Andrea D. scrive al Sindaco

Anche questa lettera è precedente al comunicato di ieri sera che tutti i gruppi di maggioranza hanno inviato ai Consiglieri di Coalizione  Civica. Potrebbe sotto un certo profilo considerarsi superata dagli eventi. Non è però un insistere nel tema. In Città Ideale si rifugge dal pensiero unico e si discute apertamente, si scrive ciò che si pensa, aperti al confronto.

Crediamo questa lettera un contributo importante. Bene agisce Dalseno nel proporsi da agnello, a mani basse,  spiegare le ragioni di Città Ideale nel concreto. Un invito a ragionare, ad abbassare i toni, forse superato vista l’anticipazione dei gruppi di maggioranza?   Crediamo e speriamo di no. Certo per i lettori sarà interessante ed aiuterà a capire. .

 

LETTERA APERTA AL SINDACO

 

Egr. Sig. Sindaco, con la presente mi pregio di rispondere al Suo articolo del giorno 15  (apparso sul Suo sito e del PD, replicato in altri siti locali). Cominciamo da un dato generale: in Italia l’efficienza e la qualità della spesa pubblica sono modeste (VEDI) e, parallelamente, perdiamo sempre più terreno precipitando sul fondo della classifica della corruzione, scavalcati anche da paesi che ai nostri occhi sembrano Terzo Mondo (VEDI)! La gente fa due più due e tira le somme (non è un calcolo difficile). Riguarda Buccinasco?

Ovviamente sì, ma non nello specifico Tizio o Caio, non Maiorano o il Responsabile della Posizione Organizzativa X. Riguarda anche Buccinasco perché il nostro comune è in Italia e nel Paese la situazione, purtroppo, è quella descritta. Lo si scopre, normalmente e raramente come ci racconta il sito l’Inkiesta (75 milioni di euro di condanne a fronte di un giro di affari annuo stimato in 60 miliardi! VEDI), a posteriori e, di solito, con grande stupore.

Stando ai dati sopra riportati, quindi, il fenomeno è endemico, certamente con una distribuzione non omogenea e con aree più colpite di altre, ma nessuno può dirsi davvero al sicuro: si prenda, ad esempio, quello che sta succedendo nella vicina Trezzano!

Come ci si difende? Guardia sempre alta e occhi bene aperti, per non lasciarsi sfuggire nemmeno il più piccolo e insignificante segnale di pericolo! Di solito, gli occhi più sono meglio è per tutti! Per tale motivo Lei continui a tenere gli occhi bene aperti e noi faremo altrettanto. Se poi vorrà, potrà degnarsi di dare uno sguardo a quello che segnaliamo, magari anche solo per accertarsi che non Le sia sfuggito nulla, se invece riterrà altrimenti sarà libero di non curarsi di noi e passare senza guardare. Dopo, come diceva la canzone, sarà quel che sarà … tutto passa e se ne va!

Su una cosa credo valga, però, la pena di soffermarsi: ritengo sia ora di superare la dicotomia tra legale e illegale. Una decisione può essere legale e, allo stesso tempo, essere giudicata, da una parte più o meno rilevante della cittadinanza, una schifezza! Esca, per cortesia, almeno Lei dal tunnel del “non si poteva fare altro”! Esistono sempre, o quasi sempre, delle alternative e tra queste si operano delle scelte che possono essere condivise o criticate.

Venendo al concreto e allo stralcio di alcune attività, tra cui la scuola di musica da ASB: la proposta di modifica dello statuto di ASB è stata presentata dalla Giunta e votata nel consiglio dell’undici dicembre 2012. È stata una scelta dell’Amministrazione di dare un certo tipo di impronta alla società che si può o meno condividere, ma è stata una scelta.

Se ne potevano fare altre, non ultima, ad esempio, quella di prevedere lo stralcio dei servizi con gradualità, dando modo di concludere le attività in corso di svolgimento e poi, eventualmente, di procedere alla loro esternalizzazione (dall’intervento di Benedetti in Consiglio, però, mi sembrava chiara la volontà di non esternalizzarli) mediante gara.

Era assolutamente imprescindibile farlo entro il 31 dicembre? Non si poteva prevedere che la modifica divenisse efficace, per alcuni servizi, ad esempio al 30 giugno? Si doveva operare uno stralcio con effetto immediato per poi procedere con un affido d’urgenza? Tutto ciò è illegale? Non spetta a noi dirlo, ma posso dire che sembra inopportuno e, per certi versi, persino kafkiano: la Giunta propone una modifica al Consiglio, il Consiglio la vota e allora la Giunta deve correre d’urgenza ai ripari per rimediare alla situazione?

Un eventuale slittamento avrebbe compromesso in qualche modo il progetto di riassetto di ASB? Non sembra proprio! E allora dov’era tutta questa urgenza? Davvero “non si poteva fare altro”? Per concludere, sempre rimanendo in tema di ASB, Le ricordo che Coalizione Civica si è detta contraria al mantenimento in essere di una struttura complessa e onerosa che fa ben poche cose (ora gestisce una sola farmacia e per farlo ha dipendenti amministrativi, un consiglio di Amministrazione [CdA], revisore dei conti, decine di migliaia di euro di consulenze) e, coerentemente, le opposizioni tutte hanno declinato l’offerta di nominare un proprio rappresentante nel CdA di ASB.

Questi sono fatti; questa è coerenza tra pensiero e azione, non le solite finte diatribe per cui si discute in pubblico, ma poi ci si accorda per la poltrona. E queste cose credo che i cittadini le capiscano molto più delle parole.

Giusto un accenno alla questione appalto rifiuti: non si nasconda dietro un dito, le critiche sono state di ben più ampio respiro e hanno riguardato la struttura del servizio che avrebbe potuto avere un occhio di riguardo a progetti come quello Rifiuti Zero. Altro neo è stato, e confermo in toto la mia opinione, l’aver stralciato unilateralmente l’accordo con la SUA, con un percorso e una discussione in consiglio comunale che sono sembrate, in certi momenti, del tutto inappropriate e inopportune.

Ha vinto AMSA dice Lei, soddisfatto. E quindi? Dubito che ci voglia dire che lo sapeva fin dall’inizio! Poteva esserci un esito diverso? Certo che sì e in quest’ottica, in un settore delicato come quello dello smaltimento dei rifiuti, l’aver rinunciato alla tutela offerta dalla SUA è stato, a mio avviso, un errore, comunque sia finita.

Per tale motivo, Le rinnovo, per il bene di tutti e nell’interesse della nostra Buccinasco, l’invito a un dialogo più sereno e costruttivo con le opposizioni basato su un confronto nel merito delle questioni, tralasciando questo inutile ping-pong tra il tono polemico di Saccavini e il vittimismo che traspare da alcuni comunicati.

Che Saccavini, a volte, abbia la tendenza a essere incisivo e polemico credo sia condivisibile: la questione è stata posta anche a lui, che però, evidentemente, ha questa indole. In certi casi può non aiutare il dialogo e dà modo agli interlocutori di aggrapparsi alle polemiche evitando a loro di entrare nel merito delle questioni!

A ogni buon conto credo che il tono di Saccavini sia ben poca cosa se lo raffrontiamo col tono, provocatorio e, a mio avviso, ben più aspro, dell’attuale vicesindaco. Con una differenza: che Saccavini si esprime da privato Cittadino a titolo personale (al massimo come Città Ideale che fa parte, ma è cosa diversa, da Coalizione Civica), il Vicesindaco lo fa rappresentando l’Istituzione sulla base di un mandato che Lei, e solo Lei, gli ha conferito! A quanto pare, però, l’erba del vicino è sempre più verde.

Colgo l’occasione per porgerLe i miei più sinceri auguri di buon lavoro e di una rilassante e rigenerante pausa estiva.

Con viva cordialità,   Andrea Dalseno

Tag: , , , ,

  1. #1 scritto da dezio il 17 luglio 2013 12:12

    Questa lettera ha definito un aspetto importante: Città Ideale fa parte di Coalizione Civica ma è cosa diversa. Adesso mi piacerebbe anche capire in che cosa è diversa, perchè lascia supporre che non tutte le posizioni prese dalla Coalizione sono condivise anche da Città Ideale.
    Eh, la politica ………

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 17 luglio 2013 12:32

    Dezio, mi sorprende….
    guardi che il centralismo democratico di cui il PCI è stato propugnatore e assertore assoluto, è finito con la fine del PCI.
    Per rimanere in questo ambito se la ricorda “l’unità nella diversità” propugnata da Berlinguer entro i partiti comunisti europei e non?

    E’ passato il mondo: la libertà di pensiero e di visione del mondo, le differenze e le discussioni, i contrasti sono un valore.

    Non lo sanno più all’interno del PD che criticano Renzi e subiscono ogni giorno irrisioni dalla stampa per la vivace discussione di questo periodo, che è bene che ci sia, visto che sono a metà del guado e non sanno se andare avanti o indietro…
    Non sono capaci di dare le dritte giuste ai loro sistemi di comunicazione…..

    Dovrebbe esserlo anche per i gruppi consigliari di maggioranza che, divisi su tutto, trovano l’unità nel chiedere, nel pretendere, ad una coalizione di minoranza che proceda a discriminazioni…. Non conosciamo di altri comunicati prima sottoscritti congiuntamente!
    ma si rende conto?

    Vada a leggersi la risposta dei Consiglieri di Coalizione Civica in quel blog: guardi che hanno proprio fatto un autogol.

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 17 luglio 2013 12:35

    Coalizione Civica è un raggruppamento di quattro liste civiche, ciascuna con la propria identità e sensibilità.

    Esattamente come la coalizione che sostiene l’attuale maggioranza è composta da soggetti diversi.

    L’UDC non è Rifondazione Comunista, eppure sostengono insieme l’attuale maggioranza.

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 17 luglio 2013 13:00

    UDC e Rifondazione…. Don Sturzo e Secchia, …. Don Milani e Scoccimarro,…

    Il mondo cambia e le unioni sono più ancorate sulla spartizione del potere che sui valori (almeno in questo caso…)

    Visioni divergenti non da poco che trovano il loro punto comune nelle cose da fare: firmare un diktat, intimare un ordine di estromissione in casa d’altri…..

    Una sorprendente unità nella diversità, Andrea.

    RE Q
  5. #5 scritto da Giorgio Vismara il 17 luglio 2013 14:05

    Buongiorno,
    Provate a scorrere questo articolo.
    Vedete se può riguardare il Vostro o qualsiasi altro comune italiano e traetene le debite considerazioni….
    Se qualcuno (tra gli amministratori) è senza peccato, scagli la prima pietra!

    Incompetenza e cattiva volontà ……………………….

    L’articolo dell’amico Vismara viene reso pubblico domani pomeriggio. Importante, cade a fagiolo.

    Casualmente leggi pastrocchio riportano tutto come prima sotto controllo della partitocrazia….
    (l’autore è un giornalista di Repubblica (non de ilgiornale): qualcuno lo dica ai partiti di maggioranza.
    Pubblicato: Mar, 16/07/2013 – 16:15 • da: Alessandro De Nicola
    Da Repubblica Affari e Finanza del 12/07/2013

    RE Q
  6. #6 scritto da s.manolete il 17 luglio 2013 18:57

    E rieccoli i “Sepolcri Imbiancati.”
    Non si capacitano!!
    Non possono ammettere che questa giunta che fu l’Opposizione ai tempi della SCELLERATA “Accolita Cereda” sia in grado di ben governare.
    Se ne guarda bene “L’idealista” Saccavini. di mostrare sul suo sito, quello che ha fatto il Vicesindaco, solo dopo un anno,e con la carenza dei mezzi a sua disposizione.

    …………….

    chi voglia leggere il seguito vada pure a prendere il comunicato sui siti di maggioranza.

    Casualmente (?) manolete si incarica di tesserne elogi sperticati.
    Agevolmente e quotidianamente reperibili sul sito del vicesindaco

    Che attraverso un anonimo non conoscibile il vicesindaco intenda far uso di propaganda su Città Ideale ci onora.

    Ringraziamo: non vogliamo profittarne

    RE Q
  7. #7 scritto da manolete il 17 luglio 2013 21:18

    Non farò il pianto greco come Schiavone,perchè mi ha censurato, c’era d’aspettarselo.
    Siamo alla frutta.. eh..eh..
    Senzapermesso

    RE Q
  8. #8 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 00:52

    Caro manolete simil vicesindaco, in Città Ideale la frutta è offerta a tutte le ore, spesso ad inizio …

    buona notte

    RE Q
  9. #9 scritto da Andrea D. il 18 luglio 2013 10:20

    Ah, caro manolete l’ammazzasette, di chi stai parlando?

    Di quello colto ormai più e più volte a tessere gli elogi per cose fatte da altri, ma infiocchettate per far pensare il contrario?
    Dicesi capacità comunicativa.

    Quello che non ha ridotto l’IMU, la tassa sui rifiuti, le addizionali IRPEF, non ha reintrodotto lo scuolabus (eppure se si andasse a rileggere quello che diceva quando altri hanno preso tali decisioni sembra impossibile)?

    Non è colpa sua, sono gli altri che sono cattivi.
    Quello della variante di Vignate (no, no, lì è stato il sindaco)?
    Lui era talmente contrario che si sarebbe perfino dimesso.

    Quello che ha abilmente condotto la questione del trasporto pubblico con ATM … solo che adesso quella delega è stata assegnata ad altri? Rimpasto politico.

    Quello che lamentava complotti e trovava inconcepibile il fatto che a Buccinasco si facessero dei controlli il sabato?
    Ha scritto così.

    Quello delle telecamere per fare le multe per divieto di sosta?

    Gli è stato fatto notare che non si può, ma lui sa il fatto suo per cui le attendiamo con ansia (le prime multe per divieto di sosta fatte con le telecamere).
    Quello dei rifiuti per strada? No, no, lì non c’entra!
    Quello dell’erba alta? No, no, anche qui non c’entra.
    Quello che aveva l’incarico di amministrare la pagina facebook del comune e che è stato rimosso dal sindaco? Per evitare anche la minima ombra di sospetto, mica per altro.
    Quello che non può pubblicare gli allegati delle delibere perché “manca lo spazio disco”? Ah, le carenze di risorse.
    Quello dei tablet e delle connessioni ai consiglieri? A proposito, che fine avranno fatto?
    L’amico, su facebook, di Sebastiano Poggi?
    I tutto, però, in soli 12 mesi e con scarsità di risorse!

    RE Q
  10. #10 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 11:07

    Va bene Andrea, però è stato l’animatore della dismissione della Scuola Musica Buccinasco.
    Un atto importante che al comune costa solo 30mila euro l’anno….

    Poi c’è la vittoria sulla SUA, cacciata via perché i funzionari si sono dimostrati disattent ie incompetenti. Di cui il vicesindaco è stato principale animatore, …..

    Però manolete, suo convinto sodale e sostenitore, ha la facoltà, da inconosciuto Cittadino, di rovistare entro un anno di attività ciò che è stato approvato dispondendo di una maggioranza 11 a 5….

    manolete, da anonimo, ha diritto di preferire chi vuole; vale come anonimo….

    RE Q
  11. #11 scritto da Andrea D. il 18 luglio 2013 11:18

    Anche su quelle questioni abbiamo sollevato numerosi interrogativi puntuali e specifici che non hanno ricevuto alcuna risposta nel merito: la maggioranza preferisce attaccare la persona (Saccavini) senza affrontare le questioni (per parafrasare Arboit che, commentando il recente comunicato di maggioranza, parla della differenza tra la critica all’errore e quella all’errante, con la minuscola, cioè di colui che sbaglia).

    RE Q
  12. #12 scritto da dezio il 18 luglio 2013 11:47

    Con tutta questa cane al fuoco sarebbe utile organizzare un’assemblea pubblica, magari a settembre, per rendere ancora più incisiva la divulgazione delle notizie. Una tale iniziativa potrebbe essere finalmente un tavolo di confronto diretto, scevra da pseudonimi ed altre anomalie tipiche di internet

    RE Q
  13. #13 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 11:54

    Un modo semplice di gestire la comunicazione politica è farci le teorie.

    Uno: Tiro il sasso, un macigno: ponendomi l’obiettivo di rompere e isolare qualcuno che mi da fastidio
    alternativa sub
    A) se funziona ho ottenuto il mio scopo;
    B) non funziona e l’effetto che ne ricavo è negativo

    ecco allora che devo mettere in atto l’ozione subordinata
    Due: sminuisco la mia azione (in questi giorni abbiamo l’esempio di Calderoli) e faccio diventare il sasso, il macigno, una lieve boutade su cui non vale la pena soffermarsi, che finirà nel nulla.
    Addirittura arrivo a criticare la sostanza, il peso del sasso che ho tirato….

    Solo teoria?
    No.
    ecco la messa in pratica dal capogruppo del PD in Consiglio comunale David Arboit in un commento sul sito del PD:

    Comunque trattasi di tempesta in un bicchier d’acqua che il calore estivo farà rapidamente cadere nel nulla.
    Non condivido tra l’altro la conclusione perentoria del documento ma il testo è stato scritto a molte mani. Andiamo avanti con il contributo di tutti gli uomini di buona volontà

    Naturalmente dopo un discorso rivoltato di 180 gradi attribuendo a Città Ideale comportamenti alla manolete mentre i sei gruppi che hanno firmato (a proposito gli altri 5 sono informati del revirement del PD che disconosce le decisioni che ha pure firmato?), i sei gruppi, loro sì: scrivono e agiscono spiegando e chiarendo anziché offendere e delegittimare.

    per ora basta (prendendo atto dell’errore ammesso), ma su qesto aspetto e sulle valutazioni del Capogruppo PD scriveremo ancora.

    RE Q
  14. #14 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 12:18

    dezio dobbiamo ringraziarla per la proposta, che pensiamo possa comprendersi da parte sua.

    Vi sono complicazioni non trascurabili in una questione del genere.
    Sappiamo tutti come funzionano queste assemblee pubbliche.
    Sono come i talk show televisivi che il M5S denuncia come trappole.
    Un episodio da cui risulta un embrassons nous che azzera tutto, ma resta un episodio.

    Funziona molto meglio e molto più, fa crescere tutti, un dibattito civile che avviene utilizzando un blog come Città Ideale o che altro si voglia: sereno, riflessivo, ove ciascuno si esprime sui contenuti.
    Che prosegue e si condivide nel tempo….

    RE Q
  15. #15 scritto da Flavio T. il 18 luglio 2013 16:08

    “per sua indole …”

    Dici bene, Andrea.
    Luigi Saccavini è un “cacciatore di teste”.
    Mi trovo bene a giocar a scacchi con lui.
    Anche per la cultura, i modi, la ricchezza !

    I soliti anonimi parlavano di migliaia di blog
    ma
    mi ci vedete a scriver
    e aver dall’altra parte l’impiegato della TELECOM,
    o, con rispetto parlando, il letturista dei numeri del gas ?

    RE Q
  16. #16 scritto da dezio il 18 luglio 2013 16:13

    Non sono d’accordo, la rete è diventata un mezzo per sfuggire al confronto diretto, è troppo comodo. E poi la rete è guidabile : i blog hanno dei gestori che possono e devono agire anche da censori – ne sono responsabili in toto.

    Il paragone con i talk show non calza e non si può generalizzare neanche su questi.

    La chiave è nell’organizzazione dell’evento, che preveda regole precise che il moderatore – vero arbiter – deve far rispettare. Il pubblico è poi libero di giudicare come ritiene opportuno.

    Francamente gli scambi di pseudo invettive via blog condite da links a documenti farraginosi mi hanno deluso.

    RE Q
  17. #17 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 16:21

    Garantisco, “qui dichiaro, profferisco e sentenzio” di non aver mai svolto attività nel ruolo che mi indica Flavio,

    Fatto salvo l’attività di “Head Hunting”, che significa la medesima cosa ma riguarda la selezione di professionalità di alto profilo e contenuto; un’azienda piccola (come tutte nel ramo) ma dotata di ottimi partner, attività finita per il declino che nel nostro paese prosegue e ha quasi azzerato la domanda.

    La ricerca dei motivi, degli scopi dei nostri “pro tempore”, la povertà di spazi che riduce l’approfondimento, porta a descrizioni stringate.
    Senza mai avere intenti di per sé diffmatori o offensivi, che anzi cerco con cura di evitare perché portano a distorcere il senso di ciò che si esamina e si vuol far emergere.

    Ad esempio adesso che sto riflettendo sulle motivazioni di questa sparata estiva e mi trovo sempre più frequentemente davanti l’argomento degli sbancamenti di Buccinasco più… averne descritte le logiche, averne edotto i Cittadini, può essere la scaturigine della reazione sopravvenuta.

    Certo che fra noi Flavio, è un piacere discorrere…

    RE Q
  18. #18 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 16:33

    Eppure dezio una riflessione sistemica la si deve fare, sul modo con il quale nel terzo millennio può/deve svilupparsi la democrazia (potere del popolo) dappoiché al popolo sono messi a disposizione strumenti che drasticamente riducono l’esigenza di una delega come fin qui i nostri rappresentanti hanno avuto.

    Città Ideale ci ha scritto più di un articolo e forse è il caso che vada a darvi un’occhiata, magari per integrare, correggere, approfondire.

    Un evento specifico, al quale partecipano sostanzialmente gli attivi dei partiti “storici”, per quanto ben condotto e gestito con efficienza, ha un effetto episodico, che tocca ristrette e specifiche fasce di Cittadini che oggi già (ancora) vanno a votare…

    Non è da evitare, ma non risolve e serve a dare di tutti una dimostrazione comportamentale al confronto.

    Ecco: questa disponibilità verso i collettivi che hanno firmato quella sentenza uscita due giorni addietro, a Città Ideale non piace molto offrirla.
    Nulla in contrario sia chiaro.

    Ma ora se la cavino da soli cambiando i loro comportamenti (non tanto con Città Ideale che è solo una parte, ma con i Cittadini, con le associazioni, ecc.).
    A proposito di associazioni: conosce qualcosa di cosa stiano preparando i nostri “pro tempore”?; qualche giorno e ne informeremo tutti i Cittadini come nostro costume.

    Quando avessero mutato binario e sentieri: poi, dopo, si potrà discutere.

    RE Q
  19. #19 scritto da manolete il 18 luglio 2013 17:00

    Mr D. ( Avvocato d’ufficio dell’idealista),
    come posso controbattere?
    Quando” IL Catone ” della cosìdetta “Cittadella Illegale” taglia e modifica a suo piacimento i miei interventi. Avete un bel concetto di Democrazia, e libertà di pensiero.
    Avete paura di chi non la pensa come voi!!
    “Tutto ciò un tempo si chiamava fascismo.”

    La verità è che è che non volete il confronto, di chi non la pensa come voi!!
    Basta che uno esca dai vostri schemi e andate subito in Krisi.
    “Manikini” !!!
    La contraddizione muove il mondo

    Saccavini ha imparato così tanto dai suoi errori, che sta pensando di continuare a farne.
    Senzapermesso

    ________________________________________

    RE Q
  20. #20 scritto da Flavio T. il 18 luglio 2013 17:00

    Dezio, non dubiti:
    anche la Rete non mente !

    “Tutte le cose, che nel verno fien nascoste e sotto la neve, rimarranno scoperte e palese nella state” (Leonardo).

    Il Web sa che ciascuno obbedisce a leggi differenti.

    Italia sboccia nel Rinascimento
    anche grazie
    - all’individualismo stoico,
    - alla foga barocca,
    - al gusto imperiale di dominio universale.

    Buona sera !

    RE Q
  21. #21 scritto da Andrea D. il 18 luglio 2013 18:04

    Sig. Dezio, se vuole andare a fondo nelle cose, comprendere i problemi e farsi un’idea precisa di cosa stia accadendo, i link ai documenti farraginosi (quelli il cui contenuto corrisponde alle obiezioni fatte, non quelli che una volta letti, se si ha la pazienza di farlo, si capisce che c’entrano come i cavoli a merenda) sono inevitabili. Se invece preferisce le battute ad effetto e il tifo in stile calcistico gli shows sono l’ideale!

    E’ l’abitudine a un’informazione spettacolo, basata su affermazioni sensazionalistiche e superficiali, senza approfondimenti e condizionata dall’emotività che ha permesso a una classe politica inadeguata di sopravvivere pressoché indisturbata (salvo qualche raro incidente di percorso).

    Si chieda come sia possible che a 5 mesi dalle elezioni il Parlamento non abbia ancora trovato il modo di ridurre di un nonnulla la spesa pubblica (elefantiaca e zeppa di ogni sorta di sprechi) ed evitare così l’aumento dell’IVA!

    Pensa di trovare le risposte nei talk shows?
    Auguri!

    RE Q
  22. #22 scritto da Saccavini il 18 luglio 2013 19:21

    Questi “pensieri” di manolete devono essere fatti conoscere perchè rappresentano esempi di disinformazione sistematica.

    a) la distorsione dei nomi,
    b) l’attribuzione ironica dei paragoni,
    c) l’antitesi utilizzata con la definizione della tesi
    d) le sentenze senza argomentare

    per i lettori un modo di scrivere del quale devono diffidare.

    Il testo non esposto è una replica autogratificante del vicesindaco che si può leggere tuttora sul suo sito; poco saggio far uso di un account inesistente per ottenere la pubblicazione su Città Ideale.
    Chi ne è interessato viene rimandato alla fonte. tutto qui.

    Nulla d’altro o di nuovo.

    RE Q
  23. #23 scritto da Andrea D. il 18 luglio 2013 21:52

    Caro manolete l’ammazzasette, chi teme il confronto sei tu, che ti nascondi nell’anonimato.

    RE Q
  24. #24 scritto da dezio il 19 luglio 2013 07:32

    Caro Andrea D., auguri a Lei se ritiene di poter gestire il confronto affidandosi alla tastiera.

    RE Q
  25. #25 scritto da Saccavini il 19 luglio 2013 08:19

    mettiamo da parte le battute ad effetto, dezio.

    la politica tradizionale prima della rete era fatta di comizi e incontri, di un forte delega dai Cittadini ai partiti.
    Allora non vi erano gli strumenti che oggi sono disponibvili e questo sta cambiando molto, addirittura il concetto stesso di democrazia è destinato a modificarsi.

    Non sono modalità alternative quelle relative alla politica d’antan e quelle d’oggi, possono coesistere.

    Quanto alla rete, cerchi di vederla come una lavagna pulita.

    Ci si potrà scrivere di tutto: ad esempio, lo stile manolete o le riflessioni succose di Flavio.
    E’ uno strumento che va utilizzato bene, che i Cittadini devono imparare a meglio valorizzare.

    buona giornata

    RE Q
  26. #26 scritto da Giorgio Vismara il 19 luglio 2013 09:36

    Buongiorno Saccavini,
    Condivido.
    Anche se, proprio nei vari post qui sopra, sembra di essere non a Buccinasco ma a Brescello….
    Peppone e Don Camillo sono due personaggi sanguigni onesti ed autentici.
    Ma qui siamo nel terzo millennio.
    Non è più tempo di affrontare i problemi asserendo che Tizio è meglio di Caio….
    Anzi. Il discutere le varie criticità, anche animatamente, ma sempre nell’interesse della comunitá ed al di sopra del proprio, dovrebbe (deve) essere il minimo dovere verso gli elettori.
    Come dice il giá citato Cevoli: “fatti, non pugnette!”
    A tutti una buona giornata.
    giorgio vismara.

    RE Q
  27. #27 scritto da manolete il 19 luglio 2013 09:52

    Mr D. (Fine dicitore)
    In un Blog quel che conta è “ IL PENSIERO”. La persona passa in secondo piano.
    Voi invece combattete la “Persona” (vedi il Vicesindaco per esempio) a scapito del Pensiero.
    A questo s’attiene la cosìdetta “Citta illegale”.
    Così facendo, allontanate il Cittadino che voglia accostarsi.
    Siete e rimarrete quei quattro-cinque “Manikini” che s’incensano reciprocamente.
    M’astengo nel proseguire perché sarei sicuramente censurato dal “Catone il Taglione”
    Ossequi alle Vostre Signore
    Conpermesso

    RE Q
  28. #28 scritto da Andrea D. il 19 luglio 2013 10:44

    Ai contenuti sig. dezio, io mi affido ai contenuti, alle idee, ai ragionamenti.

    Che poi questi vengano trasmessi attraverso lo scritto od oralmente non fa nessuna differenza, se non che lo scritto ha modo di giungere a un livello di approfondimento che la notizia orale normalmente non raggiunge!

    Ha presente la differenza tra le notizie riportate su giornali e quelle date dai TG.
    Dove trova più dettagli?

    In ogni caso, grazie per gli auguri.

    RE Q
  29. #29 scritto da Saccavini il 19 luglio 2013 10:59

    Se lei Vismara condivide, Città Ideale certifica la condivisione

    grazie e buona giornata

    RE Q
  30. #30 scritto da Saccavini il 19 luglio 2013 11:01

    Non si replica qui a manolete che ha il bisogno impulsivo di dir bene del vicesindaco e esprime giudizi immotivati au Città Ideale.

    Iddio, il buon Iddio gli salvaguardi il pensiero…

    RE Q
  31. #31 scritto da Giorgio Vismara il 19 luglio 2013 12:05

    Buongiorno,
    Giusto per dimostrare “ke nn siamo solo quattro o cinque manikini”….
    … Inveci che tirà föra i castegn del fögh cun la scianfa del gatt = cavarsela a spese altrui =
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/19/zagrebelsky-f35-giustizia-e-kazakistan-e-lumiliazione-dello-stato/660395/
    Un cordiale buon appetito!
    onesto, senza allusioni alla politica,
    giorgio vismara

    RE Q
  32. #32 scritto da Andrea D. il 19 luglio 2013 12:36

    Ma guarda, il bue che dà del cornuto all’asino!
    Nessun attacco personale, caro manolete l’ammazzasette, può essermi attributo, né qui né altrove. Solo osservazioni nel merito delle questioni. Non si può dire lo stesso di te, che non a caso ti nascondi nell’anonimato.

    La mia lettera aperta è indirizzata al Sindaco e quello che conta, nello specifico, è la Sua opinione. Chiedigliela alla prima occasione!

    Il resto, le tue affermazioni, almeno per quanto mi riguarda, sono solo chiacchiere (più o meno volgari, più o meno diffamatorie).

    RE Q
  33. #33 scritto da manolete il 19 luglio 2013 13:32

    Come disse il comandante del Rompighiaccio Stockholm ad Andrea D.
    “Colpito e affondato”!! Eh…eh
    Eseque
    Conpermesso

    RE Q
  34. #34 scritto da Andrea D. il 19 luglio 2013 14:49

    Esatto, solo che non è ghiaccio (è un po’ più scuro e maleodorante) e chi ci sta letteralmente immerso fino al collo sei tu! ;-)
    Attento che arriva l’onda :-)

    RE Q
  35. #35 scritto da Saccavini il 19 luglio 2013 15:10

    Vogliamo parametrarci su aspetti un pochino più vicini alla parte alta, piuttosto che alle parti basse?

    I lettori ringrazierebbero, a cominciare da manolete

    RE Q
  36. #36 scritto da manolete il 19 luglio 2013 15:38

    Saccavini.
    Ne convengo!!
    Voliamo più alto
    Ho fatto uscire la parte più becera del “Fine dicitore” benpensante-
    Gli ho tolto la maschera
    Faccio un passo indietro
    Conpermesso

    RE Q
  37. #37 scritto da Saccavini il 19 luglio 2013 16:49

    No, non le è consentito; il suo è uno stato sempre mascherato, perennemente malpensante, privo di limiti anche riguardo alla decenza.
    Impossibile considerare il modo d’essere permanente frutto di una scelta contingente.

    RE Q
  38. #38 scritto da Andrea D. il 19 luglio 2013 17:38

    Ciao Luigi, ogni tanto occorre parlare nell’unico modo che l’interlocutore possa comprendere (in ogni caso rimanendo nei limiti della decenza). Anche in questo si vede la differenza.
    Per il resto, caro manolete l’ammazzasette, ti faccio notare che la mia parte più becera, come la definisci tu, è sempre fuori dalla tua portata: voli troppo basso ;-)
    Pensa che ironia: il mio punto più basso è comunque più elevato del tuo punto più alto.
    Non ti agitare che poi fai l’onda da solo e … si inquadrano meglio i tuoi discorsi :-)

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth