Italia e la globalizzazione: la campana suona per noi

L’importanza del tema economico industriale è così elevata che ci si deve tornare. Ci aiuta a farlo una riflessione decisa come è il suo stile, quanto efficace e convincente nel suo spoglio discorso, che bada la sodo, da parte di Luigi Zingales.  Notissimo economista, fra i fondatori di FARE per FERMAREILDECLINO, tuttora impegnato nella sua azione di analisi e stimolo verso l’Italia (VEDI in un articolo su ilSole24Ore a firma di  Alberto Orioli).

Domandiamoci le ragioni per cui le aziende italiane se ne vanno; le ragioni per cui di aziende dall’estero non ne vengono (se non per attività di vendita sul nostro mercato). Approfondiamo e cerchiamo di capire i motivi, che non sono da cercare in moti umani come la riconoscenza, la morale, o che altro.

Il problema non è la Fiat. Il problema è l’Italia: come è fatta nelle regole e nella conduzione  politica. Nel coacervo di interessi che si sono solidificati per mungere la macchina dello Stato, per servirse a proprio profitto. Partitocrazia, imprenditoria (si fa per dire) che fa reddito sugl’intrallazzi, le tangenti e i favori, lo scambio consenso-appalti e vi dicendo.

Una macchina infermale che dobbiamo distruggere o sgretolare, ma prima ci riusciamo meglio è. Minore sarà il conto, salatissimo, che dovremo pagare. L’Italia sul piano economico è una portaerei globale, è una struttura solida, dalle grandi capacità. Deve  liberarsi dei troppi vincoli e sprechi che, come una palla al piede ci frenano e col loro peso rischiano di portarci a fondo.

Per finire, prendo dal titolo la famosa poesia di un poeta e saggista inglese di epoca vittoriana, ripresa a sigla da Hemingwey nel suo romanzo: ” Per chi suona la campana”.  Sono andato a rileggerla e crediamo meriti la riflessione, che apparentemente non ci riguarda e nello stesso tempo riguarda tutti noi: soprattutto se pensiamo al futuro dei nostri figli e nipoti.  Buona lettura.

Per Chi suona la campana

Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso;

Ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto.

Se anche solo una nuvola venisse lavata via dal mare,

l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio,

Come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi,

O la tua stessa casa.

 La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità.

E dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te.

 (John Donne Londra 1572 – 1631)

Tag: ,

  1. #1 scritto da Cittadino il 1 febbraio 2014 10:01

    Bella la poesia, ne sapevo qualcosa dal film.
    Protagonisti straordinari,
    immagini che restano dentro.

    Grazie Città Ideale.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth