Buccinasco Castello: cosa vota il Consiglio martedì?

Lunedì Città Ideale dovrà trovare il tempo per andare a consultare il progetto Buccinasco Castello di questa amministrazione. L’unico giorno utile perché si possa illustrare ai Cittadini che cosa sta abbandonando il comune azzerando (revocando)  il progetto del Commissario Francesca Iacontini. Cosa in particolare e in alternativa propone la giunta Maiorano al Consiglio.

Vedano i lettori di quale complessità si tratta leggendo la proposta di delibera resa disponibile ai Consiglieri la giornata di venerdì (VEDI):  60 (sessanta!) tavole e 3 allegati. I 16 Consiglieri possono consultare questi documenti, nella mezza giornata di venerdì oppure Lunedì o Martedì.  Una volta studiatisi i materiali, senza darsi fastidio l’un l’altro nella ressa presumibile,  devono raffrontare la situazione con la precedente da abbandonare (di dimensioni pressoché identiche, ma dai contenuti diversi).

Una volta esaminate le situazioni ciascun gruppo dovrà sentire i propri consulenti di fiducia sulle problematiche che emergono. Ottenere le risposte, quindi confrontare e risolvere ciascuna di queste ed eccoli pronti. Stanchi morti, alle ore 20.00  i 16 Consiglieri,  acquisite le conoscenze e valutatele; deciso come e cosa proporre  di modifiche, approvare o bocciare su ciascun punto, discutono e votano.

Credete che lo faranno? quanti lo faranno?  Valutino i lettori. Città Ideale ritiene che la maggioranza ha già dato l’ordine di squadra e tutti voteranno compatti a favore, avendo ricevuto le lezioni dal Sindaco: unici a conoscere prima la situazione mentre i Consiglieri di minoranza sono lasciati all’oscuro, rifiutando qualsiasi documento e anticipazione. Come ad esempio è capitato al capogruppo di Coalizione Civica, Fiorello Cortiana.

 Non si tratta di un marciapiede da realizzare ai margini di una strada ove ora è mancante: stiamo parlando del luogo ove storicamente è nato il nome Buccinasco, diventato simbolo e nome della nostra cittadina. Stiamo parlando del luogo agreste ove si trova il nostro manufatto che ha Ottocento  anni in mura, fondamenta, affreschi.  Appartenuto agli Sforza, ai Visconti e via succeduto alle famiglie più rinomate del capoluogo.

Questa importantissima, vitale decisione viene presentata al Consiglio in votazione in questo modo offensivo per la città tutta, in spregio e a sfregio  della nostra storia, della cultura, del nostro passato.  Quali personaggi abbiamo a rappresentarci?  Non se ne rendono conto di cosa hanno tra le mani?  Non informano non coinvolgono, non parlano con la Comunità.

Lo fece anche il Commissario Iacontini, che però si trovò un’opera in avanzato stato di attuazione e dovette completarla: riducendo drasticamente il costruibile, trasformando in restauro conservativo un previsto piano di edilizia residenziale. Ottenne il Castello in proprietà comunale, restaurato. Un ettaro e mezzo di forestazione e lo portò in approvazione (VEDI).

Vediamo ora cosa mette in discussione la giunta Maiorano: i lettori vedano il raffronto che è stato  predisposto (VEDI). Salvo errori, lette le descrizioni nella bozza di deliberazione da approvare,  i numeri sono qui da vedere. Un disastro sotto tutti i profili.  Un danno al patrimonio comunale che non ha prezzo, con la perdita del Castello: l’unico immobile storico della nostra Buccinasco regalato alla Provincia: chissà cosa mai se ne farà essendo destinata a sciogliersi.

Inoltre i ridotti introiti sugli oneri di urbanizzazione, la perdita di un ettaro e mezzo di area che il Commissario destinava a forestazione…. Modifiche che vengono presentate al Consiglio perché deliberi questo scempio non avendo neppure dato ai Consiglieri  il tempo di sfogliare tutte le carte del progetto. Ecco cosa vota il Consiglio Martedì.  Un furto legalizzato del nostro  inestimabile patrimonio; ci chiediamo: in cambio di cosa? a chi?

I CONSIGLIERI RIFIUTINO LA DISCUSSIONE SUL PUNTO

 

SIANO  MESSI IN CONDIZIONE DI DELIBERARE

 

CON COGNIZIONE DI CAUSA; 

  

SIA CHIESTO UN CONFRONTO PUBBLICO

FRA  IL PROGETTO IACONTINI E MAIORANO

 

SIA PROPOSTO UN REFERENDUM

Tag:

  1. #1 scritto da il nostro castello il 23 settembre 2013 11:21

    Cosa mai si voterà domani su Buccinasco castello?
    La proposta di delibera del castello proprio non ne parla.
    Non vorrei che davvero lo considerino un rudere come qualcuno degli attuali reggitori qualche tempo fa l’aveva definito.

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 23 settembre 2013 17:16

    Invece ne parla… caro il nostro castello:

    le sue osservazioni hanno consigliato nuove verifiche ed è emersa, solo nel materiale inviato ai Consiglieri (ma non in ciò che è pubblicato in albo pretorio) la bozza della convenzione con la proprietà.
    Circa il castello ne parla l’articolo 12.

    Città Ideale ne ha fatto un altro articolo, oggi.
    Il terzo sul tema.

    Noi Cittadini non possiamo consultare ora le tavole e i documenti del progetto….

    Buona lettura (e probabile cattiva impressione dai documenti).

    buona giornata.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth