Legalità a Buccinasco: siamo all’ABC

Riprendiamo, con calma, adottando  il civismo e la comprensione  verso coloro che si trovano in grosse difficoltà nell’assolvere compiti importanti  e sostanzialmente non ce la fanno. Ci disponiamo nell’animo come la deamicisiana maestria dalla penna rossa che nella Torino di fine Ottocento con pazienza insegna ad un alunno meridionale a tenere la penna e far uso di inchiostro e calamaio senza combinare guai sul bianco foglio a righe.

Strumentali fino all’eccesso nell’”adunanza Consigliare aperta”, hanno tirato fuori tutto il livore possibile verso il gruppo Coalizione  Civica e i due consiglieri Cortiana ed Errante. Hanno aggredito Città Ideale per il suo comportamento. Strumentalmente hanno profittato della assenza della minoranza(chiamata sempre “opposizione”). Non proprio tutti, va detto e riconosciuto. Ma i principali rappresentanti si.

Entriamo in quanto è stato detto dopo la descrizione autoelogiativa del Sindaco. Il livore, vero e proprio veleno contro Nando Dalla Chiesa, espresso dal Sindaco e qualcun altro, è davvero fuori misura Così pure per due articoli de ilFattoQuotidiano (“vergognosi”, dice il Sindaco).  Il professore accusato di essere prevenuto contro di loro, malevolo contro gli amministrator.I quali  sono puliti e che “non si compongono di costruttori” (categoria doppiamente denigrata: uno: sono imprenditori e due: costruiscono…).

Il manifesto della legalità:  insieme a Fiorello Cortiana in Coalizione  Civica  ci si era proposti di formulare indicazioni operative, perché le due paginette sono la banale e ritrita ripetizione, citazione di leggi e normative. Citino una parola, una parola sola, che sia diversa e aggiuntiva alle disposizioni cui per legge già sono obbligati. A che serve far approvare un elenco delle leggi in materia senza alcuna disposizione o specificazione operativa?  Una inutile passerella, solo teatrino.

Un anno di lavoro: lo hanno detto tutti, tanto da apparirne convinti. Il testo di cui dispone Città Ideale risale a più di un anno fa ed è praticamente identico: quante conferenze avranno fatto i capigruppo per lasciarlo come era? Per mesi e mesi hanno rimandato, nonostante le sollecitazioni di Cortiana. Perché devono raccontare cose che non rispondono alla realtà? Sono in Consiglio nella loro funzione istituzionale… dimostrano poco rispetto del ruolo e del luogo, oltre che dei Cittadini.

Dobbiamo poi parlare, purtroppo, di una vicenda che è stata stravolta, in piccola parte anticipata da un flash. Non avremmo voluto descrivere questo antefatto, ma siamo stati tirati in ballo.  A differenza di costoro, Città Ideale non ama dichiarazioni autoelogiative, ben consci di poter commettere errori, disposti a correggerci. In questo caso abbiamo agito con il massimo rispetto dei ruoli e nell’interesse della legge e della Comunità; con la prudenza di un agire badando al superamento di una criticità.

L’esatto contrario dei nostri amministratori ieri sera. Diremo cose che imbarazzano noi nel raccontarle. Credo sia evidente il nostro intento: verificare la possibilità  di una sistemazione. Posto che fosse possibile, assumere un comportamento condiviso nel fare la denuncia ove questa non potesse evitarsi, anziché far volare stracci. Le affermazioni dei nostri rappresentanti che hanno affrontato il tema sono strumentali e stravolgenti la realtà. Vogliono buttarla in rissa:  “in politica” come si dice. non daremo loro soddisfazione.

Adesso spiegheremo allora: il personaggio in questione una decina di giorni addietro si è rivolto agli uffici presentando la DIA (o SCIA o come altro si chiami). Al responsabile il documento è pervenuto con modalità fortunose, tali da far ritenere irregolarità potenziali (un esempio possibile?  superare il tempo del  silenzio-assenso).  Non è andata così ed allora il responsabile dell’ufficio tecnico si è dovuto far carico di un intervento di massima urgenza per ispezionare la situazione.

E’ quindi cominciato un balletto che ha coinvolto altri responsabili, per far trascorrere il tempo, per evitare che l’ispezione avesse luogo.  Stiamo parlando di un vicesindaco mica di un Cittadino qualunque, ieri presente all’adunanza Consiliare sulla LEGALITA’. Fermiamoci qui senza dire altro, visto l’incarico ricoperto. Così come questa situazione non è stata descritta nella denuncia, ad evitare possibili indagini penali per fattispecie pesantucce.

 Presente il vicesindaco insieme al capogruppo del PD (che adesso affermerà di non saperne nulla, c’è da dubitare?)  che certifica essere tutto regolare perché, afferma: ha chiesto  ieri al vicesindaco come era la situazione e che questi gli ha affermato essere regolare. Basta la parola…. Questa ondivaga e incerta modalità di procedere la chiama LEGALITA’.  Non ne avremmo parlato e ce ne dispiace. Costretti dalla impudenza nei confronti nostri e di Coalizione  Civica.

Modalità di agire che viene denunciata da tutte le autorità che si occupano del nostro Comune.  Ci si basa sulla fiducia personale, su quanto uno della casta dichiara, e ciò supera ogni norma, ogni adempimento, ogni legge. “quando mai capiranno costoro che prima di tutto viene la legge?” Buccinasco è un comune attenzionato per comportamenti  come  questo di cui si parla.

Amministratori che ritengono di dover disporre una inchiesta interna durata tre mesi nei confronti di un funzionario su una lettera anonima priva di capo e coda.  Che invece non fanno nulla e non intervengono su mesi e mesi di ritardi e non adempimenti sia negli uffici che da parte del vicesindaco. LEGALITA’ la chiamano.   Si tratta invece di legalità a senso unico, negli atti che si trovino a trattare. L’impressione e non solo quella: sei considerato amico ed allora sono disponibile. Sei un avversario? Faccio di tutto per metterti i bastoni fra le ruote. Questo loro agire lo chiamano LEGALITA’

Viene poi la conclusione incredibile del Presidente del Consiglio che invita i Consiglieri di minoranza (anzi: “di opposizione”) a non scrivere di questi argomenti su giornali o su blog, a non parlarne; i Cittadini a non scrivere sui blog, a non leggerne perché l’unico luogo autentico ove parlarne è il Consiglio! Mezzo secolo dopo che è stata abolita la censura preventiva.  Insomma: ce li dobbiamo tenere e sopportare, ma non possiamo, e non vogliamo tacere.

PRIMA DI TUTTO LA LEGGE!

 

LE REGOLE!  CHE  RENDANO INELUDIBILE IL RISPETTO

Tag: ,

  1. #1 scritto da Saccavini il 29 novembre 2013 21:50

    Parliamo di un’altra faccenduola montata a scusa e difesa del vicesindaco.

    Secondo costoro il problema non è il contenuto del testo, le evidenti criticità che manifestano, no!
    Il problema, la madre delle questioni è data dalla diffusione di “documenti riservati”, che di riservato non hanno proprio nulla tranne il dovere di privacy.

    Chi è stato a diffondere, come è andata, ecc.
    si scatena la ricerca di chi ha reso disponibile un atto che la trasparenza dovrebbe e vorrebbe fosse pubblico fin dall’inizio.

    Cosa c’è di riservato in un Cittadino che presenta una dichiarazione di inizio lavori? O dell’ufficio che stabilisce un sopralluogo e lo ordina alla polizia locale?

    Documenti che dovrebbero essere tutti in linea e disponibili ai Cittadini. così c’è trasparenza e autocontrollo della Comunità.

    La riservatezza invece può servire per possibili favori o peggio.

    Fanno finta di non sapere che questi documenti per ragioni di procedura girano tutti i piani del Municipio dal primo al quarto, che possono essere consultati per qualsiasi ragione, di cui i dipendenti e funzionari del comune hanno conoscenza.

    Se vi sono Cittadini che scandalizzati e offesi di certo modo di gestire li fanno rendere pubblici in un modo o nell’altro, come possono: sono da ringraziare per il loro civismo.

    Questo rifiuto, questa ripulsa del far politica come potere è segno di vitalità, di maturità che sta crescendo e di cui andare orgogliosi. A Buccinasco in particolare

    Il comunicato di oggi sul sito del comune è un infortunio, che si aggiunge e duplica la recita della sera precedente. Una strada della Legalità dritto come il passo Pordoi…

    Aumenterà, cari amministratori, statene certi. Disponetevi a cambiar registro, fatelo subito o per voi sarà troppo tardi.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth