Buccinasco e amministrazione trasparente: una piattaforma utile

Sul sito del comune è pubblicata e presente, crediamo da pochi giorni,  una struttura nuova che delinea i dati della Casa Comune rispettando le attuazioni che prevede una legge recente in materia: una delle prime norme del governo Letta. Crediamo sia utile farla conoscere e farne conoscere l’uso ai lettori, anche attraverso una analisi delle numerose categorie sottostanti.

Elementi conoscitivi di base, dati fino ad ora non disponibili. Come al solito dalla semplice messa a disposizione dei dati sorgono ulteriori domande e richieste di chiarimenti. Molto spesso infatti i dati formali, quando disposti in modo burocratico e senza una spiegazione circa il contenuto, rischiano di essere manifestazione divisiva (distacco fra Cittadini e istituzione) se la loro espressione non è resa di agevole e chiara comprensione.

Veniamo da 70 anni ove la politica è stata questione da addetti ai lavori. La spinta alla trasparenza che viene dalla società civile sta portando il legislatore ad obbligare la messa a disposizione di dati ed elementi della Casa Comune. Non c’è alcun merito  specifico nell’adeguarsi alla legge, una  adozione tempestiva è comunque da apprezzare. Si tratta del  primo passo.

L’integrazione, l’accorciamento del distacco fra istituzione e Cittadini passa attraverso l’informazione sistematica e diffusa. Gli open data che applicano i paesi scandinavi, che è indirizzo europeo, che in Italia fa fatica ad essere recepita. Quanto attuato finora è un debole primo passo. Va nella direzione giusta, ma molto altro è da fare.

Qualche prima osservazione sulla attuale disposizione. Per la novità e l’importanza, meriterebbe ben più evidenza e visibilità di quanto le è ora stata assegnata sul nostro sito: vedi l’home page del comune e nella categoria PER IL CITTADINO, il secondo insieme, sotto  Orari Uffici e Servizi si trova : Amministrazione Trasparente. Andando dentro si apre un mondo ricco di 24 titoli (VEDI).

La definizione dei titoli ad esempio: corrisponde probabilmente a quando indicato dalla legge nel definire le varie categorie, oppure è scelta dell’amministrazione. Fra i titoli e il contenuto si potrebbe avere maggiore semplicità e chiarezza. Non perché sbagliati, sia chiaro, ma per dare al Cittadino una  indicazione “facile” del contenuto. Un esempio per tutti: per trovare il piano di Buccinasco Castello deliberato dalla giunta, questo si trova entro il titolo: Pianificazione e governo del territorio. quindi al suo interno il file ADOZIONE. Al suo interno  ”Allegati tecnici”.

Non vi sono errori, ma diciamo che il Cittadino deve impegnarsi nella ricerca andando per tentativi. Poi si scoraggia e lascia perdere. La resa pubblica dei dati e degli atti, la trasparenza, diventa concreta dimostrando attenzione ed interesse alla loro diffusione, soprattutto in questa prima fase. È già da prevedersi un rodaggio perché l’accesso e l’informazione si diffonda, diventi abituale. Va pubblicizzata e incoraggiata. Città Ideale lo farà, se ne prende carico, ne parleremo ancora.

TRASPARENZA = DEMOCRAZIA PARTECIPATA

PARTECIPAZIONE INFORMATA

Tag:

  1. #1 scritto da Andrea D. il 13 novembre 2013 11:26

    Migliora la situazione dell’area trasparenza: i dati vengono pian piano integrati ed è una bella notizia.
    Finalmente, dopo la nostra lamentela, il menù “Amministrazione Trasparente” è stato inserito nella posizione più consona, nell’elenco dei menù a sinistra. Bene! Se fosse evidenziato, vista la novità e l’importanza dell’area, sarebbe anche meglio.

    Qualche altro suggerimento utile, sperando che venga recepito:
    - Area Beni Immobili e Gestione Patrimonio: c’è una scheda che riassume gli immobili locati, la loro ubicazione, il canone e la scadenza del contratto (VEDI). Non mi è chiaro se si tratta di immobili comunali dati in affitto o se, al contrario, si tratta di immobili presi in affitto dal Comune. In tal caso sarebbe utile precisare a cosa servono. Vista la corrispondenza degli indirizzi con gli immobili del Comune riassunta nell’altra scheda (VEDI, propenderei per la prima ipotesi, ma in tal caso sarebbe utile capire la destinazione e le caratteristiche dell’immobile locato.

    - Area Consulenti e Collaboratori: sarebbe utile suddividere i documenti in periodi (trimestri o, al limite, semestri) pubblicando i dati sia per singolo periodo sia quelli cumulativi.
    Sarebbe utile, inoltre, una scheda riepilogativa col totale delle consulenze per singolo dipartimento, in modo da avere immediatamente sottocchio la spesa complessiva, possibilmente, suddiviso per periodi e cumulativo.
    I dati, inoltre, sembrano ancora parziali: il totale non sembra corrispondere alle somme messe a bilancio.

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 13 novembre 2013 12:00

    Bene Andrea, siamo felici di un percorso che procede nel senso giusto.

    Sui contenuti stiamo procedendo per aree e uscirem ocon una serie di richieste: si tratat di un tema che impatta anche con lo Statuto che è giunto alla fase della sua discussione e approvazione…. impatta non poco questo percorso verso la trasparenza, che significa anche partecipazione.

    Vorremmo che i dati e i documenti avessero sempre una descrizione piana e comprensibile:
    > dei contenuti,
    > dei limiti, dell’area inclusa e quella magari affine ma non compresa,
    > dell’effetto economico in rapporto al bilancio
    > della evoluzione nel triennio precedente e di quanto prospettato nei tre anni a seguire…

    senza intenti critici ma quale contributo a renderep artecipi i Cittadini, a far conoscere come si muove e dove intende procedere la nostra Comunità.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth