Non vendete il futuro dei vostri figli per un tozzo di pane oggi.

Le insopportabili stupidaggini di politici e dicitori ignoranti

Non saremo i soli che, al sentire gli slogan dei “politici” di tutti i tipi e sottocorrenti, anche dei nuovi arrivati, che sproloquiano sintesi non solo irragionevoli, ma profondamente errate. Deteniamo il non invidiabile primato di essere il paese, fra gli Occidentali,  più analfabeta in economia. Proviamo a fare un elenco delle frasi ripetute all’infinito.  All’infinito false. Hanno il solo obiettivo di rincorrere il consenso di Cittadini, analfabeti economici.

LAVORO PER I DISOCCUPATI PER I GIOVANI, PER IL SUD

Il lavoro non viene con la slitta di Babbo Natale: basta volerlo perché arrivi. Il lavoro è risultato di una politica che incentivi il fare impresa, che lo sostenga, con agevolazioni fiscali e nei contributi. Cosa possibile solo riducendo la spesa pubblica. Se non si riduce la spesa pubblica non potrà esserci ripresa, rilancio dell’economia e del lavoro. Ci vuole impegno costante, di diversi anni.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Bene Comune o attività sottomessa al Sindaco?

Saremo troppo pignoli? Può essere, la funzione è didattica: il tema è sempre l’impiego di beni comuni, della Comunità, impiegati in modo improprio, purtroppo sempre a danno dei Cittadini che le loro tasse mettono a disposizione della Comunità stessa. Che i pro tempore di turno impiegano, spendono.

Questa volta il tema è la costruzione presso il laghetto Spina Azzurra, che necessitava  di un’opera di risistemazione straordinaria. Questi pro tempore, giunti ormai all’ultimo giro, hanno speso 40mila euro dei nostri soldi per compiere la sistemazione. Adesso hano aperto una gara per assegnare la conduzione. Il bando è semplicemente bolscevico!

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

3 Commenti


Buccinasco e Segretario Generale: se ne vanno tutti. Cosa succede?

Il sindaco Maiorano sarà sfortunato, oppure non riesce a creare quel rapporto di fiducia professionale necessario e indispensabile fra chi ha la responsabilità dell’amministrazione è chi ha il compito di verificare e certificare le regolarità degli atti compiuti dall’amministrazione e la corrispondenza alla legge. Non abbiamo statistiche ma crediamo non siano molti i comuni in Italia che in cinque anni abbiano avuto un turn over di 4 (quattro segretari) e un quinto dovrà essere ora nominato, per concludere il mandato quinquennale.

Riepiloghiamo velocemente: subito dopo l’elezione, non è trascorso un mese (o poco più) e a Luglio 2012 il Segretario presente, nominato dal Commissario Iacontini. Alfredo Scrivano lascia l’incarico. Adesso si trova a Pioltello. Con Ottobre viene nominata una Segretaria (già conosciuta dalla gestione Carbonera) Patrizia Bellagamba. Che all’improvviso nel 2014 lascia per andare a Segrate.

Ci si mette qualche mese e arriva il terzo Segretario, Diego Carlino. resiste due anni ma adesso, la notizia non è ancora pubblica: anche questi  avrebbe  comunicato di lasciare, per prendere il medesimo posto a Pioltello (37 mila abitanti). Adesso il sindaco Maiorano dovrà trovare il sostituto.

Intendiamoci, avvicendamenti sono possibili, ma il Segretario lo sceglie il sindaco. In pratica è un suo uomo di fiducia. Selezionare una persona così di peso, richiederebbe anche un accordo sul contenuto e sulla durata, oltre che sulla affidabilità.

Resta una serie di fatti che, in chiave investigativa, potrebbe rientrare negli accadimenti che ingenerano spunti investigativi. Vista la funzione di controllo e di regolarità, tutte queste persone che se ne vanno (non mandate via dal sindaco) la domanda sarà: vuoi vedere che circa la regolarità delle procedure e degli atti vi siano aspetti possibili per cui si preferisce non far parte dei decisori?

Magari non è così grave, può essere solo insoddisfazione ambientale o perfino la ricerca di un posto di maggior prestigio, utile sul piano della carriera, ecc. Resta un turn over che non depone bene per l’amministrazione attuale (di questo peso, poi…). La gestione del Municipio non è delle migliori, nonostante le ripetute riorganizzazioni, per mettere al loro posto le persone giudicate a loro piu “affidabili”.

Tag:

Lascia un Commento


L’ECONOMIA A SCUOLA: UN AIUTO PER L’ITALIA

Città Ideale riceve questo invito: si tratta di un voto da esprimere in favore dell’Istituto Bruno Leoni che realizza, senza spese per scuole o studenti, corsi di formazione in economia. “700 studenti ne hanno già avuto beneficio. Città Ideale aderisce e invita tutti, a sostenere questa meritevole iniziativa (VEDI anche IBL economia nelle scuole).

VOTA E FAI VOTARE PER IBL SU ilmiodono.it

Anche nel 2016 è possibile sostenere le idee per il libero mercato

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


La Democrazia del Novecento nel terzo millennio non funziona

Per carità, il Popolo si è pronunciato e la volontà del Popolo Sovrano va rispettata. In Italia non ci sarà più nessun politico che si imbarcherà in proposte di modifica in senso presidenzialista. La partitocrazia che si è appropriata della delega e gestisce consociativamente la spesa pubblica, da questo referendum esce  solidissima.

Rimane il dramma della condizione in cui si trova il paese. Con il suo debito pubblico e l’incapacità strutturale della partitocrazia a intervenire sulle riforme di struttura (appunto) di cui il Paese ha una urgenza drammatica. La nostra Italia, bellissima e sfortunata, continuerà  a vivacchiare sull’orlo dell’abisso, finché i creditori internazionali del debito pubblico lo consentiranno.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

33 Commenti


Il buco nero di Buccinasco? Buccinasco più e Riciclaggio

Finisce così, a pagina 3 di Buccinasco (dis)Informazioni, con una descrizione di parole in libertà, un lavoro che ha impegnato l’ormai defunta Coalizione Civica, l’istituzione della Commissione sulle evidenze della Commissione Parlamentare (presidente Fiorello Cortiana) con esposti, denuncia al TAR (dormiente da due anni) su una procedura fasulla dell’Assessore al bilancio per “sanare” lo sconcio della discarica a cielo aperto, per finire con l’esposto alla Commissione Parlamentare antimafia.

In questo articolo  emerge l’esito infelice dell’iniziativa di Fiorello Cortiana nell’accettare la presa in giro di una “adozione” in Consiglio del Protocollo della Legalità subordinato a una commissione speciale, di cui nulla più si è saputo dopo Maggio, salvo quanto scritto nell’articolo: “….a conclusione dei lavori, ha elaborato la proposta di un protocollo con la Prefettura di Milano… ” non fatta conoscere, non resa pubblica, se non con questo inciso: due righe nell’articolo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


Civici o politici nazionali? Senza idee chiare può diventare un problema

Le liste che hanno carattere civico sono promosse da Cittadini della Comunità; la radice del loro impegno civico è la loro Comunità, le persone che vi vivono, con cui sono cresciuti e convivono. Questo è lo scopo costituente e l’insieme degli interessi che sono al fondo del loro agire. Queste sono definibili LISTE CIVICHE.

Sono LISTE CIVICHE perché non sono soddisfatte e non si riconoscono nel sistema di partiti nazionali, come questi agiscono, condizionati sotto quelle bandiere.  Rispettano ma nella political ocale ritengono un limite i presupposti ideologici;. Si propongono a tutti i Cittadini in quanto tali, senza badare a come la pensano circa destra o sinistra, alla ricerca di onestà e capacità per una amministrazione sana, che  curi il Bene Comune, lo migliori, lo faccia crescere.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Lascia un Commento


BUCCINASCO DISINFORMAZIONI: regalo di Natale

Città Ideale, con la sua analisi delle decisioni che assume questa amministrazione, agisce come un ruscelletto di montagna. Scorre apparentemente calmo, senza scosse e sembra non avere riscontri: vengono letti e entrano a far parte crescente di un sentire comune i “margini di miglioramento” di quanto deliberato, insieme a ciò che si potrebbe fare e viene tralasciato.

L’ostracismo che questa amministrazione ci vorrebbe assegnare, imponendosi di non colloquiare, non replicare, viene superato dai fatti. Ecco allora che a Città Ideale si deve rispondere. Come? Facendo uso del bollettino della Comunità (da noi Cittadini pagato) in uso esclusivo della maggioranza. La replica però non è nel merito: si ripropone replicando inesattezze già dette nei comunicati stampa: ripeti una cosa, anche sbagliata, che se insisti diventa verità (disinformazione sistemica, appunto).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Globalizzazione: si corre troppo oppure è l’Occidente che fatica?

Globalizzazione in sintesi significa andare verso un mondo libero da limitazioni nel commercio: un ambiente che tende a uniformare le produzioni, le normative,  le procedure contrattuali, probabilmente anche una lingua unica degli scambi. Dar vita a un’area di libero mercato globale. Una direzione intrapresa da anni, che oggi si incrocia con problemi forse prevedibili, ma sicuramente finora non valutati appieno nelle conseguenze.

Che il mondo stia andando in questa direzione crediamo sia incontestabile e non può essere frenato più di tanto. Le complessità che ne derivano sono numerose: limitiamo ora  l’analisi all’Occidente. Le criticità che derivano riguardano il trasferimento dell’attività produttiva verso i paesi che devono crescere, partono da tenori di vità prossimi alla povertà e sono competitivi sul costo del lavoro.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Marciapiedi, alberature e polemiche elettorali

La questione riguarda una delibera relativa  alla sistemazione di alcuni marciapiedi. In cinque anni non è stata fatta alcuna manutenzione, probabilmente neppure nei mandati precedenti, per conseguenza la situazione è quella che ci troviamo oggi: parecchi sono sconnessi, il manto di copertura è presente a macchia di leopardo, con buche più o meno serie, rischi di inciampi e cadute, ecc.

Siamo sotto elezioni e al termine del mandato qualcosa la nostra amministrazione deve far vedere che fa. Quindi a inverno ormai pieno, si comincia. Nessun comunicato, nessuna indicazione delle strade interessate, niente circa entità e durata dei lavori per i vicini; via all’appalto lavori e si va. Non è il massimo per un rapporto con i Cittadini, ma sappiamo che questa amministrazione agisce così.

Leggi il resto di questo articolo »

Lascia un Commento


Italia, debito pubblico e finanza internazionale: proviamo a capire per decidere

Stiamo a ridosso di un referendum che avrà un esito, il quale dal giorno dopo non dovrebbe avere effetti sulla nostra situazione, quale che sia il risultato. Così in genere si pensa, e sembrerebbe una affermazione di buon senso. Invece non lo è. Nelle condizioni in cui siamo messi è inevitabile che vi siano riflessi internazionali, tanto più pressanti quanto maggiore è il nostro debito collocato all’estero.

Il nostro debito pubblico è conservato parecchio in Italia, in prevalenza presso banche e altre istituzioni pubbliche; un 10% circa presso privati. Solo in Europa siamo sui 3/ 400 miliardi fra banche europee e BCE. Poi ci sono i fondi sovrani più o meno arabo/petroliferi, i mercati orientali e USA. Una robusta rappresentanza dell’economia mondiale che sull’Italia ha scommesso.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

14 Commenti


Basta, basta, basta! così il paese resta fermo

Qual è la goccia che fa traboccare il vaso? Con un tempismo che peggio non poteva capitare, su un appello della Regione Veneto, la Corte Costituzionale ha deciso su tre commi di una legge del Governo. Stabilendo che non basta la semplice asserzione, con la Regione occorre un’intesa.  Fin qui si potrebbe dire che si tratta di contrasti fisiologici fra Stato centrale e Regione, main pratica è un diritto di veto.

Delle polemiche, di Renzi, degli schieramenti per il SI o per il NO spesso sgangherati , non c’importa nulla. Ci interessa invece come si intende ridurre il nostro debito pubblico, le nostre tasse, per far ripartire il Paese.  Lasciate le polemiche andiamo a vedere il contenuto della decisione della Cassazione. Troviamo qualcosa che ci orienta, sullo specifico, su ilsole24ore (VEDI):

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

36 Commenti


Referendum: le ragioni del Si e del NO. Una stesura analitica

Caro Luigi, e cari aderenti a Sosteniamo Buccinasco, Giorgio Galli, docente di Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli Studi di Milano, è uno dei maggiori politologi italiani. E’ inoltre Direttore dell’ Istituto Lombardo per gli Studi Filosofici e Giuridici, che ha realizzato per conto della Società Umanitaria, la ben nota istituzione milanese: il numero speciale della sua Rivista Civica dedicato al referendum.

Di particolare interesse tutta la parte delle ragioni del SI e del NO, trattate in modo veloce ed incisivo.

Completano l’opera documenti tra cui il testo confrontato della costituzione attuale e riformata, il documento dei giuristi per il no, ecc.  Può essere uno strumento utile per i lettori di Città Ideale. Se condividi potresti metterlo sul sito.Adriano Carena 24 Novembre 2016

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

10 Commenti


Buccinasco, elezioni vicine: iniziativa a spanna e cattiva comunicazione

Basta il titolo a dimostrare: il nostro titolo si giustifica dal titolo di un comunicato dell’ufficio stampa: “un contributo economico contro la povertà”. Dichiarazione fasulla e non rispondente alla legge, tanto più che il comunicato è carente e oscuro. Poi qualcosa si riesce a capire da un allegato, ma il comunicato non può dar luogo ad affermazioni  sbagliate.

UNO: non si tratta di un contributo del Municipio, ma di un finanziamento europeo, Legge da Aprile 2016. Il comune ne prende atto con modalità incompleta, comunque non chiara rispetto alle normative. DUE: i costi per il comune, per noi, sono salati: costruire una serie di attività di supporto in formazione e avviamento al lavoro. Costi che toccano a noi (ma questo il comunicato non lo dice).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Le ragioni del NO e le criticità del Paese. Gli effetti possibili

La questione legata al referendum (obbligatorio applicando la costituzione, perchè la maggioranza che lo ha approvato in parlamento è inferiore a 2/3) assume un carattere straordinario per gli effetti che avrà sul nostro paese. Il clima da ultima spiaggia con cui si sta proseguendo nel dibattito non ci entusiasma, preferiamo tenercene fuori.

Lo abbiamo considerato nel caso di Domenica 27 perché ci è parso utile far rilevare un’attenzione all’impegno civile dell’Ecclesia locale, non usuale e considerato positivamente. Le nostre valutazioni, che non sono di schieramento politico (chi ci legge conosce bene la nostra ripulsa del sistema odierno dei partiti).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti



SetPageWidth