Lettera aperta al Sindaco

Egregio Signor Sindaco,

            con la presente vorremmo sottoporre alla Sua attenzione il problema della degenerazione di quella che dovrebbe essere la normale dialettica politica che si sta attuando nella nostra Buccinasco.

Città Ideale svolge un ruolo d’informazione e di conoscenza rivolto ai Cittadini basandosi su articoli che riguardano “fatti” d’interesse generale e accadimenti specifici della nostra città. Gli articoli di carattere locale possono avere un taglio critico, normalmente costruttivo, e sono sempre e comunque indirizzati a puntualizzare argomenti, comportamenti specifici o a dar corpo a notizie che si sono sempre rivelate, finora, fondate nella sostanza.

Contrariamente a quanto più volte da altri dichiarato non si lasciano andare ad attacchi “personali”: a volte possono stigmatizzare determinati comportamenti, ma sempre motivando la critica che riguarda unicamente i fatti e mai gli individui! Questo anche quando tali articoli fanno riferimento a veri e propri attacchi frontali agli autori.

Recentemente a Città Ideale sono stati fatti pervenire, in forma anonima, dei documenti che, riprendendo testualmente quanto riportato nella lettera di Saccavini al Consigliere Cortiana, avevano “carattere di autenticità e appaiono del tutto verosimili”. Per tale motivo i suddetti documenti, che facevano riferimento a un fatto privato, ma relativo a un personaggio pubblico (in quanto parte della Sua Amministrazione), sono stati consegnati al Consigliere Cortiana affinché, sempre testualmente, “il Consiglio ne disponga l’utilizzo appropriato”.

Riteniamo tale comportamento lineare e trasparente e non capiamo cos’altro avrebbe dovuto fare un Cittadino che si fosse trovato nella stessa situazione. Il Consiglio, compiutamente informato, dopo aver fatto le opportune verifiche, si sarà comportato nel modo ritenuto più opportuno.

E’ sempre lecito argomentare le proprie ragioni, dissentire e contestare qualunque critica o osservazione proposta, ma occorre farlo rimanendo nel merito delle questioni, avanzando controdeduzioni, proposte alternative, spiegando le proprie ragioni. Città Ideale, che, per quanto animata da buona volontà e spirito di servizio, non si ritiene infallibile, non ha mai vietato a nessuno di esprimere il proprio punto di vista: l’esempio dell’Associazione Apertamente di oggi valga per tutti!

Non crediamo, invece, sia tollerabile né degno di un rapporto civile attaccare personalmente e direttamente gli autori con offese e insulti volti a delegittimare chi dissente e con le continue e reiterate pretese di indurre gli altri al silenzio com’è avvenuto nel recente passato e come sta avvenendo, con un’intollerabile escalation, in questi giorni!

Definire Città Ideale, come ha fatto il Suo Vicesindaco in data 6 dicembre, “il solito sito dei diffamatori professionisti” – affermazione fatta su facebook in un gruppo aperto con centinaia di aderenti e dove sia Saccavini sia Dalseno (entrambi autori di articoli su Città Ideale) sono stati “bloccati” dal Sig. Pruiti e si trovano quindi nell’impossibilità di replica – non appare un comportamento tollerabile.

Città Ideale non è un sito di diffamatori e men che meno un sito di diffamatori di professione! Fermo restando che la tutela dei legittimi interessi spetterà ai danneggiati, Le chiediamo, nella sua qualità di primo Cittadino e rappresentate di Buccinasco,

  • se ritiene tale comportamento legittimo;
  • se, come spesso la Sua maggioranza ha richiesto nei nostri confronti, ritiene di “dover prendere le distanze” da un tale comportamento e cosa pensa di fare in tal caso;
  • se ritiene che un simile atteggiamento sia consono a una carica istituzionale che Lei ha deciso di conferire delegandola e la coinvolge direttamente!

 Si rende conto che la persona in questione rappresenta Buccinasco in Sua vece e in Sua assenza?   In attesa di un Suo sollecito riscontro, Le confermiamo che Città Ideale continuerà nella propria opera d’informazione senza indugi e senza animosità come sempre ha fatto!

Con viva cordialità, per Città Ideale -    Luigi Saccavini e Andrea Dalseno

Tag: ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth