai. Sarebbe invece, a nostro modesto parere, molto, molto utile per il Paese.  Diviene oggi indispensabile uno sforzo per arricchire e rafforzare le componenti autentiche della alternativa per il Nuovo Risorgimento.

Tag:

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth